Stampa
Categoria: Varie
Visite: 15529

mascherinaStrisciaIndagine choc da parte di "Striscia la notizia" sulle mascherine distribuite nelle scuole italiane.

Come ricostruito da Moreno Morello, inviato della nota trasmissione televisiva, ad agosto è scesa in campo Fca (FIAT) nella produzione di mascherine, dispositivi che a partire da settembre sono arrivati nelle scuole italiane. Ma non sono tardate ad arrivare le proteste di genitori da tutta Italia, insospettiti da odore e consistenza dei dispositivi medici. A tal proposito c'era stata anche una interrogazione parlamentare alla Ministra Azzolina a nome di alcuni rappresentanti della Lega. In una scuola di Alessandria, un DS  ha firmato una circolare interna per invitare gli studenti e il personale scolastico a non utilizzarle e a segnalare la vicenda allo stesso commissario Arcuri, dopo che alcuni genitori avevano dichiarato puzza di vomito e di pneumatici.

Dopo le numerose segnalazioni sull’odore e sulla consistenza dei dispositivi medici, Striscia la notizia ha portato ad analizzare 3 confezioni, selezionate a caso e riferibili a 2 lotti diversi, prodotte nello stabilimento di Mirafiori (TO).
Nei due lotti i test hanno rivelato una capacità di filtrazione rispettivamente del 67% e del 77%decisamente inferiore quindi al 95% previsto dalla legge. Anche il coefficiente di respirabilità è risultato anomalo con un valore di 52,6 Pa/cm², dato che per legge deve essere inferiore a 40 Pa/cm².

Secondo quanto evidenziato da Striscia la notizia, l’ente non testerebbe le mascherine ma si fiderebbe dei documenti inviate dalle aziende. Fca ha tenuto a precisare che per produrre le mascherine vengono utilizzate macchine fornite dal commissario Arcuri e materie prime stabilite dalle autorità nazionali. Inoltre, le mascherine sono state testate da società accreditate.

Milioni di mascherine distribuite ai nostri alunni, ai nostri figli, che tra l'altro sarebbero costretti ad indossarle per tutte le ore di permanenza a scuola, con il forte dubbio che sia un inutile sacrificio?

"Il Governo non ritiene opportuno procedere a una ricognizione e a un controllo dei dispositivi distribuiti in tutti gli istituti scolastici italiani?”, come giustamente richiesto alla ministra dai parlamentari.

 

Link al servizio: https://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/mascherine-prodotte-da-fca-i-test-di-striscia_70676.shtml

 

DPCM del 3 Dicembre: Cosa cambia per le scuole?

DAD gratis senza consumare giga per gli studenti con Tim, Vodafone e WindTre