Stampa
Categoria: Varie
Visite: 2118

PSN Prof.ssa Rosa Maria DellAriaSulla vicenda della prof.ssa Rosa Maria Dell'Aria, la docente di Palermo sospesa per 15 giorni con riduzione dello stipendio, dopo che alcuni studenti avevano accostato in un video le leggi razziali al 'Decreto sicurezza', abbiamo sentito il parere  del prof. Libero Tassella, responsabile di Professione Insegnante che sta sostenendo la petizione lanciata dall'USB per chiedere l'immediata cancellazione della sanzione comminata alla docente di Palermo che ha già superato le 165 mila sottoscrizioni. 

D) Come giudichi la sospensione della prof.ssa palermitana Maria Rosaria Dell'Aria ?

R) Innanzi tutto parto da una considerazione generale. Uno Stato che vigila sulle opinioni espresse democraticamente dai cittadini soprattutto in una Scuola della Repubblica è uno Stato di polizia. I fatti della collega di Palermo ci devono indurre tutti a pensare verso quale deriva autoritaria stiamo andando, deriva alla quale ci sta spingendo la nostra stessa paura dell'altro e la nostra indifferenza.

Non c’è chi non veda, mutatis mutandis, una somiglianza con gli inizi degli anni Venti del Novecento.

La propaganda di un Ministro degli Interni che si veste in divisa da poliziotto come un capo di governo dal 1922 al 1943 si vestiva da generale non è più tollerabile.

D) Pensi che ci sia stato un grave vulnus della Libertà di insegnamento ?

R) Diceva G.B.Vico che La Divina Commedia di Dante era un testo pericoloso poiché, a ben vedere, si possono fare dei parallelismi tra alcuni dannati all'Inferno e qualche politico o amministratore del Diciassettesimo secolo. Qui è stata violata palesemente la libertà di insegnamento, sancita degli art. 33 e 21 della Costituzione.

D) Cosa pensi dovrebbe essere fatto?

R) 165 mila docenti ad oggi hanno firmato la loro solidarietà alla collega di Palermo sospesa. Schematizzando: 

1) Non serve solo un incontro strumentale di Bussetti e Salvini con la collega a Palermo, la Lega che ha voluto questo provvedimento, dovrebbe vergognarsi, è chiaro che cerca ora e in ritardo solo di riparare all'errore politico fatto, un boomerang mediatico non previsto, cospargendosi il capo di cenere, i due Salvini e Bussetti vanno a Canossa.

2) Non serve solo e immediatamente, già domani sospendere il provvedimento disciplinare.

La collega già da domani dovrebbe essere in classe con i suoi alunni. Bussetti o Giuliano esaminino oggi domenica le carte. Questo sarebbe un segnale concreto.

3) Serve prendere provvedimenti nei confronti di chi ha istruito e irrogato una sanzione disciplinare grottesca, immotivata e ingiusta e ha voluto montare politicamente questa brutta storia. Sappia che in un altro Paese un ministro si sarebbe dimesso. Sulle libertà costituzionali non si scherza e non si può solo dire, ho sbagliato. Anche perché si è creato un pericoloso precedente.

D) Perché hai scritto che dovrebbe intervenire il Presidente Mattarella ?

R) Occorre un segnale forte e cioè che il presidente della repubblica Sergio Mattarella convochi al quirinale la docente palermitana e ufficialmente le chieda scusa in nome di tutto popolo italiano e ribadisca come la libertà di insegnamento sia il fondamento della nostra scuola democratica e che non ci possa essere partito, autorità politica o amministrativa, un ministro, un sottosegretario, un direttore regionale, un dirigente scolastico, che limiti questo fondamentale valore ribadito dall'art. 33 della nostra Costituzione, perché la costituzione è come le stelle, è sempre sopra di noi.

D) Cosa diresti ai Ministri leghisti Bussetti e Salvini se fossi nei panni della collega ?

R) Risponderei con le parole di una collega che oggi ho letto su un social. La collega Dell'Aria ai Ministri Salvini/Bussetti dovrebbe dire: "Ministro sa quando lavoro rappresento la Costituzione Repubblicana ....e quella sanzione anticostituzionale inibisce il mio lavoro fino alla censura, sappi che non censuro mai. Mi arresti pure per reato d'insegnamento perché è quello che a voi politici fa paura...ci rifletta ! La sanzione presto la riceverete anche voi attraverso l'opinione pubblica cordiali saluti. Questo gli dovrebbe dire la collega in un eventuale incontro che spero non ci sia altrimenti verrà utilizzato solo per riabilitare Salvini/Lega per fini elettorali nulla di più."

D) In realtà come pensi che questa storia finisca ?

R) A tarallucci e vino, anzi vista la città a Marsala e a cannoli al pistacchio di Bronte con la foto di Salvini con l'arancino in bocca.