Varie

lego braille bricksLego Braille Brick è l’ultimo progetto di Lego Foundation, fondazione che fa capo all’omonima azienda.  Si tratta di un kit di 250 mattoncini, sulla superficie di ogni mattoncino ci sono pallini che nell’alfabeto Braille rappresentano una lettera, un numero o un simbolo matematico, oltre a una versione scritta dello stesso simbolo per persone vedenti, per permettere agli insegnanti, agli studenti e ai membri della famiglia di interagire a parità di condizioni. In questo modo il sistema punta ad essere inclusivo, contrastando il pericolo di isolamento dovuto alla disabilità.

I mattoncini possono essere impilati e attaccati l’uno all’altro come un normale Lego, rendendo l’apprendimento delle parole un processo tattile e divertente, i primi set in vendita nel 2020.

PSN foto incontro Conte OOSS


 Aggiornato con l'accordo sottoscritto tra Governo e Sindacati 
Qui in allegato il testo dell'accordo.

Chiuso alle sei di stamattina l’accordo tra governo e sindacati della scuola, che avevano indetto per il 17 maggio uno sciopero generale. Un incontro che è avvenuto dopo che il premier Conte aveva già tenuto il Consiglio dei ministri, terminato solo dopo mezzanotte, e che nonostante ciò non ha fatto aspettare invano i rappresentanti dei sindacati confederali (Flc-Scuola, Cisl-Scuola, Uil-Scuola, Snals, Gilda), aprendo comunque il tavolo per ascoltare le loro richieste.
Un vertice lunghissimo, di oltre 4 ore, al termine del quale è stata diramata una nota congiunta in cui si apre ad una discussione di merito entro una settimana e si sospende ufficialmente lo sciopero proclamato il 17 maggio.
Una nuova stagione concorsuale, una corsia preferenziale per la stabilizzazione dei precari, in primis coloro che hanno oltre tre anni di servizio alle spalle e l’impegno a reperire maggiori risorse per il rinnovo contrattuale in aggiunta agli 1,7 miliardi di euro stanziati per l’intero comparto pubblico dalla manovra 2019.

Conte in un lungo post su fb ha così commentato l'incontro "Istruzione e ricerca sono un comparto strategico per il nostro Paese e una priorità" e ancora "Il Governo si è impegnato a individuare le risorse necessarie per il rinnovo dei contratti, assicurando un congruo incremento degli stipendi. Le retribuzioni degli insegnanti devono essere adeguate alla responsabilità che ricoprono".
Anche Bussetti, soddisfatto, ha ringraziato Conte per il supporto alla trattativa e i sindacati: "Insieme stiamo lavorando per il bene della scuola dalla riaffermazione dell’unitarietà dello stato giuridico del personale, del valore nazionale dei contratti, di un sistema nazionale di reclutamento del personale".

Ma cosa prevede l'intesa tra Governo e Sindacati ?

navigatorL'Anpal ha pubblicato sul proprio sito, l'avviso di selezione dei 3000 navigator che dovranno aiutare una parte dei percettori del reddito di cittadinanza a trovare un impiego.  Gli incarichi di collaborazione dureranno fino ad aprile 2021 ed è previsto un compenso di 27.338,76 euro lordi annui, oltre a 300 euro lordi mensili a titolo di rimborso forfettario delle spese per l’espletamento dell’incarico. 

I candidati dovranno essere in possesso di una magistrale/specialistica(LM/LS) nelle discipline elencate nel bando:

USRArticolo aggiornato con altri bandi

E’ indetta la procedura di selezione di personale docente da destinare ai progetti di valore nazionale di cui all’articolo 1, comma 65, legge n. 107 del 2015 per l’anno scolastico 2019/20.

Possono presentare la domanda i docenti con contratto a tempo indeterminato di scuola infanzia, primaria, secondaria di I e II grado con sede di titolarità e servizio nella regione dove risultano pubblicati i bandi per l’a.s. 2019/2020. L’assegnazione dei docenti è subordinata alla effettiva disponibilità dei posti in organico ed alle esigenze organizzative dei progetti che saranno promossi in ambito regionale.

I bandi verranno aggiornati costantemente.

PSN Esame di stato errore IOLTanti docenti ci segnalano problemi su IOL nella compilazione della domanda per commissario di ESAME DI STATO in quanto selezionando come provincia quella in cui presta servizio in assegnazione provvisoria appare un messaggio che che chiede proprio di selezionare la provincia di servizio.

Ciò è dovuto quasi sicuramente al fatto che la segreteria della scuola in cui si sta prestando servizio in AP non ha aggiornato la posizione al SIDI, pertanto tali docenti risultano in servizio nella provincia di titolarità e non in quella di assegnazione provvisoria. E' per questo che il sistema non permette di fare domanda su provincia di assegnazione provvisoria ritenendo erroneamente che la provincia di servizio sia quella di titolarità. Per verificare se sia questo il motivo del messaggio di errore basta controllare se nel cedolino il pagamento è effettuato dalla scuola di titolarità o da quella di assegnazione.

PSN CALENDARIO ADEMPIMENTI ESAMI DI STATOIl MIUR ha emanato la nota prot. n. 5222 del 26.3.2019 relativa alla formazione delle commissioni dell'esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione. L'allegato qui sopra riporta la tempistica per la presentazione delle domande che devono essere prodotte dagli interessati nel termine che va dal 27 marzo al prossimo 12 aprile sul portale Istanze on line.

La nota 5222 applica i contenuti del D.M. n. 183/2019 adottato ai sensi dell'art. 16, comma 4, del decreto legislativo n. 62/2017.

Si segnala, in particolare, l'introduzione della facoltà ai dirigenti scolastici degli istituti statali del primo ciclo di istruzione di presentare domanda come presidente. Se nominati, detti dirigenti potranno essere sostituiti nella propria scuola (per gli esami conclusivi del primo ciclo) da un docente collaboratore individuato ai sensi del decreto legislativo n. 165/2001.
Di seguito riepiloghiamo tutte le categorie di docenti che sono obbligati o meno a presentare domanda di commissario esterno.

appnoipaFinalmente da oggi il sistema NoiPA a portata di click: è disponibile gratuitamente su Google Play e App Store la prima applicazione ufficiale "NoiPA". Consente di avere a portata di mano il cedolino e la Certificazione Unica e di essere costantemente aggiornati con le notizie pubblicate sul portale NoiPA e accedere direttamente all'assistenza per le funzioni rese disponibili sull'App.

La prima applicazione ufficiale di NoiPA nasce per semplificare la consultazione e l'utilizzo di alcuni servizi NoiPA e permettere a tutti di rimanere sempre aggiornati su notizie ed eventi dal mondo NoiPA in maniera facile e veloce attraverso il proprio smartphone.

Come scaricarla

L'App ufficiale "NoiPA" è disponibile gratuitamente negli store Apple e Google: una volta scaricata sul proprio smartphone, per utilizzarla basterà collegarsi con le stesse credenziali di accesso con cui normalmente si accede al portale NoiPA.

Come usarla

L'App dispone di quattro funzioni principali, tutte facilmente consultabili: attraverso un menu di facile navigazione, ogni utente può scegliere quale funzione utilizzare tra quelle proposte: "Cedolini" - "Certificazioni Uniche" - "Notizie" - "Assistenza".

Facile e sicura

L'App ufficiale NoiPA, a differenza di altre applicazioni non autorizzate, disponibili in rete o distribuite presso market online, garantisce la completa sicurezza delle informazioni trasmesse e la privacy di ogni utente.

Scarica l'App NoiPA

              

 

bussetti675 524x275Infuria ancora la polemica per le parole pronunciate ieri dal ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti che, in visita presso alcune scuole di Caivano e Afragola in Campania per incontrare gli studenti, a una domanda di un cronista dell'emittente di Caivano (Napoli) "Nano Tv" su come le scuole del sud possano recuperare il gap con quelle del nord ha risposto che "ci vuole l'impegno del Sud, vi dovete impegnare forte. Più fondi? No, più impegno: lavoro, sacrificio, impegno, lavoro e sacrificio. Vi dovete impegnare forte, è questo che ci vuole”.
Tante le repliche durissime alle parole inaccettabili del ministro da tutte le parti politiche di opposizione e maggioranza
 chiedendo le scuse di Bussetti al Sud e agli insegnanti e in molti casi anche le dimissioni.  

Ma a diventare virale in queste ore è stata una lettera aperta scritta dalla parlamentare del M5S Virginia Villani, già dirigente scolastico e componente della Commissione Istruzione della Camera che così si è rivolta al Ministro: