Varie

noipa 1Molti utenti stanno lamentando in questi giorni un cambio forzato della password all'accesso di NoiPA, tutto è stato chiarito tramite un messaggio pubblicato sul sito che precisa si tratta di una misura precauzionale, il tutto riconducibile ai fatti di dicembre quando furono messe sotto attacco phishing  le utenze NoiPA.  Link: Hacker attaccano NoiPA: a rischio stipendi e tredicesime dei dipendenti pubblici. Come difendersi?

Sicuramente alla luce di questo nuovo avviso,  non sembra che la problematica sia di poco conto in quanto risulta anche sospesa l’operatività del self service “Gestione modalità di pagamento”. Gli amministrati che avessero la necessità di modificare le proprie modalità di riscossione possono rivolgersi ai rispettivi uffici responsabili del trattamento economico o, nel caso del personale della scuola, alle segreterie scolastiche.

Date Maturità 2020La neo ministra Azzolina ha annunciato che non ci saranno cambiamenti alla maturità 2020 rispetto a quanto annunciato dall'ex Ministro Fioramonti.

Via le buste all'orale e la storia di sicuro presente tra le opzioni possibili alla prima prova scritta di Italiano.

Miur protocollo dintesa  Il diritto allo studio è un principio sancito dalla nostra Costituzione e nel rispetto di essa, martedì 21 gennaio è stato siglato il Protocollo d’Intesa tra il Ministero d’Istruzione, Dipartimento Pari Opportunità e Famiglia-Comuni (ANCI), rispettivamente rappresentati dalla Ministra Lucia Azzolina, la Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, il Presidente dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI), Antonio Decaro. Due sono gli obiettivi che questa intesa si prefigge:

  • Diritto allo studio di tutti gli studenti
  • Contrastare la dispersione scolastica

Due obiettivi determinanti per il sistema scolastico, come evidenziato anche dalla Ministra Azzolina che riguardo al diritto allo studio ha dichiarato:

Incontro miur sindacatiLa neo Ministra Azzolina ha pubblicato sulla sua pagina social il resoconto del primo incontro con  i sindacati in merito al mondo scuola. Ecco il testo del suo post:

Stamattina ho incontrato al Ministero i sindacati della scuola. Abbiamo parlato di concorsi, ma non solo. Ho spiegato loro che il lavoro è ripartito e stiamo mettendo a punto tutti i dossier. Stiamo alacremente lavorando per bandire 24.000 posti sul concorso straordinario per la secondaria di primo e secondo grado e 25.000 sull'ordinario. C’è poi anche il concorso ordinario su infanzia e primaria. Qui il bando è pronto stiamo rivedendo la tabella dei titoli, per dare più valore al servizio. C'è da predisporre anche il concorso per i docenti di religione. Stiamo per bandire concorsi, insomma, per circa 70mila insegnanti. Non è cosa da poco. Anche a livello di gestione amministrativa.

Chiederò il massimo sforzo possibile a chi deve occuparsi della materia. Abbiamo bisogno di queste assunzioni. Servono a dare stabilità ai docenti, alla didattica. Servono alla scuola e ai ragazzi.

PSN Fondi per Antincendio Scuole

Sul sito del Ministero dell’Istruzione è stato pubblicato l'avviso pubblico per la "Concessione di contributi in favore di enti locali per l'adeguamento alla normativa antincendio degli edifici pubblici adibiti ad uso scolastico" col quale vengono stanziati 98 milioni di euro. Le domande vanno presentate entro e non oltre le ore 15.00 del giorno 27 febbraio 2020, il portale per l’inserimento dei dati sarà accessibile dalle ore 10.00 del giorno 24 gennaio 2020.

I Comuni potranno avere, per le scuole del primo ciclo, un contributo massimo di 70.000 euro, mentre le Province e le Città metropolitane, per gli istituti del secondo ciclo, potranno ottenere un contributo fino a 100.000 euro.

SOGGETTI AMMESSI ALLA SELEZIONE

Possono presentare richiesta di finanziamento tutti gli enti locali con riferimento a uno o più edifici pubblici adibiti ad uso scolastico di ogni ordine e grado di cui sono proprietari o rispetto ai quali abbiano la competenza secondo quanto previsto dalla legge 11 gennaio 1996, n. 23. È autorizzata a presentare la propria candidatura la Regione Valle d’Aosta per gli edifici di propria competenza relativi a istituzioni scolastiche del primoe del secondociclo di istruzione.

TIPOLOGIA DI INTERVENTI AMMISSIBILI

Incontro al MiurE' arrivata la comunicazione ufficiale del Miur per recuperare l'incontro con i sindacati saltato il 7 Gennaio.

L’incontro si terrà mercoledì 22 gennaio 2020 alle ore 8.00 presso la sede del Ministero di Viale Trastevere. 

“L’incontro – si specifica nella nota – riguarderà l’avvio delle relazioni sindacali a seguito dell’insediamento del nuovo Ministro e il reclutamento del personale scolastico”.

no bonus docentiIl nuovo Ministro dell’Istruzione Azzolina starebbe valutando l’ipotesi di restringere la lista degli acquisti consentiti con il bonus di 500,00€ riconosciuto ogni anno agli insegnanti di ruolo per le spese di aggiornamento e formazione.

Ricordiamo che il Bonus Docenti è il contributo che l’ex Presidente del Consiglio Matteo Renzi aveva assegnato al personale docente di ogni ordine e grado con la Riforma della “Buona Scuola”.

Visto i ritardi nell’attuazione, il primo anno i docenti si sono visti erogare il bonus direttamente in busta paga mentre dall’anno successivo è stata messa a punto una apposita applicazione  web denominata Carta Docente attraverso la quale i docenti, previa registrazione con Spid, possono generare un buono ed effettuare gli acquisti.

Tale carta è però vincolata a spese culturali o altri tipi di spese purché relativi alla formazione e all’accrescimento del proprio bagaglio culturale (Legge 13 luglio 2015, n. 107). 

AzzolinaChissà perché noi donne dobbiamo combattere per ogni piccola cosa, chissà perché nei nostri percorsi si intralcia sempre la figura di un uomo disfattista molti potrebbero pensare. Bella, giovane, intelligente e dal 10 gennaio 2020 è ufficialmente Ministro dell’Istruzione: Lucia Azzolina, la sua pecca, appartenere al Movimento 5 stelle. Stamane il quotidiano Repubblica ha pubblicato un articolo “La Ministra dell’Istruzione e la tesi copiata dai manuali” a firma del professor Massimo Arcangeli, docente di linguistica nella Facoltà di Lingue e Letterature straniere dell’Università di Cagliari, che è stato anche presidente della commissione che esaminò Azzolina durante il concorso a Dirigente Scolastico e che già nelle scorse settimane, in altro articolo a sua firma, aveva commentato e reso pubblici i risultati insufficienti in inglese ed informatica della ministra, comunque non pregiudizievoli per la sua prova complessiva, tanto da risultare idonea e vincitrice entro i 2910 posti messi a bando. Ora il professor Massimo Arcangeli l’accusa di plagio, o meglio, scrive che nel lavoro di tesi finale “presentato all’ateneo di Pisa nel 2010 per abilitarsi a insegnare alle superiori” (realizzata in conclusione degli studi presso la SSIS, Scuola di Specializzazione per l’insegnamento secondario) vi sarebbero “molti passi riprodotti da testi specialistici”, evidentemente non citati. La questione di fondo è che le parti indicate da Arcangeli, se pure non fossero state virgolettate né indicate in bibliografia, sono sostanzialmente diverse definizioni di cosa sia un "ritardo mentale" e che non si trattava affatto di una tesi ma di una dissertazione finale, momento conclusivo del percorso SSIS che prevedeva la consegna di una relazione finale da discutere dinanzi alla commissione d’esame in cui proprio partendo dall'esperienza e dalle definizioni consolidate dei testi specializzati si rappresentava la propria esperienza presentando una personale unità didattica realizzata nel periodo del tirocinio. Il voto che ne conseguiva era legato al percorso di specializzazione nella sua totalità, non legato in particolare a quella discussione.

La neo Ministra che è Cracovia per il viaggio della memoria ad Auschwitz, ha risposto alle accuse e al polverone mediatico si è diffuso immediatamente su tutti i giornali e tg nazionali.