Ricorso Servizio paritaria PSN AGC

Come nell’anno 2017, anche nel 2018 il Ministero ha ingiustamente ritenuto che “Il servizio prestato nelle scuole paritarie non è valutabile in quanto non riconoscibile ai fini della ricostruzione di carriera” (cfr. Contratto Collettivo Integrativo concernente la mobilità per l’a.s. 2017/2018 prorogato per l’a.s. 2018/2019).

Ogni docente, invece, ha pieno diritto al riconoscimento del lavoro pre-ruolo svolto nei periodi di insegnamento presso le scuole paritarieLa legge non prevede che esistano scuole di livello superiore di serie A e di livello inferiore di serie B.

La dignità delle scuole paritarie è riconosciuta da una legge dello Stato che deve essere rispettata e applicata in tutti i contesti. L’art.2, comma 2 del d.l.255/2001 sancisce la completa equiparazione dei servizi statali e paritari.

Numerose sono le pronunce di Tribunali di tutta Italia che, oltre a riconoscere gli anni di lavoro prestati presso scuole paritarie, hanno ordinato alle Amministrazioni convenute di assegnare ai ricorrenti le sedi di servizio spettanti in base al corretto punteggio di mobilità e all’ordine di preferenza territoriale espresso.

In merito al punteggio del servizio pre-ruolo svolto nelle scuole paritarie si è pronunciato anche il Consiglio di Stato (sentenza n. 4845 del 10/11/2017), che ha equiparato il servizio svolto nelle scuole statali con quello nelle scuole paritarie. Pertanto, illegittimamente viene attribuito un diverso peso al servizio pre-ruolo nelle varie scuole statali rispetto al servizio di pre-ruolo nelle paritarie. Al primo è attribuito un punteggio, mentre al secondo no.

Lo Studio Legale Rocco-Testini in collaudata sinergia con PSN, promuove un ricorso collettivo diretto ad ottenere la valutazione dell’intero il servizio pre-ruolo prestato nelle scuole paritarie ai fini giuridici ed economici.

La domanda giudiziale collettiva ha la finalità di far conseguire a ciascun ricorrente l’ottenimento dell’esatto punteggio comprensivo degli anni di docenza presso scuole paritarie, ai fini della ricostruzione della giusta anzianità di servizio.

Come noto, l’accoglimento della domanda giudiziale comporterà il diritto a poter richiedere un inquadramento nella fascia stipendiale più favorevole, il pagamento degli arretrati, il corretto inserimento nelle graduatorie interne di istituto e nella graduatoria di servizio di ruolo.

Vediamo analiticamente cosa prevede l’attuale normativa ministeriale.

L’ordinanza n. 207 del 9 marzo 2018, richiamando il contratto collettivo nazionale integrativo per la mobilità del personale docente del 2017/2018, ha previsto che saranno valutati solamente gli anni di servizio nelle scuole primarie paritarie che abbiano conservato anche lo status di parificata insieme alla qualifica di paritaria e solamente fino al 31 agosto 2008. Sono inoltre valutati gli anni svolti nella materna paritaria, ma solo se comunale.

Il limite nel riconoscimento del punteggio del servizio nella scuola paritaria ai fini della mobilità determina una violazione dei seguenti principi normativi e comunitari:

l’art. 2 comma 2 del d.l. n. 255/2001 del 3 luglio 2001 così recita “i servizi di insegnamento prestati dal 1 settembre 2000 nelle scuole paritarie di cui alla legge 10 marzo 2000 n. 62, sono valutati nella stessa misura prevista per il servizio prestato nelle scuole statali“.
la Clausola 4 della Direttiva 1999/70/CE prevede il principio di non discriminazione in base al quale i lavoratori a tempo determinato non possono essere trattati in modo meno favorevole dei lavoratori a tempo indeterminato, i criteri del periodo di anzianità di servizio dovranno essere gli stessi sia per i lavoratori a tempo determinato sia per quelli a tempo indeterminato.

CHI PUO’ ADERIRE AL RICORSO:

Al ricorso può aderire tutto il personale docente della scuola di ruolo, che abbia superato l’anno di formazione e il periodo di prova positivamente, che abbia prestato servizio pre-ruolo nelle scuole paritarie di ogni ordine e grado per un periodo non inferiore a 180 giorni nell’anno scolastico.

Possono ricorrere coloro che abbiano ottenuto la ricostruzione della carriera da meno di dieci anni o che non abbiano ancora chiesto o ottenuto il decreto di ricostruzione. In tal caso va compilato il modulo predisposto dallo studio legale AGC per la richiesta di riconoscimento dei servizi che procederà al suo inoltro all’Ufficio Scolastico ed al Ministero contestualmente l’avvio della procedura giudiziaria.

DOCUMENTI RICHIESTI

1. Copia fonte/retro del documento di identità
2. Copia del codice fiscale
3. Copia tutti i contratti a tempo determinato/indeterminato relativi al servizio pre-ruolo nelle scuole paritarie, oppure in alternativa i certificati di servizio (richiedibili presso le scuole ove è stato prestato il servizio);
4. Copia domanda di ricostruzione di carriera indicante le sedi di servizio pre-ruolo presso scuole paritarie;
5. Decreto di ricostruzione carriera o in alternativa, per chi non avesse ancora presentato domanda di ricostruzione o che non hanno avuto ancora riscontro alla stessa va compilato e sottoscritto la delega presente all’ultima pagina del presente modulo.

Tale documentazione dovrà essere inviata in formato cartaceo all’indirizzo: 

PSN – Professionisti Scuola Network - Casella postale 20 - 84018 SCAFATI (SA)

QUANTO COSTA

Il costo di adesione di € 250,00 (già comprensivo di aliquote di legge) per i Soci PSN (e di € 270,00 per i non soci) dovrà essere versato a mezzo bonifico allo Studio Legale, la documentazione dovrà essere spedita alla Sede PSN indicata di seguito.

Disporre bonifico sulle seguenti coordinate bancarie:

IBAN: IT83T0558401799000000026310

Intestazione: Vincenzo ROCCO

Importo: € 250,00 per i soci di PSN

Importo: € 270,00 per i non soci di PSN

Causale: Ricorso collettivo scuola paritaria

(allegare ricevuta del bonifico)

Spedire il plico per raccomandata A/R al seguente indirizzo:

PSN – Professionisti Scuola Network - Casella postale 20 - 84018 SCAFATI (SA)

Per info:

Linea diretta per i ricorrenti: 392.92.92.92.8 oppure 0881.619417

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

SCADENZA

31 LUGLIO 2018

Allegati:

Scarica questo file (Modulo-Adesione-Ricorso-servizio-paritaria-PSN-AGC.pdf)Modulo-Adesione-Ricorso-servizio-paritaria-PSN-AGC.pdf