ATA

ataIl Ministero dell'Istruzione ha pubblicato i modelli di domanda per il concorso 24 mesi ATA 2014/2015, che ricalcano sostanzialmente i contenuti di quelli dello scorso anno scolastico, con l'aggiunta delle novità introdotte dalla nota 8151 del 13 marzo 2015 e relative al servizio civile volontario e all'estensione della possibilità di partecipazione ai pubblici concorsi dei cittadini UE e non UE. I modelli d'inserimento (B1) e di aggiornamento (B2) sono stati, dunque, aggiornati con degli appositi campi.

I modelli inviati sono i seguenti:

Con un avviso sulla piattaforma Istanze OnLine, il Ministero dell’Istruzione ha comunicato che fino alle ore 14.00 del 15 novembre 2014 sarà disponibile la funzione per la scelta delle 30 scuole relativa alle graduatorie di istituto ATA di terza fascia (allegato D3).

Si comunica che da oggi è disponibile l’istanza (Allegato D3) per la scelta delle sedi del personale A.T.A. di terza fascia. La stessa sarà disponibile fino alle ore 14.00 del 5 novembre p.v..

Proponiamo guida FLC CGIL alla compilazione delle domande graduatorie di istituto terza fascia ATA 2014/2017.

Aggiornamento Graduatorie di Istituto personale A.T.A. 2014/16.

Sono 9.198 i posti liberi per il personale ATA risultanti a seguito dei movimenti per trasferimenti e passaggi di ruolo pubblicati dal Miur e che sono visionabili a questo indirizzo.

In base ai dati forniti dal Miur la FLC-Cgil ha elaborato una tabella con i posti disponibili dopo la mobilità per il 2014/2015.
Come mostra la rielaborazione di PSN, maggiori disponibilità per la Lombardia con 1904 posti totali, poi a seguire staccatissimi Piemonte (840), Lazio (837), E. Romagna (811), Veneto (800), Campania(665), Toscana (595) e via via tutte le altre con ultime Umbria (125), Basilicata (85) e Molise (52)

Graduatorie di circolo e di istituto di 1° fascia (All. G) del personale ATA relativi ai profili professionali dell’area A e B a. s. 2014/2015:

Vorremmo fare un po’ di chiarezza sul periodo di prova per i neo immessi in ruolo ATA, poiché circolano diverse interpretazioni sulla sua decorrenza.

Avevamo chiesto al Ministero di far partire tale periodo dalla decorrenza giuridica del contratto, retrodatata al 1° settembre 2013, almeno per chi era in servizio.

Comunicato stampa

Roma 31 mar – Come già annunciato la settimana scorsa da Luigi Gallo, cittadino portavoce del MoVimento 5 Stelle alla Camera, “non c'è alcuna volontà politica di procedere all'internalizzazione del servizio di pulizia delle scuole e dei loro lavoratori. Il Governo ha intenzione di risolvere il problema con nuovi appalti, con nuove mansioni per i lavoratori. Ma così le scuole resteranno sporche a meno che i lavoratori contravvenendo ai loro nuovi contratti invece di fare i manutentori faranno la pulizia fuori ad ogni legalità.”

Comunicato stampa

Nella nottata è stato finalmente siglato presso il Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali  l’accordo quadro risolutivo delle delicatissima e complicata vertenza retiva ai lavoratori Ex LSU –Appalti storici occupati negli istituti scolastici. Com’è noto si tratta di una vertenza a carattere nazionale che investe  oltre 24.000, addetti nel settore;  in Basilicata la vertenza riguarda oltre 400 lavoratori operanti negli appalti storici  ed ex LSU  stabilizzati già dalla fine degli anni 90, impegnati nei servizi di pulizia delle scuole lucane.