Graduatorie e Organici

PSN Aggiornamento Gae 2019 21Sembrano non risolti i casi di malfunzionamento della piattaforma Istanze on line, che nei giorni scorsi erano stati segnalati da numerosi utenti tanto da fa decidere al Miur di differire alle ore 14:00 del 20 maggio il termine ultimo per l’invio delle domande di Aggiornamento / Permanenza / Reinserimento / Trasferimento / Scioglimento o Conferma della Riserva relativamente alle graduatorie ad esaurimento del personale docente ed educativo valide per gli aa.ss. 2019/20, 2020/21 e 2021/22. Sono infatti arrivate in redazione ancora segnalazioni di malfunzionamenti, che però sono in via di risoluzione definitiva secondo quanto rassicuratoci da tecnici del Miur. La proroga era stata concessa con nota 14 maggio 2019, prot. n. 22678. Ciò  al fine di consentire la completa e corretta conclusione delle operazioni di compilazione ed inoltro on line delle domande, su richiesta delle organizzazioni sindacali e di alcuni uffici scolastici territoriali.

Ricordiamo che la data del 20 maggio  deve intendersi riferita esclusivamente alla scadenza della presentazione della domanda e non anche alla data di maturazione dei titoli e dei requisiti posseduti, che rimane fissata al 16 maggio 2019.

Si sottolinea che entro la scadenza prorogata al 20 maggio, ore 14:00, è possibile chiedere:

  • permanenza e/o aggiornamento del punteggio con cui si è inseriti in graduatoria;
  • reinserimento in graduatoria (docenti depennati per non aver presentato domanda di aggiornamento nei bienni/trienni precedenti);
  • conferma dell’iscrizione con riserva o scioglimento della stessa;
  • trasferimento da una provincia ad un’altra, anche per i docenti inseriti con riserva;

La domanda di permanenza, di aggiornamento, di conferma dell’inclusione con riserva o di scioglimento della riserva va inoltrata all’Ufficio Scolastico Provinciale (USP) che ha gestito la relativa domanda per il triennio 2014-17, poi prorogato dalla legge n. 21/2016.

La domanda di reinserimento va inoltrata all’USP dalle cui graduatorie ad esaurimento il candidato era stato cancellato, eccetto il caso in cui l’aspirante chieda contestualmente il trasferimento in altra provincia.

La domanda di trasferimento, anche della posizione con riserva (conferma o scioglimento) e in caso di reinserimento, va inoltrata all’USP della provincia prescelta

Articoli correlati

GAE: Su IOL al via domande per aggiornamento graduatorie dal 26 aprile al 16 maggio. Qui lo speciale PSN con tutte le info

PSN Dimensionamento DS 2019 20L’organico dei dirigenti delle istituzioni scolastiche per l’anno 2019-2020 sarà di 7.859 posti (compresi 14 dirigenti delle scuole di lingua slovena e 129 C.P.I.A.). Lo stabilisce il D.M. 8 maggio 2019, n.405, di cui riportiamo qui sopra la tabella di ripartizione regionale con la consistenza complessiva delle dotazioni organiche dei dirigenti scolastici per l’a. s. 2019/20 di cui si attende ora la registrazione dalla Corte dei Conti.

Dal raffronto con l’anno precedente si può vedere che l’organico dei dirigenti è diminuito ulteriormente, passando da 7.936 posti a 7.859 (meno 77 posti); è aumentato, invece, il numero delle scuole sottodimensionate passate da 352 a 364.

In realtà, le istituzioni scolastiche autonome sono circa un migliaio in più (8.094), ma di queste, 364 hanno meno di 600 o 400 alunni (come derogato per alcune realtà territoriali), quindi non disponibili per l’assegnazione di incarichi dirigenziali.

Queste sedi saranno affidate in reggenza oppure saranno assegnate per un anno a quei dirigenti scolastici che dovessero risultare in esubero rispetto all’organico regionale.
L’istituto della reggenza è stato previsto per la sostituzione dei colleghi assenti per brevi periodi, in quanto ogni istituto deve avere un dirigente titolare. Nel corso degli anni, invece, è stato utilizzato per coprire posti vacanti in numero sempre crescente, tant’è che nell'anno scolastico in corso le scuole in reggenza sarebbero oltre 2000 secondo fonti sindacali.

PSN Aggiornamento Gae 2019 21E' stato pubblicato oggi, 24 aprile, il decreto 374/19 con tutti gli allegati (scaricabili da qui), che regolerà il prossimo aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento che potrà essere fatto su Istanze on line nella finestra dal 26 aprile al 16 maggio entro le ore 14.00 con validità triennale fino all’a.s. 2021/22.
Questa insieme a poche altre, ma importanti, novità rispetto agli anni passati tra le quali la possibilità di reinserimento in GAE per i docenti che ne erano stati cancellati per mancata presentazione dell’istanza in occasione dei precedenti aggiornamenti. Sarà inoltre consentita anche la possibilità di cambiare provincia e scegliere quelle province nelle quali le GAE sono esaurite. Altra novità riguarderà la possibilità per i docenti di Infanzia e Primaria di avere valutato il servizio svolto nelle sezioni primavera.

Possono confermare/aggiornare l’iscrizione con riserva i diplomati magistrali che hanno i ricorsi pendenti per i quali duenque non sia arrivata ancora la sentenza di merito in adeguamento al parere espresso in adunanza plenaria dal CdS. Questi ultimi possono anche cambiare provincia, sempre mantenendo la condizione della riserva. Sono viceversa esclusi dalla presentazione della domanda i diplomati magistrali che sono entrati in ruolo, sebbene con clausola risolutiva apposta sul contratto, per effetto delle vertenze in corso.

Saranno anche aggiornate le graduatorie d’istituto di prima fascia, tramite la presentazione del modello B da parte degli aspiranti presenti nelle GAE. Le date di questa procedura andranno dal 15 luglio al 29 luglio.

Cosa potranno fare gli aspiranti:

GraduatoriePubblicato il decreto per l’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento triennio 2019/22, sarà possibile chiedere:

-permanenza e/o l’aggiornamento del punteggio con cui è inserito in graduatoria;

-reinserimento in graduatoria (docenti depennati per non aver presentato domanda di aggiornamento)

-conferma dell’iscrizione con riserva o lo scioglimento della stessa

-trasferimento da una provincia ad un’altra, anche per i docenti inseriti con riserva

Le domande andranno presentate, tramite Istanze Online, dal 26 aprile al 16 maggio.

Si aggiornano in contemporanea anche le graduatorie di istituto di I fascia.

Decreto in allegato

{attachments}

GraduatorieSi rende noto che entro il prossimo 18 aprile saranno effettuate, a cura del sistema informativo, le attività propedeutiche alla gestione delle graduatorie ad esaurimento per l’a.s. 2019/20. In particolare:
- cancellazione dei neoimmessi in ruolo e dei supplenti FIT a.s. 2018/19;
- cancellazione degli aspiranti con più di 67 anni al prossimo 1 settembre (collocamento a riposo d’ufficio);
- inizializzazione delle posizioni assunte ai fini delle immissioni in ruolo e delle supplenze nelle graduatorie dell’a.s. 2018/19;
- inizializzazione delle date di produzione e diffusione delle graduatorie;
- inizializzazione dei titoli soggetti a scadenza;
- inizializzazione dello stato della domanda (saranno riportate tutte allo stato di “non trattata”);
- allineamento dell’informazione relativa al conseguimento del titolo di sostegno: i titoli di specializzazione caratterizzati, nel corso del quinquennio 2014/2019, dai codici ‘A’, ‘B’, ‘F’, ‘G’ e ‘H’ dovranno essere tutti caratterizzati dal codice ‘A’ – titolo conseguito entro il termine di presentazione domande;
- aggiornamento del punteggio precedente e del punteggio pregresso in conformità alle regole del precedente triennio;

PSN pensionamenti CampaniaPSN pubblica in esclusiva una propria rielaborazione con i dati delle domande di pensionamento della Campania suddivise per provincia, ordine di scuola, posto comune, sostegno e il dettaglio per classe di concorso.

Questi i dati dei pensionamenti per ciascun grado: Per la scuola dell'infanzia: 231 richieste su posto comune di cui 119 su Napoli e 51 su Salerno, 5 soltanto i posti liberatisi sul sostegno di cui 3 a Napoli.

Per la scuola primaria 357 pensionamenti di cui 194 su Napoli, 71 su Caserta e 62 su Salerno. I posti di sostegno sono 28 in tutto di cui 17 su Napoli.
Per la scuola secondaria di I grado sono 410 posti comuni lasciati liberi di cui una fetta importante su A022 con 124 pensionamenti di cui 81 su Napoli con numeri molto più bassi per le altre province. Segue A028 con 83 domande di pensionamento (52 su Napoli), A060 con 53 domande (28 su Napoli), A049 con 46 (di cui 30 su Napoli) seguita da AB25 con 42 domande (di cui 25 su Napoli). Su sostegno I grado 40 posti lasciati liberi con questa distribuzione: 16 su Napoli, 11 su Salerno 9 su Caserta, 3 Benevento e 1 Avellino.

Per la scuola secondaria di II grado sono questi i dati dei pensionamenti:

PSN Pensionamenti 2019PSN pubblica in anteprima una rielaborazione dei dati dei pensionamenti dei docenti per l'anno 2019 a partire dai dati diffusi dal Miur ma aggregando i dati dei pensionamenti entro la scadenza del 12 dicembre 2018 e quelli richiesti successivamente con la riapertura per il decreto quota 100 entro il 28 febbraio 2018.
Il dato che più salta all'occhio è che con la seconda scadenza di domande di pensionamento le domande sono state più alte di quanto richiesto con la prima scadenza portando ad raddoppio dei pensionamenti complessivi.

Se in fatti entro dicembre le domande di pensionamento dei docenti sono state 15.190 con la scadenza del 28 febbraio si sono aggiunte 17.614 domande per pensioni anticipate (di cui 13.347 per quota 100) per un totale di 32.804 posti di ruolo lasciati liberi per il prossimo anno scolastico e che si andranno a quelli già liberi e disponibili per l'anno 2018/19. 

Posti che potrebbero essere disponibili per le operazioni di mobilità se sarà rispettata la scadenza del 17 maggio 2019 per la sistemazione delle posizioni assicurative del personale che ha presentato istanza di cessazione entro il 28 febbraio, in tempo dunque per la chiusura al SIDI per gli organici prevista per il 25 maggio dal CCNI sulla mobilità.

Posti che comunque saranno sicuramente disponibili anche per le immissioni in ruolo visto che a livello nazionale il totale dei posti vacanti complessivi non cambia (se non per la distribuzione geografica) e visto anche le rassicurazioni dell'INPS che in un comunicato ha destituito di ogni fondamento la notizia secondo cui il personale scolastico rischierebbe di andare in pensione solo da settembre del 2020, assicurando che chi ha conseguito il diritto alla pensione anticipata nei termini di legge sarà collocato in pensione dal 1° settembre prossimo.

studenti erasmus 01Il Miur, con la nota 1118 del 17 gennaio 2019 ha pubblicato il nuovo bando per assistenti di lingua italiana all'estero, presso scuole di vario ordine e grado, per l'anno scolastico 2019/2020. L’avviso pubblico è finalizzato alla copertura di posti di lavoro in Austria, Belgio, Francia, Irlanda, Germania, Regno Unito e Spagna, per l’anno scolastico 2019 2020. Le selezioni MIUR sono rivolte a candidati interessati a lavorare in Europa, per un periodo di circa 8 mesi. 
Agli assistenti è richiesto di affiancare i docenti di lingua italiana in servizio nelle istituzioni scolastiche del Paese di destinazione per fornire un originale contributo alla promozione ed alla conoscenza della lingua e della cultura italiana. L'attività dell'assistente di lingua copre un periodo di circa otto mesi presso uno o più istituti di vario ordine e grado e comporta, di regola, un impegno della durata di 12 ore settimanali, a fronte del quale viene corrisposto un compenso variabile a seconda del Paese di destinazione A titolo indicativo, le disponibilità totali assicurate per il precedente anno scolastico 2018/2019 sono state in numero pari a 258 così distribuite: Austria: 34. Belgio (lingua francese): 3. Francia: 154. Germania: 27. Irlanda: 9. Regno Unito: 9. Spagna: 22.