Varie

L'AT di Napoli ha pubblicato la nota prot. 4591 riguardante Permessi per il diritto allo studio - Scadenza 15 novembre 2014

Oggetto: Permessi straordinari di cui all’art. 3 del D.P.R. 23/8/88 n. 395, riguardante il diritto allo studio. Anno solare 2015

Ai sensi delle disposizioni per l’attuazione, in favore del personale del Comparto Scuola, dell’art. 3 del D.P.R. n. 395/88, riguardante i permessi straordinari retribuiti per il diritto allo studio (già impartite con C.M. n. 319 del 24/10/91 e previste altresì dal Contratto Collettivo Decentrato Regionale del 21/02/2013), si rammenta che il termine di scadenza per la presentazione delle domande da parte del personale Docente, Educativo ed A.T.A. che intenda fruirne, per l’anno solare 2015, è fissato, a pena di decadenza, al 15.11.2014.
Le istanze di concessione dei predetti permessi dovranno pertanto recare in maniera inequivocabile gli estremi di assunzione al protocollo della scuola entro e non oltre il 15/11/2014 e dovranno altresì essere complete di tutti gli elementi indicati all’art. 5 del C.C.D.R. del 21/02/2013.

Terminata da pochi minuti la conferenza stampa di presentazione della legge di stabilità per il 2015 a conclusione del consiglio dei Ministri previsto per oggi. Nel menù della legge di stabilità anche 1 miliardo per la stabilizzazione dei precari. Renzi però precisa in conferenza, illustrando le uscite della legge di stabilità, "Previsti 500 milioni 'netti' per scuola. Abbiamo messo (in Legge di Stabilità) 0,5 mld perchè è sull'indebitamento netto. La misura in realtà vale 1 mld e serve ad assumere tutti i 149.000 della graduatorie a esaurimento. E' la voce netta non lorda''. Il comparto darà molto in cambio, in chiave di spending review (sicuri 140 milioni che arriveranno dalla riforma delle commissioni per gli esami di maturità (composte solo da insegnanti interni). 


Di seguito le principali misure previste dalla LEGGE DI STABILITA’: 

L'USR Lombardia ha diffuso una circolare in cui sono ridistribuiti sulle diverse province i posti ancora da assegnare per ulteriori scorrimenti dalle graduatorie ad esaurimento e da concorso (li dove non esaurite). Il numero complessivo delle immissioni da fare per scorrimento sono quasi 2500 (2.476 per l'esattezza). Sarà corsa contro il tempo dunque in Lombardia visto la nota circolare miur che imporrebbe il rispetto della scadenza del 15 ottobre per la conclusione delle operazioni di immissioni in ruolo 2014-15. Scadenza che a questo punto è sicuramente impossibile rispettare. I posti da attribuire per scorrimento sono così distribuiti: il maggior numero di immissioni in ruolo da effettuare sono per infanzia e primaria a cui andranno assegnate dalle GAE 1192 ruoli su posti comune di cui 323 su Infanzia e 869 su Primaria e 73 posti di Sostegno (2 a Infanzia e 71 a Primaria). Tanti posti per scorrimento anche per Sostegno di II Grado per un totale di 388 sulle 4 aree. Da distribuire per scorrimento un totale di 390 posti di cui 281 da Gae e 109 da Gm per le cdc del I grado e un totale di 433 posti di cui 242 alle Gae e 191 da Gm per le cdc del II Grado. Nessuno scorrimento invece per posti su sostegno I Grado. Di seguito la circolare emessa dall'USR Lombardia

Pubblichiamo, in allegato, le “linee di orientamento” predisposte dalla FLC CGIL per il dibattito sul documento del Governo “La Buona Scuola” presentato il 3 settembre 2014.

Proponiamo un contributo del Centro studi Gilda sulle proposte contenute nel dossier "La buona scuola" relativamente alla progressione di carriera di Marco Corvaglia.

Non tardano ad arrivare i primi comunicati e contestazioni  contro il lancio del patto formativo “La buona scuola” .

Secondo la FLC CGIL il testo contiene  tanti argomenti affrontati a dir poco in maniera discutibile (banca delle ore dei docenti, rapporto tra scuole e mondo del lavoro, reclutamento ispettivo e la possibilità per i dirigenti di chiamare i docenti che riterranno più adatti per l’attuazione del Pof di istituto).

Finalmente svelato il piano per la riforma della scuola. Renzi promette oltre 150 mila assunzioni nel 2015. Sul sito passo dopo passo il testo che spiega i passaggi chiave delle novità in arrivo per insegnanti, presidi, studenti. In allegato il volume che spiega i passi della riforma denominata la buonsa scuola.
Questo invece il video in cui Renzi spiega le linee guida della riforma. 

Un piano da tre miliardi, una consultazione con i cittadini che durerà al 15 settembre al 15 novembre, e oltre centocinquantamila nuovi assunti nel 2015, di cui 80 mila maestri per le scuole dell'infanzia e della primaria:

Pubblichiamo nota Prot. n. 3162/4 dell’Ufficio Scolastico di Napoli che  richiama i Dirigenti Scolastici a verificare le dichiarazioni di responsabilità del personale destinatario di contratti di lavoro.