Stampa
Categoria: Sostegno
Visite: 9621

Aggiornamento 12:00:
confermata situazione di stallo anche per il primo contingente di 4.447 ruoli

Nuovi dettagli emergono dai resoconti sindacali circa le nomine in ruolo sul contingente di 4447 quale incremento per l’organico di diritto del sostegno per il corrente anno scolastico 2013/14. Il quadro che si sta via via delineando, mettendo insieme tutti i tasselli dei vari resoconti è che i sindacati stiano tenendo un profilo basso per non evidenziare la situazione reale ancora molto lontana dalla conclusione della vicenda. Sitazione vergognosa se si pensa che le immissioni in ruolo sono state annunciate trionfalmente a settembre dal governo Letta e dal Ministro Carrozza !!

Si legge infatti nel comunicato SNALS inviatoci in redazione "I rappresentanti dell’Amministrazione hanno comunicato che il Ministero ha fornito il chiarimento richiesto dal MEF relativo alla necessità di non produrre situazioni di esubero e di riassorbire quello eventualmente esistente. Data la risposta positiva che è stata fornita, si dovrebbe arrivare a breve all’emanazione del provvedimento autorizzativo da parte del MEF. Ovviamente, anche in questo caso, si procederà a nomina in ruolo con decorrenza giuridica dal 1° settembre 2013. Dunque, secondo il resoconto mancherebbe ancora il provvedimento autorizzativo del MEF. E si legge ancora:"L’Amministrazione ha fornito i dati della situazione esistente: i dati complessivi assommano a 63348 posti attualmente in organico di diritto che, aggiunti all’incremento previsto per il 2013/14 di 4447, posti portano il totale dell’organico di diritto 2013/13 a 67795 posti. Il numero complessivo di alunni coinvolti è di 209814 con un rapporto docente/alunno medio nazionale di un docente per 3,095 allievi. Tale dato medio è però estremamente diversificato tra le diverse regioni e va da 1,886 della Basilicata a 4,521 della Lombardia. Si è poi discusso sui criteri da utilizzare per la redistribuzione degli incrementi, sempre di O.D., da effettuare nei prossimi due anni scolastici: 13342 per l’a.s. 2014/15 e 8895 per l’a.s. 2015/16. Come previsto dalla legge si dovrebbe tendere a riequilibrare la situazione sul territorio nazionale. L’Amministrazione ha formulato una proposta di destinare solo 711 posti su 22237 al riequilibrio. La delegazione dello SNALS-CONFSAL, seguita anche dai rappresentanti delle altre OO.SS, ha affermato che tale dato non può essere considerato un punto di partenza accettabile in quanto nella pratica non si produrrebbe alcun effetto di riequilibrio. L’amministrazione si è riservata di formulare alcune proposte puntuali per una prossima riunione."

STAY TUNED, LE NOTIZIE PRIMA DI USCIRE PASSANO DA PSN !!!

 

Iscriviti alla ns fanpage !

Aggiornamento 23:00:
sindacati chiedono nuova ripartizione per 2013/14 
Nuovo incontro il 23 gennaio 

Un nuovo resoconto della delegazione FGU conferma quanto avevamo intuito: ad oggi la ripartizione per regione diffusa con le tre precedenti ipotesi per l'annualità 2013/14 non è accettata dalle OO.SS. che chiedono una differente ripartizione. Si legge infatti nel resoconto: "...si è presa in esame la ripartizione a livello regionale dei 4.447 posti di Sostegno da assegnare quale primo contingente del triennio 2013/16 in cui saranno complessivamente immessi in ruolo 26.684 docenti, onde consentire la stabilizzazione del 100% dei 90.032 posti attivati nell' organico di diritto 2006/07. I posti previsti x il 2013/14 comporteranno la stabilizzazione del 75% dei posti a fronte del 70% attuale. Ovviamente il restante 25% - pari a posti 22.237 - sarà stabilizzato nel prossimo biennio.

Poiché attualmente c' è una sperequazione fra le varie Regioni, fra i posti stabilizzati e quelli effettivamente attivati, insieme alle altre OO.SS. la FGU ha chiesto di completare lo specchietto allegato con i posti esistenti in organico di fatto, onde poter procedere in modo più equo alla ripartizione del primo contingente di posti. A tal fine la ns. Delegazione ha invitato l' Amministrazione a formulare delle proposte di ripartizione perequativa fra le Regioni, ma senza comportare penalizzazioni di sorta x alcuno, proprio nel rispetto della sentenza 80/10 della Corte Costituzionale."

Il resoconto conclude riferendo che l'incontro si è chiuso con l' impegno di rivedersi nella mattinata di giovedì 23 gennaio, in cui si verificheranno altre soluzioni.

Aggiornamento delle 21:30

Nomine su sostegno: ipotesi a confronto sui numeri del 2013/14

Nel resoconto sindacale della Uil viene pubblicata una una tabella di ripartizione, che riporterebbe la ripartizione dei posti per regione. La tabella allegata è la stessa conosciuta finora e già pubblicata in precedenza da Professionisti Scuola. Non si comprende se sia quella ufficiale o meno anche perchè nel precedente resoconto sindacale si legge "La ripartizione di questi posti verrà effettuata in proporzione all’attuale consistenza dell’organico di diritto di ciascuna regione."

Professionisti Scuola, interpretando alla lettera questa affermazione, ha elaborato una tabella per un calcolo proporzionale rispetto all'attuale organico di diritto e mettendo a confronto le due ipotesi in campo: per alcune regioni il numero di immissioni in ruolo sarebbe molto differente.

Qui il raffronto tra le due ipotesi in campo per il 2013/14 (visibile solo per registrati, si consiglia browser chrome)

Aggiornamento 19:00

Nomine su sostegno:ancora ostacoli tra Miur e MEF

Sembra una telenovela la vicenda delle immissioni in ruolo sul sostegno. Un nuovo resoconto sindacale riferisce che il Miur ha informato i sindacati che c'è stata un'interlocuzione col MEF al fine di eliminare gli ostacoli che, ad oggi, non hanno ancora consentito di procedere alle nomine in ruolo dei 4.447 posti di docenti di sostegno, relativi all'anno scolastico 2013/14. Secondo il Miur la situazione e' in via di chiarimento.

Oltre al prospetto di ripartizione tra le varie regioni del contingente relativo all'anno scolastico 2013/14 gia' definito, il Miur ha anche avanzato proposte di ripartizione delle aliquote di posti relativi agli anni scolastici 2014/15 e 2015/16 che, come prevede la legge 128/13, dovranno tendere ad un riequilibrio del rapporto tra alunni e posti tra le diverse regioni. Su questi aspetti le parti si sono riservate ulteriori approfondimenti. 

Nomine in ruolo ATA

Nel corso dell'incontro, su richiesta dei sindacati, il Miur ha comunicato che il MEF ha autorizzato le nomine in ruolo di oltre 3.700 posti di personale ATA.
A breve, subito dopo la comunicazione ufficiale, il Miur convocherà i sindacati per l'informatica sulla ripartizione dei posti.

Pubblicato alle 17:15

Il MIUR, nel corso di un incontro su diverse problematiche, ha fatto il punto della situazione con i sindacati su sostegno, docenti inidonei ed immissioni in ruolo Ata

E’ stata confermata l’immissione in ruolo imminente di 4.447 docenti di sostegno con decorrenza giuridica 1 settembre 2013. La ripartizione di questi posti verrà effettuata in proporzione all’attuale consistenza dell’organico di diritto di ciascuna regione. Per i futuri contingenti (13.342 posti per il 2014-2015 ed altri 8.895 per il 2015-2016, totale in 3 anni di 26.684) il MIUR si è impegnato a presentare una proposta di ripartizione che cercherà, al contrario, di riequilibrare, almeno in parte, le situazioni diverse (anche in modo significativo) da regione a regione, rispetto alla quota media nazionale di organico di diritto rispetto a quello complessivo di fatto.

 Iscriviti alla nostra Fan page

Inidonei

L’amministrazione ha comunicato ai sindacati che è ancora in corso il monitoraggio delle domande presentate in attuazione della legge n. 128/13. Ad oggi solo 8 Direzioni Scolastiche regionali (Basilicata, Liguria, Molise, Puglia, Calabria, Marche e Piemonte) hanno comunicato i loro dati e da questi (riguardanti 1.135 docenti inidonei su circa 3.500, quindi 1/3), emerge che solo 66 docenti inidonei hanno chiesto il passaggio nei ruoli ATA, mentre 680 di loro hanno chiesto la mobilità per altro comparto pubblico e 389 un nuova visita medica.

Immissioni in ruolo ATA

L’amministrazione ha informato che sarebbe in dirittura di arrivo la procedura finalizzata all'autorizzazione da parte del Mef all’assunzione di 3.740 ATA complessivi con decorrenza giuridica 1 settembre 2013. Nei prossimi giorni, quindi, verrà discussa con i sindacati una ripartizione di questi posti, per cui rapidamente si dovrebbe pervenire a conclusione di questa vicenda che si trascina ormai da troppo tempo.

Articoli correlati:
RUOLI SOSTEGNO: OGGI MIUR INCONTRA I SINDACATI, PROBABILE TABELLA DI RIPARTIZIONE DEFINITIVA
http://www.flcgil.it/scuola/docenti/sostegno-inidonei-ed-immissioni-in-ruolo-ata.flc