Stampa
Categoria: Sostegno
Visite: 3784

Un post sulla pagina fb di Luigi Gallo, parlamentare del Movimento 5 Stelle e membro della Commissione istruzione, appena pubblicato, invita il ministro Carrozza a rassegnare le dimissioni e consegnare la propria delega al ministro dell'economia, denunciando il possibile azzeramento delle immissioni in ruolo previste dal Decreto Istruzione definitivamente convertito in legge nel novembre scorso.

Nel post dal titolo "I numeri fasulli delle assunzioni nella scuola" scrive: "In principio nei proclami roboanti di Carrozzone le assunzioni per il prossimo triennio erano di 69 mila docenti (più 16 mila risorse per il personale tecnico-amministrativo). Ma da un successivo atto ispettivo fatto in commissione cultura emerge come accade sistematicamente che le assunzioni reali su posti liberi a seguito di cessazioni dal servizio sono sempre inferiori alle stime, anche perché si interviene con tagli (chiamate riforme) e spending review che in definitiva allungano i tempi per il pensionamento per chi lavora nella scuola (come nel caso Quota 96)."
Iscriviti alla nostra Fan page

Ma il membro della Commissione fa intendere chiaramente che a saltare potrebbero essere anche le 4.447 immissioni sul sostegno previste come prima tranche delle 26.684 previste nel triennio. Scrive ancora infatti: 

"Ma ora il Ministero dell'Economia non vuole firmare neanche la prima trance di assunzioni di insegnanti di sostegno. Il motivo è che la Ragioneria di Stato e il Ministero dell'Economia disconoscono i 26.684 docenti di sostegno di nuova costituzione previsti dal decreto.
Ho preparato un atto ispettivo per avere chiarezza prima che sia troppo tardi."

Gallo con il suo post fa quindi luce sul ritardo nell'attuazione delle immissioni in ruolo, confermando quanto intuito da Professionisti Scuola quando scrivevamo che il Miur stesse solo cercando di prendere tempo dando "i numeri" con nuove tabelle di ripartizione nel triennio delle immissioni sul sostegno, nascondendo il rifiuto alla firma del decreto dal parte del MEF e della Ragioneria dello Stato.

Se dovessero saltare realmente le immissioni in ruolo, chiediamo le dimissioni immediate del Ministro Carrozza e del Presidente del Consiglio Letta viste le affermazioni in cui avevano sempre detto con certezza che non ci sarebbero stati tagli all'Istruzione. 

Articoli correlati
PSN SVELA I RETROSCENA CHE HANNO PORTATO ALLE CONSISTENTI IMMISSIONI SUL SOSTEGNO !!!
PIANO ASSUNZIONI TRIENNALE SUL SOSTEGNO: A RISCHIO FINO A 8.000 STABILIZZAZIONI DI PRECARI
RICONVERSIONE ESUBERI SU SOSTEGNO: ILLEGITTIME SENZA PRESELEZIONE