Concorsi, FIT

Gazzetta UfficialeIl Miur ha pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 27 marzo 2018 due bandi di concorso, per la copertura di 253 posti di funzionario amministrativo-giuridico-contabile e il secondo  per 5 posti di dirigente amministrativo già previsti dalla legge di bilancio 2018 per rafforzare gli uffici centrali e periferici dell'amministrazione. 

  • 253 posti per funzionario amministrativo-giuridico-contabile area III, posizione economica F1 nell’Amministrazione centrale e periferica del MIUR – Guarda il bando;
  • 5 posti per dirigente amministrativo nell’Amministrazione centrale e periferica del MIUR – Guarda il bando.


Per partecipare occorre essere in possesso
, oltre ai normali requisiti per i concorsi, di: diploma di laurea (DL), oppure laurea specialistica (LS), oppure laurea magistrale (LM) rilasciati da università statali e non statali accreditate dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca. I titoli accademici rilasciati dalle università straniere saranno considerati utili purché riconosciuti equiparati alle lauree suddette ai sensi dell'art. 38, comma 3 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165.

La domanda si presenta online, con le modalità indicate nel bando, entro le ore 12,00 del 27 aprile 2018.

Tutte le altre informazioni sui tempi e le modalità di svolgimento delle prove sono disponibili nel bando.

Nello stesso numero della Gazzetta ufficiale è stato anche pubblicato il bando di concorso per 5 posti da Dirigente di seconda fascia.

gazzettaIl Ministero della Difesa ha pubblicato quattro bandi di concorso a cattedre per le scuole militari relativi all’anno scolastico del 2018/19. concorsi per soli titoli, sono riservati ai docenti di ruolo nelle specifiche classi di concorso che abbiano superato l'anno di prova, per la copertura di posti d'insegnamento per l’anno scolastico 2018/2019 presso le Scuole Militari Douhet di Firenze, Nunziatella di Napoli, Morosini di Venezia e Teuliè di Milano come meglio dettagliato di seguito:

  • “Nunziatella” di Napoli: n. 1 cattedra di Filosofia e Storia (classe di concorso A-19, Liceo Classico e Scientifico);
  • “Teulié” di Milano: n. 1 cattedra di Scienze naturali, chimiche e biologiche (classe di concorso A-50, Liceo Classico e Scientifico);  n. 1 cattedre di Scienze motorie e sportive (classe di concorso A-48, Liceo Classico e Scientifico);
  • Navale “F. Morosini” di Venezia: n. 1 cattedra di Disegno e Storia dell’arte (classe di concorso A-17 – anche con abilitazione A-54 – Liceo Scientifico e Classico);  n. 1 cattedra di Matematica e Fisica (classe di concorso A-27, Liceo Classico e Scientifico);  n. 1 cattedra di Discipline letterarie e latino (classe di concorso A-11, Liceo Scientifico);
  • Aeronautica “G. Douhet” di Firenze: n. 1 cattedra di Lingua e cultura straniera – Inglese (classe di concorso A-24, Liceo Classico e Scientifico);  n. 1 cattedra di Filosofia e Storia (classe di concorso A-19, Liceo Classico e Scientifico).

Le domande di partecipazione vanno spedite tramite raccomandata A/R entro il 30 aprile 2018

ConcorsoSono poco meno di 50.000 le e gli insegnanti che hanno presentato domanda per partecipare al concorso per docenti abilitati della scuola secondaria di I e II grado bandito lo scorso febbraio. Ieri, alle 14.00, si è chiusa la fase di presentazione delle domande: sono 49.901 quelle inoltrate al Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.

Secondo una prima analisi dei dati, il numero maggiore di domande è stato presentato al Sud (23.476), seguito dal Nord (17.036) e dal Centro (9.389). La regione con il maggior numero di domande (si veda la tabella sotto) è la Campania (7.352 istanze inoltrate), seguono Lombardia (7.161), Sicilia (6.340), Lazio (4.797). Hanno presentato domanda soprattutto candidate donne: sono 34.020. L'età media di chi ha fatto domanda di partecipazione è 43 anni. Potevano presentare istanza anche le e i docenti già di ruolo: ne sono pervenute 10.404. La maggior parte delle domande proviene da insegnanti specializzati sul sostegno nella scuola di II grado e abilitati in Italiano, Storia, Geografia nella scuola secondaria di I grado. A seguire abilitati in discipline letterarie negli istituti di istruzione secondaria di II grado e scienze giuridico-economiche.

 

proroga concorso

Il MIUR ha prorogato la presentazione  dell’istanza relativa alla domanda per il concorso riservato ai docenti abilitati/specializzati.

L’istanza sarà disponibile fino alle ore 14 del 26 marzo 2018.

Restano fermi i termini previsti dal bando per il possesso dei titoli e dei servizi (22 marzo 2018).

Concorso docenti abilitati: Miur emette FAQ in contrasto con norme su validità anno di servizio. Versamento per ciascuna cdc o posto

Concorso docenti abilitati: Guida PSN alla presentazione domanda. Docenti di ruolo possono concorrere anche su stesso posto o CDC

 

faqIl Miur a meno di due settimane dalla scadenza per la presentazione delle domande di partecipazione al concorso riservato ai docenti abilitati, ha pubblicato sul sito dedicato al concorso numerose FAQ utili per i candidati. Dalle indicazioni dei sindacati è tuttavia già previsto un altro aggiornamento con ulteriori FAQ per dirimere questioni ancora non affrontate. Occorrerà quindi attendere ancora per avere ulteriori chiarimenti in vista della scadenza per il concorso docenti abilitati 2018 prevista entro le 23.59 del 22 marzo. Chiarimenti riguardanti ad esempio il pagamento distinto dei 5 euro di diritti di segreteria per chi dovrà partecipare per più classi di concorso, una precisazione che arriva in ritardo ed in contrasto con le indicazioni del precedente concorso del 2016 dove era possibile fare un unico versamento cumulativo risparmiando sulle commissioni. Non si chiarisce però come deve comportarsi chi ha già fatto unico versamento precedentemente alle FAQ emanate.
Con le FAQ emanate il Miur chiarisce anche che in caso di abilitazioni appartenenti ad ambiti verticali va richiesta la partecipazione per ciascuna classe di concorso cui si intenda partecipare. 
Ma a lasciare sconcertati è la circostanza che le FAQ 15, 16, 17 e 18 emanate e che dovevano chiarire un errore commesso nella tabella di valutazione allegata al bando sono invece in netto contrasto con quanto previsto dalle norme sulla validità dell'anno di servizio per quanto riguarda il conteggio dei 180 giorni. Una errata indicazione che non può che mettere in discussione la validità delle graduatorie che saranno stilate ed aprire a sicuri contenziosi in caso di mancata valutazione del servizio se prestato per 180 giorni ma con contratti distinti e non continui.

Concorso DSE' stato finalmente pubblicata sulla gazzetta ufficiale la data della prova preselettiva per il concorso a Dirigente Scolastico e la data di pubblicazione della banca dati dei 4000 quiz da cui saranno estratti i test che dovranno sostenere i candidati.
Ai sensi e per gli effetti di quanto previsto dall'art. 6, comma
9, del D.D.G. n. 1259 del 23 novembre 2017, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami» - n. 90 del 24 novembre 2017, si comunica che la prova preselettiva del corso-concorso nazionale per titoli ed esami, finalizzato al reclutamento di dirigenti scolastici presso le istituzioni scolastiche statali si svolgera' in data 29 maggio 2018 alle ore 10,00.
Si rende noto, altresi', che in data 8 maggio 2018 sul sito internet del Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della ricerca (www.miur.gov.it), verranno pubblicati i quesiti oggetto della prova preselettiva.
Tale pubblicazione ha valore di notifica a tutti gli effetti.
Si comunica, infine, che l'elenco delle sedi della provapreselettiva con la loro esatta ubicazione, con l'indicazione della destinazione dei candidati distribuiti, ove possibile, per esigenze organizzative, nella regione di residenza in ordine alfabetico, e le ulteriori istruzioni operative, sara' comunicato entro il 14 maggio tramite avviso pubblicato sul sito internet del Ministero (www.miur.gov.it). I candidati residenti all'estero, o ivi stabilmente domiciliati, sosterranno la prova nella Regione Lazio; i candidati residenti nelle Province di Trento e Bolzano sosterranno la prova nella Regione Veneto.
I candidati si dovranno presentare nelle rispettive sedi d'esame muniti di un documento di riconoscimento in corso di validita', del codice fiscale, nonche' della ricevuta di versamento attestante il pagamento del diritto di segreteria pari ad € 10,00 (dieci).
La prova preselettiva avra' la durata di 100 minuti.
Di ogni altra comunicazione relativa al corso-concorso, nonche' di una eventuale modifica delle suddette date, verra' dato avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - 4ª Serie
speciale «Concorsi ed esami» - del 24 aprile 2018.  Ogni ulteriore informazione e documentazione relativa alla procedura concorsuale e' disponibile nell'apposito spazio «Il corso-concorso dirigenti scolastici» sull'home page del Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della ricerca (www.miur.gov.it)
Ricordiamo che PSN in anteprima ha svelato con degli screenshot come sarà l'applicativo che dovranno utilizzare i candidati per cimentarsi con la prova preselettiva di cui di seguito riportiamo alcuni dettagli.

PSN Concorso abilitati 3PSN ha realizzato una utile fotoguida passo-passo con tutte le schermate da compilare per la presentazione della domanda per il concorso riservato ai docenti che intendono partecipare al concorso per esami e titoli riservato ai docenti abilitati, di cui D.D.G. 85 del 1/02/2018.

E’ ammesso a presentare l’istanza:

  • il candidato in possesso di specifica abilitazione all’insegnamento e, nel caso di istanza ai fini del sostegno, anche di specifico titolo di specializzazione, conseguiti entro il 31/05/2017;
  • il candidato insegnante tecnico-pratico purché iscritto nelle graduatorie ad esaurimento oppure nella seconda fascia di quelle di istituto, alla data del 31 maggio 2017; il candidato insegnante tecnico-pratico potrà altresì partecipare al concorso per posti di sostegno purchè iscritto nelle graduatorie ad esaurimento oppure nella seconda fascia di quelle di istituto alla data del 31/05/2017 e in possesso di un titolo di specializzazione conseguito entro il 31/05/2017.

E’ ammesso a presentare l’istanza e a partecipare con riserva per la specifica classe di concorso e/o posto di sostegno:

  • il candidato in possesso di un’abilitazione, ed eventuale specializzazione, conseguita all’estero entro il 31/05/2017, la cui domanda di riconoscimento è stata inoltrata alla DG Ordinamenti entro il termine di presentazione domanda dell’istanza;
  • il candidato che richiede di partecipare alla procedura del sostegno, già in possesso di abilitazione conseguita entro il 31/05/2017, e che conseguirà la specializzazione entro il 30/06/2018.

Il candidato potrà concorrere per una o più classi di concorso e per uno o più tipi di posto di sostegno mediante la presentazione di un’unica istanza, con l’indicazione delle classi di concorso o tipo di posto per cui intenda partecipare. Le classi di concorso sono quelle di cui al D.P.R. 19/2016 e DM 259/17; i tipi posto di sostegno sono quelli relativi al primo e secondo grado.

Per maggiori approfondimenti il candidato può consultare le FAQ.

Indicazioni su compilazione e inoltro della domanda

L’intero processo di compilazione della domanda da parte del candidato verrà tracciato tramite il salvataggio di ciascuna sezione e dovrà essere finalizzato dal candidato stesso con l’inoltro della domanda.

concorso docentiSono tantissimi i docenti di ruolo e precari che attendono l'apertura su Istanze on line della procedura di partecipazione al concorso riservato per abilitati e che però si stanno interrogando su diversi aspetti poco chiari del bando appena emesso. Buona L'ispettore del Miur, dott. Max Bruschi, è intervenuto sulla sua pagina facebook con un post proprio in merito al concorso riservato ai docenti abilitati evidenziando una serie di questioni aperte che necessariamente dovranno essere chiarite dal Miur in tempi brevi ed elencando altre questioni che invece sono state già chiarite con il bando ed il regolamento del concorso già pubblicati.
Di seguito riportiamo in sintesi le questioni analizzate nel post dell'ispettore Bruschi in cui tra le altre cose, rispondendo ad una domanda di un utente, ha confermato l'interpretazione di PSN chiarendo che il servizio sul sostegno può certamente essere valutato come servizio non specifico se dichiarato come titolo di servizio per la partecipazione a concorso su una classe di concorso per posto comune. 

Nel suo post Bruschi pone sul piatto una serie di questioni aperte, riguardanti prevalentemente il personale già di ruolo, su cui l’amministrazione, parole dell'Ispettore, ha un “obbligo morale” di chiarire al più presto. Perché una procedura, qualunque procedura, non può trasformarsi in un terno al lotto, in un salto nel buio o in un sadico altalenarsi di “si dice” ove sguazzano i "bene informati". Piacciano o meno le regole, è bene che siano chiare all’inizio del gioco. 

Di seguito le 5 questioni aperte a cui fa seguire delle questioni chiuse, chiarite con certezza dal bando e dal regolamento del concorso riservato ai docenti abilitati: 

PSN Bando Concorso abilitati 2018

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 16/02/2018 il bando per il concorso 2018 riservato ai docenti in possesso di abilitazione per la classe di concorso richiesta e/o di specializzazione su sostegno per il grado di scuola prescelto. I docenti possono partecipare se in possesso di abilitazione, o nei seguenti casi::

  • docenti che conseguiranno il titolo di specializzazione per le attività di sostegno entro il 30 giugno 2018 (Specializzazione Sostegno III ciclo);
  • docenti che hanno conseguito il titolo abilitante o la specializzazione sul sostegno all’estero entro il 31 maggio 2017 e presentano al Miur la relativa domanda di riconoscimento, entro la data di presentazione delle istanze di partecipazione al concorso;
  • possiedono i requisiti di partecipazione per effetto di provvedimenti giudiziari non definitivi (in attesa quindi della sentenza di merito).

REQUISITI PER GLI ITP

  • Quest’ultima condizione, ossia la possibilità che i docenti in attesa di provvedimenti giudiziari non definitivi possano partecipare comunque al concorso desta una speranza tra gli ITP, per i quali però è richiesto un ulteriore requisito (aggiuntivo rispetto agli altri docenti).
  • Per gli ITP infatti non è richiesta solo l’abilitazione, ma anche l’iscrizione nelle graduatorie (GaE o II fascia di istituto) entro il 31 maggio 2017 (data di entrata in vigore del d.lgs. 59/2017).

Le domande, online, si potranno presentare dalle ore 9 del 20 febbraio alle ore 23,59 del 22 marzo 2018. Qui tutti i dettagli:

PSN Anteprima test preselettivo Concorso DS 4PSN è riuscita in esclusiva a provare l'applicativo che i prossimi candidati al concorso per Dirigenti Scolastici dovranno utilizzare per sostenere la prova preselettiva computer based che si terrà in una postazione PC assegnata presso la sede d'esame. 
Ricordiamo che il calendario della prova preselettiva del concorso, comprensivo del giorno e dell’ora dello svolgimento della prova stessa, sarà reso noto sul numero del 27 febbraio 2018 della 4^ Serie Speciale, Concorsi ed Esami, della Gazzetta Ufficiale.
Su quello stesso numero della Gazzetta sarà resa nota anche la data di pubblicazione dell’archivio di 4.000 domande da cui saranno estratti i quesiti della prova preselettiva. La banca dati dei quiz sarà comunque pubblicata sul sito del Miur almeno venti giorni prima dell’inizio della prova. L’elenco delle sedi della prova preselettiva e le ulteriori istruzioni operative saranno comunicati almeno 15 giorni prima della data di svolgimento delle prove, tramite avviso pubblicato sul sito internet del Ministero.

Di seguito pubblichiamo tutti i dettagli della prova e alcune immagini delle schermate della prova preselettiva che dovranno affrontare i candidati al concorso per DS che PSN ha avuto modo di provare. 

Decreto Concorso AbilitatiPubblicato il decreto che regola il concorso per docenti abilitati nella Gazzetta Ufficiale del 9 febbraio 2018, scaricabile da quiLa procedura concorsuale è riservata:

· ai docenti in possesso del titolo di abilitazione all’insegnamento nella scuola secondaria di primo e secondo grado ovvero in aggiunta al titolo abilitante, del titolo di specializzazione sul sostegno per i medesimi gradi di scuola conseguita alla data del 31 maggio 2017
· agli insegnanti tecnico pratici che alla data del 31 maggio 2017 risultino iscritti nelle GAE oppure nella II° fascia delle graduatorie di istituto. Possono altresì partecipare al concorso per posti di sostegno purché in possesso del titolo di specializzazione

SONO AMMESSI CON RISERVA:

· I docenti che conseguono il titolo di specializzazione entro il 30 giugno 2018 nell’ambito di procedure già avviate entro il 31maggio 2017. Possono partecipare altresì al concorso per posti di sostegno purché in possesso della relativa specializzazione.
· I docenti che hanno conseguito il titolo di abilitazione o la specializzazione su sostegno all’estero entro il 31 maggio 2017 purché abbiano presentato la relativa domanda di riconoscimento alla Direzione Generale Ordinamenti del MIUR entro la data di presentazione della domanda di partecipazione al concorso

· docenti abilitati/specializzati per effetto di provvedimenti giudiziari non definitivi. I diritti attinenti alla procedura concorsuale si perfezioneranno in esito al procedimento giudiziale definitivo.

Possono partecipare al concorso i docenti titolari di un contratto a tempo indeterminato nelle scuole statali, per effetto della Sentenza n. 251 dell’8 novembre 2017 con la quale la Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 17, terzo comma, che ne disponeva la loro esclusione.

PSN FIT reclutamento docentiIl Miur insieme al bando del concorso riservato agli abilitati ha reso noto anche il Decreto Ministeriale che disciplina le procedure e i criteri degli standard professionali e le modalità di verifica in itinere e finale del percorso di durata annuale del terzo anno del FIT, per il reclutamento a tempo indeterminato del personale docente della scuola secondaria di I e II grado secondo quanto disposto dall'articolo 17, comma 5, del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59. E' il percorso che dovranno affrontare fin da subito i docenti che saranno collocati in graduatoria di merito regionale a seguito del concorso riservato agli abilitati e che si piazzeranno nelle posizioni migliori da riuscire ad ottenere accesso al terzo anno del FIT che precede la definitiva immissione in ruolo.

Il percorso annuale, ha la finalità di verificare le competenze professionali del docente mediante l'osservazione dell'attività didattica svolta in classe, delle attività funzionali all'insegnamento e della partecipazione alle attività progettuale e organizzative della scuola di servizio. Di seguito riportiamo una sintesi del decreto tratto dalla Cisl con tutte le tappe del percorso a "ostacoli" che i docenti che saranno ammessi al FIT dovranno superare per ottenere finalmente l'agognato ruolo.

PSN Tabella A Titoli e Servizio Concorso Abilitati
Tra il 20 febbraio e il 22 marzo si potrà finalmente presentare la domanda di partecipazione al concorso riservato ai docenti abilitati. E' quanto ha confermato il Miur nell'incontro di oggi con le OO.SS. nel quale ha illustrato i contenuti del bando di concorso riservato agli abilitati della scuola secondaria in applicazione dell'art. 17 del decreto legislativo 59/2017. Finalmente nota anche la tabella di valutazione di titoli e servizi qui allegata che assegnerà fino a 60 punti del punteggio finale per l'inserimento in Graduatoria di Merito. Il DM n. 995 del 15 dicembre 2017, che sarà pubblicato a breve in Gazzetta Ufficiale, prevede che sia pubblicato in ciascuna Regione e per ciascuna classe di concorso, uno specifico Bando di concorso a cura della D.G. del personale, finalizzato al reclutamento a tempo indeterminato di personale docente della scuola secondaria di primo e secondo grado.

Anche la pubblicazione del Bando in Gazzetta è imminente.

La procedura concorsuale è riservata:

· ai docenti in possesso del titolo di abilitazione all’insegnamento nella scuola secondaria di primo e secondo grado ovvero in aggiunta al titolo abilitante, del titolo di specializzazione sul sostegno per i medesimi gradi di scuola conseguita alla data del 31 maggio 2017
· agli insegnanti tecnico pratici che alla data del 31 maggio 2017 risultino iscritti nelle GAE oppure nella II° fascia delle graduatorie di istituto. Possono altresì partecipare al concorso per posti di sostegno purché in possesso del titolo di specializzazione

SONO AMMESSI CON RISERVA:

· I docenti che conseguono il titolo di specializzazione entro il 30 giugno 2018 nell’ambito di procedure già avviate entro il 31maggio 2017. Possono partecipare altresì al concorso per posti di sostegno purché in possesso della relativa specializzazione.
· I docenti che hanno conseguito il titolo di abilitazione o la specializzazione su sostegno all’estero entro il 31 maggio 2017 purché abbiano presentato la relativa domanda di riconoscimento alla Direzione Generale Ordinamenti del MIUR entro la data di presentazione della domanda di partecipazione al concorso

· docenti abilitati/specializzati per effetto di provvedimenti giudiziari non definitivi. I diritti attinenti alla procedura concorsuale si perfezioneranno in esito al procedimento giudiziale definitivo.

Possono partecipare al concorso i docenti titolari di un contratto a tempo indeterminato nelle scuole statali, per effetto della Sentenza n. 251 dell’8 novembre 2017 con la quale la Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 17, terzo comma, che ne disponeva la loro esclusione.

PSN Concorso docenti rischio beffa per precari abilitati

Mentre i precari già abilitati della scuola secondaria attendono con ansia la pubblicazione del bando di concorso riservato, più volte annunciata dal ministro Fedeli e data inizialmente per certa prima del 31 dicembre dell'anno appena trascorso, sono ancora tanti i nodi da sciogliere per chi aspira ad ottenere un posto nelle nuove GMR, graduatorie di merito regionali, da cui ottenere l'agognata immissione in ruolo. Ma man mano che si studia nel dettaglio il farraginoso meccanismo delle tre diverse procedure concorsuali messo a punto dal governo, sono sempre più evidenti le contraddizioni che rischiano di condurre i precari in un intricato labirinto di nuove graduatorie regionali da cui potrebbe essere difficile uscirne, quasi a replicare gli errori già commessi in passato con le graduatorie ad esaurimento, ancora in vigore. Sembra infatti che chi ha scritto il DL 59 del 13/04/2017, abbia considerato che ogni candidato fosse interessato ad un'unica procedura concorsuale:

  • gli abilitati, al concorso riservato;
  • i docenti con 3 anni di servizio, al concorso a loro riservato;
  • gli aspiranti docenti senza servizio, al concorso ordinario (con opportuni 24 CFU).

Ma dai riscontri con gli interessati che ci scrivono in redazione sembra che non sarà così. Se infatti consideriamo innanzitutto i docenti abilitati con TFA e/o PAS, tali aspiranti saranno presumibilmente abilitati in una o massimo due classi di concorso (a parte le abilitazioni a cascata) e potranno partecipare in un'unica regione al concorso riservato agli abilitati. Si inseriranno, dunque, in una GMR con il punteggio derivante dai titoli (calcolati secondo una tabella non ancora pubblicata) e dal voto della prova orale.

Per questa tipologia di concorso non è previsto un numero di posti definito dal bando, né una scadenza, ma saranno assunti solo dopo i vincitori di concorso 2016 (anche qui ci sarà da chiarire alcuni casi specifici).

Questo significa che tali docenti potrebbero permanere anche anni in GMR senza alcuna certezza del ruolo.

PSN diventare insegnanti4

Sono tanti gli aspiranti docenti o precari che devono fare i conti con un sistema del reclutamento che ha visto negli ultimi 20 anni cambiare più volte le modalità di accesso alla docenza nella scuola con numerose modifiche, creando spesso confusione tra gli stessi insegnanti. In questa guida di PSN riassumiamo quali sono gli step fondamentali per diventare docenti oggi.

Diventare insegnanti nella scuola primaria e dell'infanzia

  1.  Il primo step è possedere un titolo di studio abilitante per l'insegnamento nella scuola primaria e dell'infanzia. Secondo l'attuale normativa (dm 249/2010) tale abilitazione si consegue attraverso la laurea magistrale quinquennale a ciclo unico in scienze della formazione primaria.
    È titolo abilitante anche il vecchio diploma magistrale conseguito entro l'a.s. 2001/2002 (dm 19 marzo 1997).

concorso docentiE' prevista per l'inizio di gennaio 2018 l'uscita del bando per il concorso riservato ai docenti abilitati, aperto anche a quelli già di ruolo dalla recente sentenza della Corte Costituzionale, quindi bisognerà attendere il nuovo anno per poter finalmente leggerne il testo, a dispetto di quanto aveva invece preannunziato la ministra Fedeli che aveva dato per certa l'uscita prima di questo Natale. Ma mentre per i docenti abilitati si tratterà di aspettare qualche giorno in più, al massimo una o due settimane, quello che preoccupa invece è la tempistica delle altre due tipologie di concorso che sono previste per il 2018 dalla riforma del reclutamento della scuola secondaria: il concorso riservato per chi abbia 3 anni di servizio e quello ordinario per chi avrà conseguito i 24 CFU oltre al titolo di laurea. Si dilatano notevolmente i tempi per l'avvio di queste due procedure concorsuali previste per il 2018, visto che i loro bandi dovrebbe uscire non prima di 8-9 mesi dopo quello riservato ai docenti abilitati, quindi. E' questo quanto emerso il 19 dicembre 2017 nel corso di un incontro richiesto da ADI, Link e FLC CGIL con tecnici e responsabili politici del Miur con al centro le tematiche legate al nuovo sistema di reclutamento: la fase transitoria, con il concorso per gli abilitati e quello riservato ai docenti con 3 anni di servizio, e il FIT ordinario, con il sistema dei 24 CFU.

Pubblicazione dei bandi dei concorsi

Riguardo alla pubblicazione dei bandi per i prossimi concorsi è stato chiarito che il bando riservato ai docenti abilitati, salvo ulteriori ritardi dovuti anche alla messa a punto per la sentenza della Corte Costituzionale che ha sancito la possibilità di partecipare per i docenti di ruolo, dovrebbe essere pubblicato ai primi di gennaio. I successivi bandi invece del concorso del FIT ordinario e di quello riservato a chi ha 3 anni di servizio dovrebbero uscire contemporaneamente (e su questo nutriamo dei seri dubbi), ma bisognerà attendere circa 8-9 mesi a partire da gennaio.