Concorsi, FIT

Concorso DSGA Sono stati resi noti i dati di sintesi relativi agli esiti del concorso DGSA,  con suddivisione per regione dei candidati presenti.

PSN aggiornerà costantemente i link alle varie graduatorie regionali appena i vari USR provvederanno alla pubblicazione .

Alla prova ha partecipato soltanto il 33,3% (34.196 persone) dei candidati iscritti (oltre 102.000), alla prova scritta saranno ammessi il triplo dei candidati rispetto al numero dei posti messi a bando nella singola regione, oltre ai candidati ex aequo.

docentiScheda di sintesi dell'intesa MIUR - Sindacati che dovrà essere trasformata in emendamento da inserire nel primo testo normativo utile e quindi essere sottoposto al vaglio del Parlamento.

Concorso straordinario e abilitante (24000 posti circa)

Requisiti:

tre anni  (180 giorni per annualità anche non continuativi oppure, in alternativa, servizio ininterrotto dal 1° febbraio fino agli scrutini finali) di insegnamento nella scuola statale, di cui uno specifico nella classe di concorso per cui si intende concorrere.

Relazioni sindacaliRiportiamo in anteprima il testo integrale dell'intesa raggiunta tra MIUR e Sindacati:

In data 11 giugno 2019, presso il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, il Ministro prof. Marco Bussetti e il Capo di Gabinetto cons. Giuseppe Chiné hanno incontrato i rappresentanti delle organizzazioni sindacali rappresentative per il comparto Istruzione e ricerca, al fine di individuare le modalità attuative degli impegni assunti dal Presidente del Consiglio dei Ministri e dal Ministro dell' istruzione, dell'università e della ricerca, con l'intesa del 24 aprile u.s., con particolare riferimento a quanto previsto al paragrafo "2. Stabilità nel rapporto di lavoro".

Le parti concordano sull'opportunità che ai predetti impegni il Governo dia attuazione mediante la presentazione al Parlamento di un emendamento da inserire nel primo veicolo legislativo utile, finalizzato a:

• istituire percorsi abilitanti speciali, riservati al personale docente della scuola secondaria che abbia una pregressa esperienza di servizio;
• prevedere una procedura selettiva finalizzata alla stabilizzazione del personale docente precario della scuola secondaria statale con pregressa esperienza di servizio.

In particolare, le parti concordano che i predetti percorsi abbiano le seguenti caratteristiche:

siano riservati al personale docente con 3 anni di servizio negli ultimi otto;
• siano attivati contemporaneamente, una tantum, entro e non oltre il 2019.

Relazioni sindacaliProseguono gli incontri tra le Organizzazioni Sindacali e il MIUR sul reclutamento dei docenti


E' stata accolta la richiesta delle Organizzazioni sindacali di avviare un percorso abilitante riservato a tutti i docenti precari con 36 mesi di servizio, intesi come tre annualità, (180 giorni per annualità anche non continuativi oppure, in alternativa, servizio ininterrotto dal 1° febbraio fino agli scrutini finali) che vedrà la collaborazione tra Università e scuole nella costruzione del percorso formativo, sul modello del PAS 2013.

È stata oggetto di discussione la possibilità di consentire l´accesso ai soli fini abilitanti ai percorsi riservati, in subordine rispetto ai precari con 36 mesi di servizio nella scuola statale:


- ai docenti di ruolo che vogliono acquisire l´abilitazione in un´altra classe di concorso per cui hanno titolo ad insegnare;
- ai laureati che hanno compito un percorso di dottorato di ricerca;
- ai docenti che hanno maturato le tre annualità di servizio nell´ambito della Formazione Professionale insegnando nei bienni utili per l´assolvimento dell´obbligo scolastico;
- ai docenti che sono in possesso del requisito delle tre annualità di servizio presso le scuole paritarie.

docentiRiportiamo la sintesi della proposta unitaria dei sindacati su reclutamento personale scolastico

I posti disponibili per il concorso della scuola secondaria saranno circa 48.500 e, secondo la proposta, andranno così suddivisi: 
- 24.250 (50%) a docenti con i requisiti ordinari (abilitati, laurea + 24 cfu, etc.) 
- 24.250 ai precari con 3 annualità (50%) 

Gli obiettivi della proposta: 
permettere a tutti i docenti che hanno i requisiti delle 3 annualità (circa 55.000) di abilitarsi, consentendo a coloro che si trovano in posizione utile rispetto ai 24.250 posti di trasformare il proprio contratto, attraverso la fase transitoria, da tempo determinato a tempo indeterminato.

scuole militariIl Ministero della Difesa ha pubblicato tre bandi di concorso a cattedre per le scuole militari relativi all’anno scolastico del 2019/20. I concorsi per soli titoli, sono riservati ai docenti di ruolo nelle specifiche classi di concorso che abbiano superato l'anno di prova, per la copertura di posti d'insegnamento per l’anno scolastico 2019/2020  presso le Scuole Militari Douhet di Firenze, Morosini di Venezia e Teuliè di Milano come meglio dettagliato di seguito:

Scuola Militare “Teuliè” di Milano:

n. 1 Discipline letterarie e Latino (classe di concorso A-11, Liceo Scientifico);

n. 1 Matematica e Fisica (classe di concorso A-27, Liceo Classico e Scientifico).

Scuola Navale Militare “F. Morosini” di Venezia

Concorso DSGA Ai sensi dell'articolo 12 comma 4 del Bando del Concorso DSGA di cui al Decreto direttoriale 2015 del 20 dicembre 2018, è pubblicata la banca dati di 4.000 quesiti per la prova preselettiva del concorso per il reclutamento di 2.004 Direttori dei Servizi Generali e Amministrativi per le Istituzioni scolastiche statali. 

La prova preselettiva si svolgerà nei giorni 11, 12 e 13 giugno 2019 nelle sedi individuate dagli Uffici Scolastici Regionali. La prova avrà una durata massima di 100 minuti e consisterà nella somministrazione di 100 quesiti a risposta multipla, riguardanti le discipline previste per le prove scritte.

La valutazione della prova preselettiva è effettuata assegnando 1 punto a ciascuna risposta esatta, zero punti alle risposte non date o errate, fino ad un massimo di 100 punti. Il punteggio della prova preselettiva è restituito al termine della stessa.

Concorso DSIl Miur ha incontrato oggi le organizzazioni sindacali per una informativa riguardante la procedura concorsuale per il reclutamento dei dirigenti scolastici in atto che vedrà a breve l'inizio dei colloqui per gli ammessi alla prova orale.

Al tavolo con le organizzazioni sindacali rappresentative della dirigenza scolastica era presente, per l’amministrazione, la dott.ssa Sabrina Capasso, dirigente dell’Ufficio II del Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione.

Nell'incontro la dott.ssa Capasso ha informato i presenti, innanzitutto, che il Presidente, dott. Daniele Bertuzzi, ha redatto un protocollo con le procedure di svolgimento da indirizzare a tutte le sottocommissioni, al fine di garantire equità e trasparenza on una specifica di una Direttiva contenente una sorta di protocollo da seguire nella predisposizione dei quesiti e nello svolgimento dei colloqui, che inizieranno il 20 maggio e termineranno il 10 luglio. La graduatoria provvisoria dei vincitori dovrebbe essere pubblicata entro la metà del mese, quella definitiva a fine luglio. 

gazzettaPubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che anticipa il Bando di prossima emanazione per il concorso ordinario Infanzia e Primaria (non è richiesto servizio di insegnamento per l’accesso).

Per posti comuni  possono partecipare gli aspiranti in possesso di uno dei seguenti requisiti:

- diploma magistrale e diploma sperimentale a indirizzo linguistico conseguiti, presso gli istituti magistrali, entro l’a.s.2001/02 oppure analogo titolo estero riconosciuto in Italia

- laurea in Scienze della Formazione o analogo titolo estero riconosciuto in Italia

Per i posti di sostegno è, richiesta la specializzazione.

Il concorso prevederà:

  • eventuale prova pre-selettiva  computer-based sarà unica per tutto il territorio nazionale e volta all’accertamento delle capacita’ logiche, di comprensione del testo nonche’ di conoscenza della normativa scolastica.(qualora le domande di partecipazione siano superiori a tre volte il numero dei posti)
  • prova scritta
  • prova orale
  • valutazione titoli

Concorso DS

AGGIORNAMENTO: Nuove rettifiche
Il Miur ha pubblicato un avviso di rettifica dei calendari pubblicati per il concorso DS. Nell'avviso pubblicato si fa presente che oltre a modificare le sedi e le date dei colloqui di alcune commissioni sono stati inseriti i due candidati che erano stati omessi per un refuso, visto che il totale degli ammessi differiva di due unità rispetto ai 3795 candidati che avevano superato la prova scritta. Questo l'avviso disponibile sul sito del Miur
 Si comunica che sono state apportate le seguenti rettifiche ai calendari della prova orale del concorso:

Immagine correlataIn occasione dell'imminente partecipazione dei sindacatati al tavolo contrattuale del Governo previsto il 6 maggio 2019, per cercare di arrivare ad un accordo risolutivo sul problema del precariato storico, il direttivo dell'associazione Coordinamento Nazionale Docenti Abilitati (CNDA) e quello del Coordinamento Nazionale TFA (CNT) chiedono risposte sulla condizione in cui si trovano circa 36.000 docenti precari ABILITATI di seconda fascia che hanno partecipato al concorso 2018.

Leggiamo nel comunicato di accordo con il governo che ora l'imperativo categorico sottoscritto nell'accordo tra le sigle sindacali e il Ministro dell'Istruzione sembra essere esclusivamente quello di risolvere il problema dei colleghi di terza fascia.

Nonostante chiediamo da mesi di essere ascoltatati da chi dovrebbe tutelare indistintamente tutta la categoria del comparto scuola, abbiamo ricevuto come unica risposta in merito che c'erano problemi contingenti da risolvere quali impedire la regionalizzazione dell'istruzione. Abbiamo constatato che anche per questa priorità  avete sospeso lo sciopero indetto per il 17 maggio nonostante regioni quali il Friuli Venezia Giulia già nel mese di gennaio abbiano firmato un'intesa con il MIUR.  

Concorso DS

Aggiornamento 

Pubblicate tutte le commissioni per la prova orale del concorso DS

l Miur ha finalmente pubblicato i calendari della prova orale del concorso DS con gli abbinamenti dei candidati alle 38 commissioni. Sono stati confermati in pieno gli abbinamenti che PSN aveva pubblicato in esclusiva in questo articolo ottenuti a partire dagli elenchi ufficiali dei candidati ammessi al colloquio orale. Ricordiamo che PSN ha elaborato tali previsioni a partire dalle indicazioni del Miur facendo gli abbinamenti alle commissioni in ordine alfabetico dei codice fiscale dei candidatiricavati per incrocio tra i dati degli ammessi a prova scritta e preselettiva, e poi assegnati uno alla volta, in ordine di elenco, alle 38 commissioni/sottocommissioni esaminatrici. In tal modo si abbina, in sequenza, il primo candidato dell’elenco alla commissione iniziale, il secondo candidato alla sottocommissione n. 1, il terzo candidato alla sottocommissione n. 3 ecc. fino alla distribuzione di tutti i candidati in tutte le 38 commissioni/sottocommissioni costituite. Più nello specifico, alla commissione iniziale saranno assegnati i candidati n.1, n. 39, n. 77 ecc.; alla sottocommissione n. 1 i candidati n.2, n. 40, n. 78 ecc. alla sottocommissione n. 2 i candidati n. 3, n. 41, n. 79 ecc. fino a esaurimento dell’elenco. Ciascuna commissione/sottocommissione convocherà i candidati assegnati a partire dalla lettera “M”.

Gli abbinamenti sono stati dunque confermati con l'unica differenza, anticipata sempre da PSN, che i soli candidati inizialmente destinati alla sotto commissione 20 della Liguria sono stati dirottati a sostenere la prova orale nel Lazio visto la sostituzione di tale commissione con la n. 20 del Lazio istituita con decreto 579 del 19 aprile come riportato qui.

Concorso DSCon la pubblicazione di due recenti decreti (n. 579 e n. 580 del 19 aprile 2019) il Miur ha provveduto a sostituire diversi membri delle 38 commissioni del concorso per dirigenti scolastici oltre che ad integrarne la composizione con i cosiddetti membri aggregati, in vista delle prove orali attese per il prossimo mese di maggio.

il Miur ha, infatti, provveduto alla nomina di dodici componenti di varie commissioni in sostituzione di altrettanti dimissionari e ha provveduto, come previsto dal bando, alla designazione di membri effettivi e supplenti, come componenti aggregati per lingua straniera e informatica per ciascuna delle 38 commissioni del concorso (una commissione e 37 sottocommissioni).

Con la sostituzione nasce però un piccolo giallo sulla composizione delle commissioni in quanto sembrerebbe essere stata soppressa la sottocommissione n. 20 della Liguria (l'unica prevista per questa regione) che però sarebbe sostituita da una commissione in più del Lazio (che quindi passerebbero da 9 a 10).

Concorso DS PCSono numerosi i docenti che attendono di conoscere con ansia il voto attribuito al proprio elaborato della prova scritta del concorso a dirigente scolastico in corso oltre a sapere quando e dove dovranno espletare il colloquio per la prova orale.
Una attesa che si protrae anche per i candidati non ammessi dal 27 marzo 2019, data in cui è stato pubblicato l'elenco dei candidati che hanno superato lo scritto e sulla base del quale PSN ha elaborato in esclusiva l'ipotesi di abbinamento di ciascun candidato alle 38 commissioni del concorso. 
n merito, il Miur ha appena inviato una comunicazione a tutti i candidati che hanno sostenuto la prova scritta avente ad oggetto "Prova scritta del concorso per l’accesso ai ruoli della dirigenza scolastica - D.D.G. n. 1259 del 23.11.2017 - riscontro plurime istanze di accesso presentate dai candidati."

Questo il testo della mail e qui invece i verbali della commissione e di scioglimento dell'anonimato:

PSN Concorso 2019 Scuola SuperioreIl ministro Bussetti ha anticipato, in una intervista a Repubblica,la volontà di indire entro l'estate (presumibilmente entro luglio) nuovi concorsi per la scuola secondaria (di I e II grado) per consentire l'avvio della procedura concorsuale da settembre 2019. Il Ministro ha annunciato di aver chiesto al Ministero dell’Economia l’autorizzazione a bandire un nuovo concorso per la scuola secondaria, per un totale di 48.536 posti, di cui 8.491 sul sostegno.
Tuttavia bisognerà attendere l'estate 
prima dell'emanazione del bando per la evidente necessità di avere il numero certo dei posti effettivamente disponibili che si renderanno vacanti immediatamente in seguito all'accertamento dei docenti aventi diritto al pensionamento e per tenere conto degli esiti della procedura di mobilità, attesi per il 20 giugno, salvo proroghe. Solo dopo gli esiti della mobilità professionale e territoriale dei docenti di ruolo sarà possibile effettuare una ricognizione dei posti effettivamente disponibili e la distribuzione per ciascuna regione.  Il concorso ordinario sarà infatti bandito esclusivamente per le classi di concorso e per le regioni con graduatorie esaurite o per le quali si prevede si esauriranno in occasione delle prossime immissioni in ruolo.

IMMISSIONI IN RUOLO DA SETTEMBRE 2020
Le prove si svolgeranno quindi a partire dal prossimo settembre e durante l'autunno per concludere l'intera procedura concorsuale in tempo per le immissioni in ruolo dell'anno scolastico 2020/2021, con validità biennale delle relative graduatorie di merito con immissioni in ruolo a decorrere dall'anno scolastico successivo a quello di approvazione delle stesse in due successivi scaglioni annuali, nel limite corrispondente ai posti che si prevede si rendano vacanti e disponibili rispettivamente nel primo e nel secondo anno scolastico successivo a quello di espletamento delle prove.

concorsoIl Ministro dell’istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Bussetti, durante il recente incontro con le Organizzazioni Sindacali è intervenuto sul tema del precariato nella scuola, annunciando di aver firmato gli atti preparatori per il bando del nuovo concorso ordinario, per infanzia e primaria, per un totale di 16.959 posti da bandire entro l'estate. Il concorso prevederà prova scritta e orale e nel caso in cui le domande di partecipazione saranno superiori a tre volte il numero dei posti anche una preselettiva. Il Ministro stesso ha anticipato che il bando, di cui PSN mostra la bozza qui allegata, potrebbe essere pubblicato tra un mese. Di seguito riportiamo i dettagli resi noti dal Ministro con le OO.SS.: