Varie

studenti palermoTutti ne parlano. Ma in quanti lo hanno visto? PSN pubblica il video degli studenti palermitani che ha provocato la sospensione della loro insegnante per 15 giorni. Cosa è successo ? Era il 27 gennaio, il giorno della Memoria, e un gruppo di alunni di un istituto tecnico ha presentato in classe un video in cui si accostava il decreto Sicurezza, voluto dal ministro dell'Interno Matteo Salvini, alle leggi razziali del 1938.

Il video finisce in qualche modo su Facebook e viene notato da qualcuno che grida allo scandalo. Infatti Il giorno successivo ai fatti, Claudio Perconte, attivista che scrive per testate come Vox e Primato Nazionale aveva scritto sui social: «Salvini-Conte-Di Maio? Come il reich di Hitler, peggio dei nazisti. Succede a Palermo, dove una prof per la giornata della Memoria ha obbligato dei 14enni a dire che Salvini è come Hitler perché stermina i migranti. Al Miur hanno qualcosa da dire?».

Inevitabile l'ispezione ministeriale, forse anche grazie al commento su Twitter del sottosegretario al ministero per i Beni culturali Lucia Bergonzoni «Auspico non sia vero, ma temo sia una speranza mal riposta! Se è accaduto realmente, andrebbe cacciata con ignominia una prof del genere. E interdetta a vita dall’insegnamento. Già avvisato chi di dovere!».

il collegio

Insegnare è la tua missione ? 
Pensi di riuscire ad ottenere il rispetto delle regole e la disciplina all'interno della tua classe ? Se credi di essere un docente autorevole, allora Magnolia ti sta cercando per la prossima edizione de Il Collegio, in onda su Rai2.

Magnolia sta cercando:

- Giovani insegnanti di italiano, storia e geografia, e matematica

- Insegnanti di musica e canto corale

- Insegnanti di applicazioni tecniche

- Insegnanti di scienze motorie

- Insegnanti di informatica

Gli insegnanti interessati devono mandare la propria candidatura al seguente link sul sito di Magnolia:

https://www.magnoliatv.it/cas/insegnanti/

Il programma verrà registrato nel mese di luglio. Pronti ?

Sembra siano già tantissime le candidature che stanno arrivando a Magnolia. Tutti docenti autorevoli ? 
Ai telespettatori l'ardua sentenza!

PSN Esame di statoCon nota del 788 del 06/05/2019 il Miur ha dato indicazioni più puntuali per le modalità di svolgimento del colloquio del nuovo esame di stato della secondaria di II grado. Nella nota si sottolinea che, nel nuovo esame di Stato, il punteggio del colloquio è stato rimodulato da trenta a venti punti, senza nessun intento di sminuirne l'importanza mantenendo le finalità, la struttura e la sua natura pluridisciplinare e integrata oltre alla sua importanza al fine di raccogliere elementi di valutazione significativi sul livello di “preparazione” del candidato e sulle sue capacità di affrontare con autonomia e responsabilità le tematiche e le situazioni problematiche proposte. Il colloquio, si legge ancora nella nota, ha la finalità di sviluppare una interlocuzione coerente con il profilo di uscita, non perdendo di vista, anzi valorizzando, i nuclei fondanti delle discipline, i cui contenuti rappresentano la base fondamentale per l’acquisizione di saperi e competenze.
Secondo il quadro normativo già vigente, l’art. 17, comma 9, del Dlgs n. 62/17 individua in modo puntuale la struttura del colloquio, prevedendo che esso ha la finalità di accertare il conseguimento del PECUP profilo culturale, educativo e professionale dello studente. A tal fine, la commissione propone al candidato di analizzare testi, documenti, esperienze, progetti, problemi per verificare l’acquisizione dei contenuti e dei metodi propri delle singole discipline, la capacità di utilizzare le conoscenze acquisite e di collegarle per argomentare in maniera critica e personale anche utilizzando la lingua straniera.

VillaniApprovato in Aula l’emendamento M5S alla riforma sull’educazione civica, nella scuola primaria arriva il Patto educativo di corresponsabilità, già previsto per le scuole secondarie di primo e secondo grado.

L’emendamento approvato abroga gli articoli dal 412 al 414 del Regio Decreto 26 aprile 1928, numero 1297, ancora in vigore, ma non più applicati nella scuola primaria. Nel Regio Decreto si fa riferimento a mezzi disciplinari verso gli alunni che manchino ai loro doveri da usare, secondo la gravità delle mancanze. Tra i mezzi disciplinari citati figuravano ancora la nota sul registro, la sospensione, l’esclusione dagli scrutini, l’espulsione dalla scuola con perdita dell’anno.

Con la nuova legge sull’educazione civica, scompaiono le sanzioni, le note sul registro e le espulsioni per i bambini delle scuole primarie. Tale norma infatti, risalente a cento anni fa, è anacronistica e andava superata. Questo nuovo approccio, tutt’altro che buonista, toglie una norma inutile e inapplicata. La scuola dell’ipocrisia ha fatto il suo tempo! - afferma la deputata del MoVimento 5 Stelle Virginia Villani - Non è certo con le sanzioni disciplinari o le punizioni che si insegna ai bambini  il rispetto o la democrazia. L’educazione si insegna prima di tutto in famiglia e con i genitori va sottoscritto il Patto di corresponsabilità educativa, che ho fortemente voluto fosse inserito in questo testo di legge.

lego braille bricksLego Braille Brick è l’ultimo progetto di Lego Foundation, fondazione che fa capo all’omonima azienda.  Si tratta di un kit di 250 mattoncini, sulla superficie di ogni mattoncino ci sono pallini che nell’alfabeto Braille rappresentano una lettera, un numero o un simbolo matematico, oltre a una versione scritta dello stesso simbolo per persone vedenti, per permettere agli insegnanti, agli studenti e ai membri della famiglia di interagire a parità di condizioni. In questo modo il sistema punta ad essere inclusivo, contrastando il pericolo di isolamento dovuto alla disabilità.

I mattoncini possono essere impilati e attaccati l’uno all’altro come un normale Lego, rendendo l’apprendimento delle parole un processo tattile e divertente, i primi set in vendita nel 2020.

PSN foto incontro Conte OOSS


 Aggiornato con l'accordo sottoscritto tra Governo e Sindacati 
Qui in allegato il testo dell'accordo.

Chiuso alle sei di stamattina l’accordo tra governo e sindacati della scuola, che avevano indetto per il 17 maggio uno sciopero generale. Un incontro che è avvenuto dopo che il premier Conte aveva già tenuto il Consiglio dei ministri, terminato solo dopo mezzanotte, e che nonostante ciò non ha fatto aspettare invano i rappresentanti dei sindacati confederali (Flc-Scuola, Cisl-Scuola, Uil-Scuola, Snals, Gilda), aprendo comunque il tavolo per ascoltare le loro richieste.
Un vertice lunghissimo, di oltre 4 ore, al termine del quale è stata diramata una nota congiunta in cui si apre ad una discussione di merito entro una settimana e si sospende ufficialmente lo sciopero proclamato il 17 maggio.
Una nuova stagione concorsuale, una corsia preferenziale per la stabilizzazione dei precari, in primis coloro che hanno oltre tre anni di servizio alle spalle e l’impegno a reperire maggiori risorse per il rinnovo contrattuale in aggiunta agli 1,7 miliardi di euro stanziati per l’intero comparto pubblico dalla manovra 2019.

Conte in un lungo post su fb ha così commentato l'incontro "Istruzione e ricerca sono un comparto strategico per il nostro Paese e una priorità" e ancora "Il Governo si è impegnato a individuare le risorse necessarie per il rinnovo dei contratti, assicurando un congruo incremento degli stipendi. Le retribuzioni degli insegnanti devono essere adeguate alla responsabilità che ricoprono".
Anche Bussetti, soddisfatto, ha ringraziato Conte per il supporto alla trattativa e i sindacati: "Insieme stiamo lavorando per il bene della scuola dalla riaffermazione dell’unitarietà dello stato giuridico del personale, del valore nazionale dei contratti, di un sistema nazionale di reclutamento del personale".

Ma cosa prevede l'intesa tra Governo e Sindacati ?

navigatorL'Anpal ha pubblicato sul proprio sito, l'avviso di selezione dei 3000 navigator che dovranno aiutare una parte dei percettori del reddito di cittadinanza a trovare un impiego.  Gli incarichi di collaborazione dureranno fino ad aprile 2021 ed è previsto un compenso di 27.338,76 euro lordi annui, oltre a 300 euro lordi mensili a titolo di rimborso forfettario delle spese per l’espletamento dell’incarico. 

I candidati dovranno essere in possesso di una magistrale/specialistica(LM/LS) nelle discipline elencate nel bando:

USRArticolo aggiornato con altri bandi

E’ indetta la procedura di selezione di personale docente da destinare ai progetti di valore nazionale di cui all’articolo 1, comma 65, legge n. 107 del 2015 per l’anno scolastico 2019/20.

Possono presentare la domanda i docenti con contratto a tempo indeterminato di scuola infanzia, primaria, secondaria di I e II grado con sede di titolarità e servizio nella regione dove risultano pubblicati i bandi per l’a.s. 2019/2020. L’assegnazione dei docenti è subordinata alla effettiva disponibilità dei posti in organico ed alle esigenze organizzative dei progetti che saranno promossi in ambito regionale.

I bandi verranno aggiornati costantemente.