Varie

Senatrice, Stefania Giannini, attuale segretaria di Scelta Civica è stata appena nominata Mnistro dell'istruzione.

Professore ordinario di Glottologia e Linguistica dal 1999, è stata rettore dell'università per stranieri di Perugia dal 2004 al 2013.

Pubblicato il 10/3
Prorogato con nota miur 1820 al 16 marzo 2014 (ore 24) il termine di presentazione delle domande di partecipazione (modello ES-1) alle commissioni di esame di Stato del secondo ciclo

Pubblicato il 20/2

E' già possibile a partire da oggi 20 febbraio compilare la domanda su istanze on line per la formazione delle commissioni degli esami di Stato secondo la circolare n. 29 del 13 febbraio 2014 emanata dal Miur avente per oggetto: "Formazione delle commissioni degli esami di Stato conclusivi dei corsi di studio d´istruzione secondaria di secondo grado per l´anno scolastico 2013/2014."

Arrivano le prime conferme ai dati sui pensionamenti del personale della scuola. Sono infatti 13.380 i pensionamenti dei docenti che lasceranno la scuola dal prossimo primo settembre a cui vanno aggiunti 3662 ata. Lo conferma Repubblica in un suo articolo parlando di dati quasi definitivi dalla banca dati del Miur arrivati dopo la scadenza della proroga delle domande al 14 febbraio.

Aggiornato il 18-7

Toni di nuovo trionfalistici su molte testate specialistiche in merito alla stabilizzazione precari con 3 anni di servizio nella scuola italiana, questione portata all'attenzione della Corte di Giustizia Europea. Molti attendevano la sentenza per luglio erroneamente illusi da precedenti comunicati di diverse sigle sindacali, ma  non arriverà se non ad autunno inoltrato. Nel frattempo arriva il parere dell'avvocato generale della Corte di Giustizia Europea, tale Maciej Szpunar, che ha relazionato sulla causa in corso di di migliaia di docenti e Ata ricorrenti che chiedono di essere assunti sulla base di un’anzianità di servizio superiore ai tre anni, come già previsto dalla direttiva UE 1999/70 che impone agli stati membri l’adozione di misure preventive per evitare l’abuso dei contratti a termine.
Conclusioni dell'avvocato che non cambiano di una virgola la validità delle considerazioni fatte finora da PSN. Siccome sulla vicenda si continua a speculare ed alimentare speranze di ruolo addirittura per 100.000 precari in possesso di almeno 36 mesi di servizio, a futura memoria, PSN ripropone l'articolo pubblicato in data 18/2 che riassume il parere della Commissione europea e le soluzioni alternative eventualmente adottabili. Qui per saltare al testo dell'articolo pubblicato il 18/2.

E' ufficiale l'addio del Ministro Carrozza, riportiamo alcuni twett significativi

Addio Carrozza

Cosa o chi ci aspetta dietro l'angolo? 

 

Lascia un commento sulla nostra fan page sul Ministro uscente

Iscriviti alla nostra Fan page

 

Con Delibera della Giunta Regionale Campania n. 17 del 04.02.2014 - Direzione Generale Istruzione, Formazione,Lavoro e Politiche Giovanili - è stato approvato il documento per la Organizzazione della rete scolastica e Piano dell'offerta formativa per l'anno scolastico 2014/2015.

(ANSAmed) - Gli insegnanti delle scuole medie e superiori della Grecia sono oggi in sciopero in vista dell'esame da parte del Consiglio di Stato del ricorso presentato contro la legge che prevede la messa in mobilità degli insegnanti. A sostegno del riscorso, stamani si è svolta una manifestazione di protesta nei Propilei organizzata dalla Federazione degli insegnanti delle scuole medie e superiori (Olme), da quella degli insegnanti delle scuole inferiori (Doe) e dalla Federazione dei lavoratori nelle autonomie locali (Poe–Ota).

Arriva finalmente il decreto attuativo della misura prevista all'art. 7 dal decreto "L'istruzione riparte" e col quale sono state previste misure per diminuire il fenomeno degli abbandoni precoci dei percorsi di studio, a ridurre le ripetenze e i debiti formativi.

Il ministro Carrozza ha infatti appena firmato il decreto ministeriale, prot. n.87, col quale si punta alla riduzione del numero di abbandoni non formalizzati nel corso dell’anno scolastico e nel passaggio da un anno scolastico all’altro, nonché alla riduzione del numero di ripetenze e debiti formativi nella scuola secondaria di secondo grado (soprattutto nelle discipline fondamentali quali italiano, matematica ed inglese), del numero dei giorni di assenza, del numero di sanzioni disciplinari.