Stampa
Categoria: Varie
Visite: 1791

Lo abbiamo denunciato più volte su PSN, adesso se ne dovrà interessare anche il ministro Giannini. Ci riferiamo all'inefficienza e mancanza di trasparenza dell'USR Campania, in particolare ad errori continui nella formazione delle graduatorie e degli elenchi di personale come accaduto per i corsi di riconversione e per i PAS (percorsi abilitanti speciali), alle continue rettifiche delle graduatorie del concorso docenti che continuano a sconvolgere gli elenchi pubblicati ad agosto 2013 e la mancata pubblicazione, dopo oltre 6 mesi, degli elenchi del sostegno degli idonei al concorso. Assenza di trasparenza che PSN sta contrastando fortemente con il lancio dell'iniziativa la "Trasparenza li seppellirà" e pubblicando sulla sua piattaforma informatica, unici a fare ciò,  le graduatorie rettificate del concorso nonchè gli elenchi di sostegno mai pubblicati dall'USR. Di tale andazzo e di altre vicende dell'USR campano, dovrà ora rispondere il Ministro Giannini grazie ad una interpellanza parlamentare formulata dal parlamentare del M5S Luigi Gallo. Di seguito il comunicato diramato: 

Iscriviti alla nostra Fan page
LUIGI GALLO M5S: ASSICURARE IL RISPETTO DELLA LEGGE E UNA DIVERSA CONDUZIONE NELLA SCUOLA CAMPANA

ROMA, 07 mar – Presentata interrogazione al ministro dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca da parte di Luigi Gallo, cittadino portavoce del MoVimento 5 Stelle alla Camera per sapere “se il Ministro, prendendo atto dello stato della scuola campana, intenda assumere consequenziali, definitive decisioni, anche politiche, che assicurino il rispetto della legge e una diversa conduzione nella scuola campana”.

LUIGI GALLO. — Al Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca. — Per sapere – premesso che:
Nella scuola campana vi è una situazione di disagio che si protrae da tempo e che concerne quasi tutta l'attività amministrativa della direzione scolastica regionale, caratterizzata da lentezza operativa e scarsa vigilanza sul territorio e sulle scuole, da errori continui nella formazione delle graduatorie e degli elenchi di personale come accaduto per i corsi di riconversione e per i PAS (percorsi abilitanti speciali).
Il 3 febbraio 2014 la direzione regionale scolastica della Campania ha ripubblicato sul proprio sito, con decreto AOODRCA UFF.DIR. 736/U del 31 gennaio 2014, l’elenco dei candidati aventi i requisiti per l’accesso ai percorsi abilitanti speciali (P.A.S.), nonché l’elenco dei candidati non aventi i requisiti per l’accesso ai percorsi medesimi;
tale pubblicazione segue quella del 30 dicembre 2013 e doveva contenere tutte le rettifiche degli errori commessi;
da notizie pervenute all’interrogante l’elenco del 31 gennaio 2014 dovrebbe essere ancora una volta ripubblicato per i numerosi errori ancora presenti;
Vi sono, ad avviso del deputato Gallo, valide motivazioni che inducono a ritenere che parte delle determinazioni della direzione regionale assunte in base ad un potere discrezionale, invece di assicurare i fini perseguiti dalla legge, come in tanti casi che riguardano direttamente il personale tutto, la disapplica. In provincia di Caserta appare molto grave la vicenda, non ancora conclusa, dell'IC «Capoluogo» di San Nicola la Strada, per il quale sussistono situazioni di disagio lavorativo in danno di alcuni lavoratori; fattispecie che sono state documentate tramite esposto alla direzione generale scolastica regionale già dall'ottobre 2012 e tramite numerosi interventi sindacali; sembrerebbe che accertamenti probanti, scaturiti da una verifica ispettiva durata quasi un intero anno scolastico, siano stati ignorati dal direttore generale scolastico regionale il quale avrebbe disatteso sia le conclusioni ispettive urgenti interlocutorie sia quelle finali.

Dato il silenzio calato sull’intera vicenda, Gallo ha chiesto al Ministro dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca “di rendere noto l'esito di tutte le verifiche ispettive disposte nelle scuole della Campania almeno negli ultimi tre anni, la durata dell’iter e le decisioni adottate in merito”.