Stampa
Categoria: Formazione, TFA e PAS
Visite: 8257

PSN InclusioneProsegue il percorso di formazione rivolto alla figura di referente/coordinatore per l’inclusione, che non solo risulta essere un punto di riferimento nell’istituzione scolastica riguardo ai temi dell’inclusione e della disabilità, ma che avrà anche il compito di trasferire le competenze professionali acquisite nell’ambito della propria comunità professionale, secondo modalità operative concordate con il dirigente scolastico.

Secondo la nota Prot. n.32839 del 3/11/2016 del MIUR, tale iniziativa formativa vede come destinatari 10.000 docenti che hanno partecipato positivamente al percorso formativo dello scorso anno scolastico. E’ consentito il subentro di un nuovo docente debitamente incaricato dal dirigente scolastico di svolgere la medesima funzione nell’istituto. Si rammenta, comunque, che l’attività formativa è in particolare rivolta ai docenti specializzati per il sostegno, con l’obiettivo di rafforzarne l’identità professionale, la continuità di presenza, l’assunzione di compiti di sistema, con specifica attenzione alle attività delle reti di scuole, dei CTI/CTS.

Iscriviti alla nostra Fan page
Ciascun percorso formativo avrà una durata complessiva di 50 ore, pari a due unità formative. Una unità formativa di 25 ore comprende, di massima: 8-12 ore di lezioni e attività laboratoriali in presenza; 6-8 ore di esercitazioni, tutoring, pratica didattica; 8- 10 ore di studio, documentazione, lavoro on line. Le tipologie di attività potranno essere liberamente composte sulla base dei bisogni formativi rilevati. In questo secondo anno sarà importante prevedere prioritariamente attività laboratoriali realizzate attraverso casi pratici, project work, etc., coinvolgendo attivamente anche altri attori (famiglia, operatori socio-sanitari del territorio, associazionismo, strutture del terzo settore, enti locali). Ciò anche al fine di impegnare i partecipanti nell’elaborazione di prototipi di accordi inter-istituzionali, di modelli e ipotesi di formazione in servizio, di analisi di casi e sviluppo di strategie didattiche inclusive, di continuità e orientamento al “progetto di vita”, ecc.

I temi che potranno essere approfonditi saranno:

A conclusione del percorso formativo, verrà rilasciato un attestato descrittivo del percorso svolto e delle esperienze formative realizzate.

In allegato troverete la nota completa e gli allegati

Articoli correlati

Neoimmessi: Anno di prova e formazione, cos'è e come si compila il Bilancio delle Competenze Iniziali

Anno di prova e formazione:USR Campania presenta le 4 fasi del percorso, DS dovranno motivare giudizio sfavorevole

Piano formazione docenti: i principi, le priorità e la goverance per l' ufficio scolastico regionale Campania

Formazione docenti: Dal piano nazionale al portfolio, ecco come si articola la formazione degli insegnanti

Anno di formazione e prova neo-assunti 2016/2017: Orientamenti preliminari

Piano formazione docenti: in arrivo il portfolio professionale per tutti i docenti

Formazione docenti: Presentato il piano, aggiornamento professionale obbligatorio per 750 mila