Varie

Adozione dei libri facoltativa, possibilità per le scuole di produrre in proprio materiali didattici digitali da proporre agli studenti, precisi paletti per i testi consigliati. Sono alcune delle novità che riguardano le adozioni dei testi scolastici contenute nella circolare inviata alle scuole. Una sorta di vademecum per guidare dirigenti e insegnanti fra le novità che entrano in vigore dal prossimo anno scolastico. Da questa ‘tornata’ l’adozione dei libri diventa facoltativa, con la possibilità per i collegi dei docenti di scegliere anche strumenti alternativi, purché coerenti con i limiti di spesa stabiliti per legge e con i programmi in vigore.

Una Pasqua di "passione" quella che stanno vivendo in questi giorni i docenti precari alle prese con l'aggiornamento delle Graduatorie ad esaurimento per il 2014-7. La vicenda sta rasentando l'assurdo per l'applicazione messa a disposizione dal MIUR che avrebbe dovuto finalmente mandare in soffitta la modulistica cartacea. Il MIUR si è invece fatto cogliere impreparato per un avvenimento così importante, che coinvolge migliaia di docenti e le relative famiglie, non mostrando il minimo rispetto per una categoria già maltrattata da tante vicissitudini. In tanti stanno trascorrendo queste festività attaccati al monitor di un PC cercando di capire dove sbagliano o dove vi siano bug di un software per nulla testato. Si attendeva almeno un comunicato ufficiale ed un'ammisione di responsabilià da parte del MIUR, ma forse i docenti non sono degni di tanta considerazione.

Riportiamo Video Intervista al Ministro Giannini rilasciata a La Stampa, ed alcune  frasi significative :

“La figura dell’insegnante è centrale, e al momento è troppo svalutata, se pensiamo che nessuno augura al proprio figlio di diventare un maestro elementare. Spero che si cominci a guardare di più al merito e all’impegno, e che questo si traduca in un compenso economico differente a seconda di chi lavora di più e meglio. Perché insegnare non è solo questione di talento, ma di impegno e di lavoro costante”.

"Un impegno politico: c'è bisogno di rivisitare gli ordinamenti".

“Non intendiamo né abolire l’ora di educazione fisica, né tanto meno quella di storia dell’arte”.

Con la circolare n. 3434 del 9-4-2014 il Miur ha reso finalmente disponibile il modulo per l'accesso gratuito ai musei ed ai siti archeologici per il 2014 anche ai docenti a tempo determinato. La circolare precisa che la disposizione varrà fino al 31-12-2014 salvo esaurimento anticipato dei fondi stanziati per l'iniziativa e cmq non oltre il 31-12-2014, a meno di rifinanziamento della misura anche per il prossimo anno. La circolare sa comunque di beffa per i docenti precari che da anni sono al servizio dello Stato.

L' 11 aprile scioperano i precari della scuola. Per capire le motivazioni della protesta, pubblichiamo il comunicato e la locandina inviataci in redazione dal gruppo fb "Precari uniti contro i tagli" sullo sciopero dell' 11 Aprile  che vedrà manifestare i precari davanti al Miur. Di seguito il comunicato:

Si allega alla presente il modello da utilizzare per la messa a disposizione per la nomina in sostituzione del commissario esterno rinunciatario agli Esami di  Stato per l’anno scolastico 2013/2014. Tale modello deve essere, debitamente, compilato dall’interessato ed essere inoltrato a questo Ufficio entro il 14 maggio 2014.

Arrivano richieste di dimissioni del ministro da diverse parti dopo le dichiarazioni del Ministro Giannini a Catania che hanno aperto la strada chiaramente alla chiamata diretta dei docenti. Ma il ministro viene criticato anche per affermazioni che sembrano essere frutto di approssimazione e "ignoranza" su diverse posizioni espresse.
Una delle voci più critiche è stata Caterina Altamore delegata nazionale scuola del PD, in passato nota come insegnante precaria combattiva contro i tagli della Gelmini. 

Critica e analisi molto condivisibile ma che sembra voler mettere la testa sotto la sabbia proprio riguardo alla posizione del PD sulla chiamata diretta. Scrive infatti:

Il ministro Giannini, in visita domenicale presso una scuola di Catania ha rilasciato una intervista ad alcuni quotidiani, dando indicazioni sulla sua idea del reclutamento e parlando apertamente di chiamata diretta dei docenti, da sempre nel programma di Scelta Civica di cui è segretaria di partito. Tra le altre cose, ha poi parlato di organico funzionale, come se questo fosse già esistente e concreto. Sarebbe opportuno che qualche funzionario del Miur l'avvertisse che non esiste l'organico funzionale. Riportano infatti le agenzie di stampa queste sue parole: