Stampa
Categoria: Varie
Visite: 10957

neoimmessiDall'incontro tenutosi ieri al MIUR per discutere le problematiche inerenti le  assunzioni sui posti di Fase C è venuta fuori un'ulteriore novità, riguarda la possibilità per gli assunti nella scuola secondaria di secondo grado di essere assegnati a una scuola superiore ma utilizzati sulla scuola secondaria di primo grado o sulla primaria.

Agli stessi docenti sarà consentito effettuare l'anno di prova sulla classe di concorso di assunzione (anche se con servizio prestato in ordine di scuola diverso), ciò contrasterebbe con le limitazioni sulla validità dell'anno di prova contenute nel recente DM 850/15 del 27 ottobre (che rigidamente prevede la necessità di svolgere il servizio nello stesso ordine di scuola di assunzione in ruolo). ricordiamo che :

Iscriviti alla nostra Fan page

L’attività di formazione, è comunque svolta con riferimento al posto o alla classe di concorso di immissione in ruolo.

Invece, per i posti di Fase C l'amministrazione ha sostenuto che la particolarità dell'attività che si svolge sui posti di potenziamento giustifica l'eccezione alla regola e quindi sarà possibile superare tali limitazioni. A questo punto, ci chiediamo vista la straordinarietà di tutto il piano previsto dalla legge 107, perchè non concedere questa deroga anche ai docenti assunti in fase B?

Sembra che si voglia solo continuare ad alimentare le discussioni e  diatribe tra i docenti assunti nelle varie fasi continuando a metterli perennemente uno contro l'altro, quando basterebbe un minimo di buon senso cosa che sembri manchi del tutto.

Ricordiamo che PSN ha creato il gruppo di studio Formazione Docenti 2015/16  per essere d'aiuto e supporto a tutti i docenti neoimmessi.

Articoli correlati:

USR Campania: Chiarimenti Formazione del personale docente ed educativo anno scolastico 2015-2016

Docenti neo-assunti: Pubblicata circolare operativa per periodo di formazione e anno di prova

Anno di prova: pubblicato il decreto, chiarita validità anche se prestato su supplenza con nomina giuridica e su gradi differenti per il sostegno