Stampa
Categoria: Formazione, TFA e PAS
Visite: 21924

Elementi qualificanti formazione

Al fine di qualificare e riconoscere l’impegno del docente nelle iniziative di formazione, previste dal Piano Nazionale di Formazione, nel prossimo triennio, in via sperimentale, le scuole articoleranno le attività proposte in Unità Formative.

L’Unità formativa rappresenta l’unità di misura di una «buona formazione» e va concepita, quindi, come segmento di formazione avente requisiti minimi necessari ai fini della costruzione di competenze.

Ogni Unità Formativa dovrà indicare la struttura di massima di ogni percorso formativo, nonché le conoscenze, le abilità e le competenze, riconoscibili e identificabili come aspetti della professionalità docente e risultato atteso del processo formativo.

Per quanto non ci siano imperativi sul numero di ore di formazione che ciascun docente dovrà svolgere, per definire la consistenza oraria delle unità formative è possibile fare riferimento a standard già esistenti, come i Crediti Formativi Universitari (CFU), laddove ad ogni CFU corrispondono a 25 ore di lavoro, che possono includere diverse attività.

Il percorso formativo, infatti, potrà essere costituito non solo dalle attività in presenza, ma da tutti quei momenti che contribuiscono allo sviluppo delle competenze professionali e che possono comprendere: formazione in presenza e a distanza, sperimentazione didattica documentata e ricerca/azione, lavoro in rete, approfondimento collegiale e personale, documentazione e forme di rendicontazione con ricaduta nella scuola, progettazione ecc.

Esempio unità formativa

Le scuole riconoscono come Unità Formative la partecipazione a iniziative promosse direttamente dalla scuola, dalle reti di scuole, dall'Amministrazione e quelle liberamente scelte dai docenti, purché coerenti con il Piano di formazione della scuola.

L'attestazione è rilasciata dai soggetti che promuovono ed erogano la formazione, ivi comprese le strutture formative accreditate dal MIUR, secondo quanto previsto dalla Direttiva 176/2016.

È punto qualificante della progettazione il coinvolgimento di associazioni disciplinari e professionali, università e soggetti che a vario titolo erogano formazione e che siano promotori di didattiche innovative e partecipate, se coerente con il piano delle scuole o delle reti.

Proponiamo utile modello realizzato dall'USR Calabria per la certificazione di una unità formativa tipo

Articoli correlati

Formazione Docenti: il ruolo e le funzioni della Rete di Ambito

Formazione Docenti: il ruolo delle scuole polo nella formazione

Piano di Formazione: Non sono previste dal MIUR 125 ore di formazione in 3 anni

Piano formazione docenti: Formazione dei referenti/coordinatori inclusione e disabilità

Piano formazione docenti: i principi, le priorità e la goverance per l' ufficio scolastico regionale Campania

Formazione docenti: Dal piano nazionale al portfolio, ecco come si articola la formazione degli insegnanti

Formazione docenti 2016-2019: Utile guida riepilogativa realizzata dall'USR Toscana

Formazione docenti: Presentato il piano, aggiornamento professionale obbligatorio per 750 mila