Stampa
Categoria: Contratto e Retribuzione
Visite: 7010

bonus10

L’incontro del 10 febbraio tra Miur e Sindacato è stato un prosieguo di quello avvenuto lo scorso tre febbraio, oggetto del dibattito il “Bonus docenti” che muta il suo vincolo di destinazione, legato al merito e alla decisione del dirigente scolastico e del comitato di valutazione, per confluire nel fondo di scuola (FIS) ed essere erogato a tutto il personale della scuola (Ata e docenti).

 Secondo le nuove disposizioni della Legge di Bilancio 2020, il   dott. Jacopo Greco, direttore generale del Ministero dell’Istruzione, ha affermato di ritenere condivisibile l’interpretazione, già sostenuta dalle organizzazioni sindacali nell’incontro tenutosi lo scorso 3 febbraio, secondo cui l’utilizzo delle risorse del “bonus docenti” siano da ritenersi definalizzate a partire dal 1° gennaio dell’anno in corso.

Data la problematica abbastanza delicata, il rappresentante del Ministero ha affermato di ritenere giusto un parere e un supporto al Dipartimento della Funzione Pubblica.

La FLC CGIL, nel suo intervento, ha ribadito la sua soddisfazione sul superamento del netto legame del bonus al comitato di valutazione, nello stesso tempo ha lamentato i lunghi tempi impiegati per giungere ad una definizione della questione bonus.

Dello stesso parere anche la Cisl che d’accordo con le altre sigle sindacali, auspica si possa giungere ad una tempestiva risposta da parte del Ministero della Funzione Pubblica in modo da non creare disagi nelle scuole,infatti tra le questioni più urgenti c'è quella riferita ai contratti  già conclusi e regolarmente sottoscritti.

Sciolte le riserve dimostrate dal Miur nello scorso confronto, la questione bonus va verso la sua definizione, e si attende che il tavolo negoziale venga convocato in tempi repentini.

Articoli correlati
Bonus docenti: Spetterà anche a precari ed ATA, Incontro al Miur per erogazione e criteri di contrattazione
Decreto approvato: aumenti di stipendio per i docenti con il Bonus 2020