Varie

Proponiamo un contributo del Centro studi Gilda sulle proposte contenute nel dossier "La buona scuola" relativamente alla progressione di carriera di Marco Corvaglia.

Non tardano ad arrivare i primi comunicati e contestazioni  contro il lancio del patto formativo “La buona scuola” .

Secondo la FLC CGIL il testo contiene  tanti argomenti affrontati a dir poco in maniera discutibile (banca delle ore dei docenti, rapporto tra scuole e mondo del lavoro, reclutamento ispettivo e la possibilità per i dirigenti di chiamare i docenti che riterranno più adatti per l’attuazione del Pof di istituto).

Finalmente svelato il piano per la riforma della scuola. Renzi promette oltre 150 mila assunzioni nel 2015. Sul sito passo dopo passo il testo che spiega i passaggi chiave delle novità in arrivo per insegnanti, presidi, studenti. In allegato il volume che spiega i passi della riforma denominata la buonsa scuola.
Questo invece il video in cui Renzi spiega le linee guida della riforma. 

Un piano da tre miliardi, una consultazione con i cittadini che durerà al 15 settembre al 15 novembre, e oltre centocinquantamila nuovi assunti nel 2015, di cui 80 mila maestri per le scuole dell'infanzia e della primaria:

Pubblichiamo nota Prot. n. 3162/4 dell’Ufficio Scolastico di Napoli che  richiama i Dirigenti Scolastici a verificare le dichiarazioni di responsabilità del personale destinatario di contratti di lavoro.

Aggiornamento 13-08
L'AT di Roma ha diramato un avviso in cui rende noto il calendario delle convocazioni per pe immissioni in ruolo 2014/2015 per il personale docente e A.T.A. Come avevamo anticipato le operazioni di immissioni per il Concorso Regionale D.D.G. 82/2012 inzieranno il 20/08 con le convocazioni per i posti di sostegno: scuola dell’Infanzia, Primaria, secondaria di I e II grado: dal 20/08/2014 al 21/08/2014 per concludersi il 26/08 con il primo grado classe di concorso A033.
I calendari per il Concorso Regionale di cui al D.D.G. 82/2012 saranno presumibilmente pubblicati: a partire dal 18/08/2014

Per le Graduatorie a Esaurimento calendario pubblicato dal 25/08 con convocazioni su posti di sostegno dal 27/08 per scuola dell’Infanzia, Primaria, secondaria di I e II grado; su posti comuni 28/08/2014 al 01/09/2014. Le convocazione per l’individuazione per la stipula del contratto a tempo indeterminato avverrà esclusivamente mediante pubblicazione di un calendario sul sito istituzionale dell’ufficio http:/www.atpromaistruzione.it.
Per le nomine annuali calendario il 03/09/2014. In allegato la nota con il calendario pubblicato

Giungono in redazione numerosi quesiti circa le modalità con cui si applicheranno le istruzioni operative per le imminenti immissioni in ruolo 2014-15.
Professionisti Scuola, come da sempre nel suo stile, normativa alla mano, fa chiarezza sulle modalità con cui saranno scorse sia le graduatorie ad esaurimento che quelle di merito del concorso e come saranno disposti i recuperi di posti ribaditi anche dalla nota Miur appena emessa a ulteriore chiarimento delle Istruzioni operative.

Il quadro normativo a cui bisogna far riferimento per dipanare ogni dubbio contempla il Testo Unico (art. 399 comma 1) che prevede l'attribuzione dei ruoli al 50% tra Gae e Gm; le "istruzioni" dello scorso anno che stabilirono la non compensazione del concorso 2012 rispetto ai posti dati alle Gae e il mancato scorrimento delle graduatorie di merito; il DM n. 356 del 23 maggio 2014 che ha stabilito lo scorrimento oltre i posti a bando del concorso 2012. Infine in questo quadro va ad inserirsi il decreto in via di emissione per le immissioni in ruolo 2014-15 di cui sono già note le istruzioni contenute nell'allegato A che ha operato un ponte con il DM 356 di maggio che dispone lo scorrimento delle Gm.
Scorrimento che è stato disposto prima per chiara volontà politica e supportata poi dalla intervenuta sentenza del TAR (sul sostegno) che ha ribadito la vigenza del Testo Unico per la previsione di assunzioni 50% Gae e 50% concorso. 
Scorrimento dunque che dovrà avvenire per via delle recenti disposizioni del Miur ma che presenta una criticità che potrà dare luogo a contenziosi per via di una lettura parziale del Testo Unico e delle altre norme di riferimento.

Il M5S ha depositato una proposta di riforma del sistema di formazione e reclutamento docenti. La proposta di legge è il frutto di un processo democratico e partecipativo durato quasi un anno e che ha coinvolto centinaia di docenti italiani attraverso il tavolo di confronto realizzato dal M5S.
Tavolo di confronto al quale ha partecipato attivamente anche l'Associazione Professionale "Professionisti Scuola Network" elaborando una propria proposta partecipata discussa sul forum insieme ai nostri utenti e illustrandola al tavolo conclusivo che si è tenuto ala Camera dei Deputati lo scorso 11 luglio. 
Diversi i punti della nostra proposta fatti propri dal M5S e inseriti nella proposta di legge appena presentata. E' stata infatti recepita sia la proposta dell'istituzione di una Graduatoria Nazionale a cui accedano i docenti inseriti in Gae, sia la proposta nella fase transitoria di un reclutamento al 70% dalle suddette Graduatorie e al 30% dal concorso, passando per la graduatoria degli abilitati aperta a tutti i docenti abilitati da usarsi in subordine ed estesa a tutta la provincia per l'attribuzione degli incarichi in sostituzione delle Graduatorie di istituto oggi ristretta alla roulette delle 20 istituzioni scolastiche. Recepita inoltre anche il superamento della distinzione tra organico di diritto e organico di fatto.
La proposta ora disponibile sul portale Lex del M5S, come di consueto, per 60 giorni per osservazioni ed emendamenti dei cittadini prima di essere depositata per la discussione parlamentare.

Si conclude con l'ultima provincia, quella di Bologna, la pubblicazione da parte di tutti gli Ambiti Territoriali delle graduatorie ad esaurimento 2014-17 provvisorie, e si conferma definitivamente l'orientamento generale che PSN aveva anticipato in merito alla mancata attribuzione del bonus di 6 punti per abilitazione conseguita tramite SSIS, SFP e assimilati. Dalle numerose segnalazioni che giungono in redazione da tutta Italia, gli Ambiti Territoriali non hanno attribuito il bonus di 6 punti ai docenti abilitati e quindi non ottemperato alla richiesta dei docenti aventi diritto che avevano inviato la diffida preparata dallo staff di PSN.   
Alcune segnalazioni indicano, in alcuni Ambiti Territoriali, l'attribuzione del punteggio aggiuntivo ai soli docenti diretti interessati delle sentenze del Consiglio di Stato.
Si confermano dunque le indiscrezioni che PSN aveva pubblicato in merito alla mancata volontà di estendere la sentenza del CDS anche a tutti gli altri docenti abilitati SSIS, SFP e assimilati con discriminazione tra docenti con pari requisiti e grave lesione del diritto di cui dovranno ripondere in giudizio al pari del Miur per la mancata attribuzione di ruolo o incarichi annuali ai docenti interessati.
Giudizio di ottemperanza dunque che resta unica strada, nonstante l'inoltro della diffida preparata da PSN che ha visto Miur e AT ignorare le istanze dei docenti aventi diritto.