Mobilità

 mobilità valigia#Mobilità2019

Pubblichiamo gli elenchi dei trasferimenti a seguito delle operazioni di mobilità per tutti gli ordini di scuola, Infanzia, Primaria, Secondaria di I e II Grado con  tutti i  trasferimenti avvenuti sia in fase provinciale che interprovinciale. Inoltre allegato a questo articolo anche il tabulato con il riepilogo nazionale dei movimenti ed i posti residui per ogni provincia sempre diviso per grado scolastico.
Chi non ritrova il suo nominativo  in questi file vuol dire che non ha avuto la domanda soddisfatta né in fase provinciale né interprovinciale.

Per email sono arrivate le notifiche dell'esito delle domande di trasferimento ai docenti sia nel caso di accoglimento che nel caso di esito sfavorevole.

assegnazioni provv

Possono richiedere assegnazione provvisoria tutti i docenti di ruolo che hanno necessità di:

1) Ricongiungimento ai figli (di qualsiasi età) o a minori affidati con provvedimento giudiziario

2) Ricongiungimento al coniuge (o alla parte dell’unione civile) o a un convivente, ivi compresi parenti o affini (ma anche persone senza alcun vincolo di parentela o affinità). Nel caso di conviventi (parenti, affini o altro) è necessaria la certificazione anagrafica della convivenza (= far parte dello stesso stato di famiglia).

3) Avvicinarsi ad un luogo per gravi esigenze di salute DEL RICHIEDENTE, comprovate da idonea certificazione sanitaria

4) Ricongiungimento al genitore (di  qualsiasi età e stato di salute)

Possono partecipare alle assegnazioni provvisorie tutti i docenti di ruolo assunti con decorrenza giuridica antecedente all’anno scolastico 2019/2020, fatto salvo per i docenti assunti con DDG 85/2018 (i docenti immessi in ruolo al terzo anno FIT)


scambio sedeCon la nota 28978 del 20 giugno 2019 il MIUR ha definito le date e le modalità per la presentazione delle domande per utilizzazione e assegnazione provvisoria a.s. 2019/20, ricordiamo che tramite questa mobilità annuale il personale della scuola (docente, educativo ed ATA) ha la possibilità di partecipare alla “mobilità annuale”, cioè di poter prestare servizio per un anno, in una scuola diversa da quella in cui si è titolari o assegnati da ambito territoriale, nella stessa o di altra provincia, senza modificare la propria sede di titolarità.

 

MODALITA' DI PRESENTAZIONE DOMANDE e SCADENZE

Docenti
Ogni ordine e grado dal 9 luglio al 20 luglio 2019 (tramite istanze online)
Docenti assunti ex DDG 85/2018 dal 9 luglio al 20 luglio 2019 (cartacea) link: MODELLI

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie verso le discipline specifiche dei licei musicali

mobilità 2017Era già nell'aria la notizia di uno slittamento della pubblicazione dei movimenti 2019, da poco il  MIUR ha informato i sindacati che saranno resi disponibili  il 24 giugno 2019 contemporaneamente per tutti i gradi di scuola.

PSN Verifica Iter domanda mobilità 2018Anche quest'anno sono tanti i docenti che hanno compilato la domanda di mobilità 2019 e che attendono con ansia di conoscere gli esiti della procedura.
Tramite il portale di Istanze On Line c'è una funzione che consente di conoscere lo stato della propria domanda fin dall'inoltro seguendo passo passo il suo iter via via che sarà elaborata dagli uffici competenti. In questo articolo vi illustriamo come sarà possibile quindi monitorare l'iter della domanda fino al completamento con la visualizzazione dell'esito definitivo. Su IOL infatti è disponibile una funzione detta "Iter della domanda" che consente di verificare lo stato della domanda di mobilità dopo l’invio all'Ufficio competente. La funzione si trova una volta entrati in istanze online nella voce “Altri servizi” cliccando poi su Mobilità in organico di diritto.

mobilità valigiaIl 12 giugno 2019 è stata sottoscritta l’Ipotesi di Contratto collettivo nazionale integrativo (CCNI) valido per il triennio 2019-2022 sulle utilizzazioni ed assegnazioni provvisorie.  Miur comunicherà le date di scadenza per la presentazione delle domande verranno fissate con successiva circolare. In sostanza con la chiusura delle trattative si è ripristinata la possibilità di produrre domanda di assegnazione provvisoria anche all'interno della provincia ottenuta con la mobilità, fermi restando i requisiti già previsti nel precedente contratto per quanto concerne per quanto riguarda il diritto di partecipare a tale tipo di movimento. 
Introdotta anche la possibilità di chiedere, nei comuni costituiti da più distretti, l'assegnazione provvisoria per diverso distretto subcomunale, solo nel caso in cui l'interessato si avvalga delle condizioni che danno diritto alle precedenze di cui all'art. 8.

Il contratto ha validità triennale, ma utilizzi ed assegnazioni provvisorie sono garantiti annualmente. Una clausola di riapertura permetterà di intervenire per sopraggiunte esigenze.  Di seguito tutte le novità 

scambio sedeSi è svolto oggi un incontro al MIUR per iniziare a discutere sul prossimo CCNI assegnazioni e utilizzi per docenti, educatori ed ATA

Ecco i temi trattati

Durata del contratto:

In applicazione dell’art. 7 del CCNL 2018 il CCNI sarà  triennale (2019-22), con clausole di salvaguardia per prevederne la riapertura, fermo restando che le operazioni di mobilità debbono continuare ad essere annuali;


Requisiti per le assegnazioni provvisorie:

Tutti coloro che hanno i requisiti previsti possono partecipare alla mobilità annuale a prescindere dagli esiti dei trasferimenti 2019/20, in controtendenza rispetto a quando stabilito negli anni precedenti;

mobilità 2017In attesa di conoscere l’esito della domanda di mobilità, i docenti stanno ricevendo in questi giorni la notifica del punteggio spettante.

La domanda di mobilità inviata, viene infatti esaminata dall’USP di competenza, ossia della provincia in cui si ha titolarità (su scuola o su ambito).  L’USP controlla il punteggio relativo ai titoli dichiarati nella domanda e documentati negli allegati e ne verifica la correttezza. Controlla anche la documentazione relativa alle eventuali precedenze. Se vengono trovate delle incongruenze rispetto a titoli e servizi valutabili,  può decidere di decurtare il punteggio. Per questo verrà notificato al docente il “nuovo” punteggio calcolato dall’USP.

Iscriviti alla nostra Fan page
La notifica dovrebbe avvenire sia via posta elettronica, sia con avviso sul portale istanze online nella sezione “archivio”, ma può anche capitare che si riceva con solo mediante una delle due modalità.

Consigliamo quindi di controllare la posta elettronica (all'indirizzo dove normalmente arrivano le comunicazioni del MIUR) e l’archivio di Istanze online e, una volta ricevuta la mail, controllare il punteggio notificato:  qualora ci fosse disparità rispetto a quello che ci si aspettava, occorre inviare reclamo al USP di titolarità entro 10 giorni dalla notifica (ma visti i tempi strettissimi della mobilità, consigliamo di farlo IMMEDIATAMENTE), via PEC, Raccomandata A/R (ma scegliete quella che arriva in 24 ore) oppure consegnata personalmente (con relativo protocollo).