Stampa
Categoria: Formazione, TFA e PAS
Visite: 74905

Faq PSN NeoimmessiL’anno di prova dei neoimmessi in ruolo è in pieno svolgimento. La piattaforma INDIRE è in piena attività da qualche settimana e i docenti affrontano ogni giorno passo dopo passo il percorso indicato dal ministero.

Come sempre, alla lettura della normativa si sovrappongono le personali interpretazioni di tante voci all’interno del mondo scuola.

Nel gruppo PSN Formazione (arrivato in questi giorni a superare il traguardo dei 20 mila iscritti) i docenti condividono quotidianamente dubbi e notizie, cercando di dare un senso a tutte le tappe del percorso formativo. Dalla collaborazione di tutti nasce la condivisione dei materiali da inserire in piattaforma, ovviamente con puro scopo esemplificativo, perché, ci teniamo a ribadirlo, ogni esperienza è unica e fine a se stessa.  Potete trovare i materiali condivisi qui                  

Allo stesso scopo nascono queste faq, che non hanno nessuna pretesa di ufficialità, anche se si basano rigorosamente sulla normativa vigente e su quanto pubblicato dai vari USR in forma ufficiale.

Quindi, bando alle chiacchiere e speriamo di aiutarvi a sciogliere i dubbi.

Naturalmente, ci riproponiamo di aggiornare queste faq, man mano che si apriranno nuove sezioni del percorso.

Iscriviti alla nostra Fan page 

Risposte alle domande frequenti su PSN Formazione

1) Ci sono scadenze tassative di qualsiasi tipo per la consegna dei vari documenti della formazione?

NO… se il ds non vi chiede nulla, ad oggi non ci sono scadenze né date tassative né per bilancio iniziale, né per curriculum o attività da inserire in piatta. Se mai ci fossero scadenze INDIRE, sarà INDIRE stesso a segnarlo in piattaforma. Sottolineo che la scadenza relativa al 26 maggio era un pesce d'aprile!!!

2 ) Come si esporta il bilancio delle competenze iniziale?

Solo ad inserimento ultimato, basta fare invia definitivamente. In quel modo il bilancio scompare dalla piattaforma ma è possibile scaricare il pdf in qualsiasi momento dalla pagina “Esporta PDF”.

3) Cosa inserisco nel curriculum formativo?

Qualsiasi esperienza, scolastica e non,( quindi anche corsi, volontariato, incontri, esperienze lavorative non scolastiche) che sia stata significativa nella formazione della professionalità del docente. Minimo una, massimo cinque esperienze. Siate sintetici ma soprattutto dedicate attenzione alla parte in cui vi chiede "cosa ho imparato" e "come ha inciso sulla mia professionalità". Sono il nucleo del curriculum formativo.

4) Devo obbligatoriamente inserire due attività?

Si, altrimenti la piattaforma non permette di esportare il portfolio finale nel formato definitivo da presentare al comitato di valutazione. E’ necessario quindi completare, per ogni attività, i campi relativi a titoli, sintesi, allegare file di progettazione,tutti i campi della riflessione sulla progettazione, allegare almeno la documentazione di tre punti su quattro del settore documentazione. Per quanto riguarda la riflessione finale sull’attività, a oggi è ancora facoltativa, ma è stato fatto presente che se non viene svolta, nel portfolio finale restano i campi vuoti.

5) Se le due attività sono collegate, posso inserire una sola progettazione?

La piatta richiede obbligatoriamente due progettazioni. Valutate voi se volete caricarne due identiche. Ricordate sempre che tutto quello che scrivete va in mano al comitato di valutazione

6) Cosa devo scrivere nel file della progettazione?

Indire richiede espressamente solo una cosa: “ Il testo che documenta le progettazioni segue il modello che tu hai scelto o che la scuola ha scelto. In tali documenti dovrai indicare le finalità legate a ciascuna attività didattica (usa il linguaggio che la scuola e le indicazioni o le linee guida suggeriscono).Una sola raccomandazione: indica la successione di azioni che prevedi di fare, ossia descrivi come pensi si sviluppino le tue lezioni”

Attenzione a non scrivere due volte la stessa cosa: la parte analitica della progettazione va nelle riflessioni.

7) In quale orario e in quale classe va svolto il peer to peer?

Le ore di progettazione e le ore in cui osservate devono essere fuori servizio. Quando invece siete osservati, potete essere in servizio. Ma se il ds vi chiedesse di essere fuori servizio in quelle ore, sarebbe comunque nel suo potere, visto che la normativa prevede che le ore di formazione siano aggiuntive al servizio. Se avete una classe vostra, potete svolgere il ptp nella vostra classe. Se non è così, va bene la classe del tutor, oppure il gruppo su cui operate come potenziamento. Se fate solo supplenze, avete diritto ad avere assegnata una classe dove svolgerlo. Per il sostegno, se la situazione lo consente, è più che auspicabile una lezione inclusiva.

8) Dove va documentata l’attività di peer to peer?

L’attività di ptp va relazionata in sintesi nel registro del ptp (documento che verrà fornito dalla scuola polo- richiedetelo!) . L’attività svolta dal neoimmesso e osservata dal tutor va inserita nelle attività in piattaforma. Secondo le nuove indicazioni almeno una delle due attività deve essere svolta in peer to peer (se il tutor non può essere presente alla prima , potete farla da soli)

9) Posso inserire in piatta due attività osservate dal tutor?

Si (almeno una non vuol dire una sola…)

10) Il DS deve partecipare al ptp?

Non necessariamente. Tuttavia ritengo che sia opportuno se non indispensabile comunicargli per iscritto date e orario di svolgimento delle osservazioni reciproche

11) L’osservazione da parte del neoimmesso sul tutor va documentata?

Solo una breve e sintetica relazione sul registro ptp. E, se vi è stata utile, potete inserirla nelle riflessioni, nella parte dedicata al ruolo del tutor

12) Le griglie di osservazione sono obbligatorie?

Solo se vi vengono consegnate dal ds.

13) Le foto , i video, i file audio sono obbligatori?

Sono obbligatori i primi tre materiali

  1. Materiali utilizzati dal docente durante la lezione (preparati prima o durante l’attività) e materiali predisposti per l'attività degli studenti (schede, immagini, consegne, supporti, slide).
  2. Materiali prodotti dagli studenti nell'attività (esercizi, trascrizione di domande, elaborati, etc.)
  3. Documentazione dell'attività (audio, video, foto, testo). A tal proposito si ricorda di rispettare i vincoli di privacy e le norme vigenti.
  4. Materiali facoltativi: riflessioni a caldo sull’attività svolta (del docente, del tutor, degli studenti).

14) La riflessione finale sull’attività è obbligatoria?

SI. Tutte le riflessioni sono obbligatorie, tranne quella "a caldo"nella documentazione. Potete anche non compilare tutti i campi. Tenete però in considerazione che nell'esportazione quel campo apparirà vuoto. Valutate voi se avete argomentazioni tali da sostenere la vostra scelta di non compilare davanti al CDV

15) Quante assenze si possono fare durante i laboratori?

Si può essere assenti ad un solo laboratorio Per quanto riguarda eventuali recuperi, ogni usp si regola diversamente quindi chiedete info alla scuola polo. Lo stesso per eventuali cambi di gruppo.

16) Come devo fare se il laboratorio coincide con l’orario di servizio?

La normativa prevede esplicitamente che le ore di formazione obbligatoria siano aggiuntive al servizio. Quindi chiedete la collaborazione dei colleghi e un cambio di turno. Se questo non è possibile, il DS può chiedervi di recuperare le ore.

I

17) Il materiale prodotto nei laboratori va caricato su INDIRE?

No. Indire non prevede uno spazio dove inserire gli eventuali elaborati prodotti durante i laboratori. Se però il vostro usp ha creato apposita piattaforma, chiedete ai responsabili della formazione se vanno inseriti in quella piattaforma.

 18) Il patto normativo e il registro peer to peer vanno caricati su INDIRE?

No. Vanno firmati da ds e fatti protocollare. Faranno parte del fascicolo personale. Il registro peer to peer serve essenzialmente come documentazione ufficiale che quelle ore sono state effettivmanente svolte.
 

19) E' prevista una relazione ulteriore sul ptp?

L'art. 9 del DM 850 al punto due prevede quanto segue: "Le sequenze di osservazione sono oggetto di progettazione preventiva e di successivo confronto e rielaborazione con il docente tutor e sono oggetto di specifica relazione del docente neo-assunto. Alle attività di osservazione sono dedicate almeno 12 ore.".

Secondo la nostra interpretazione, la specifica relazione coincide con i contenuti del registro peer to peer e con quanto si inserisce in piattaforma relativamente all'attività svolta col tutor. Pertanto riteniamo che tali contenuti siano sufficienti a relazionare il PTP. Tuttavia sappiamo anche che qualche ds sembra intenzionato a chiedere qualcosa in più. Se il vostro non vi dice niente, "non svegliate il can che dorme". Se vi viene richiesta, fate presente il dettato dell'art 9 con tutti gli annessi e connessi che avete già svolto. Speriamo che il ds si accontenti.

20) Posso fare un'esportazione non completa per vedere come si sta realizzando il portfolio?

Certamente, è possibile provare ad esportare il portfolio dopo che avete inserito almeno qualcosa nella progettazioneo nel curriculum formativo. Vi ricordo anche che finchè la piattaforma è aperta, tutti i documenti VISIBILI (non quindi quelli inviati definitivamente) possono essere modificati. Ricordatevi solo di salvare ogni volta le modifiche.

21) Cosa sono le 20 ore di formazione online?

Sono il tempo che INDIRE ha calcolato come necessario per compilare tutte le parti del portfolio, per i bilanci (previste in quel caso 6 delle 20 in totale) e per i questionari. Non c'è un timer interno. Le ore sono a forfait.. quindi, se ci mette 2 o 200 ore, per INDIRE saranno sempre 20.

22) Quando si riunisce il comitato di valutazione?

Al termine dell’anno di formazione e prova, nel periodo intercorrente tra il termine delle attività didattiche – compresi gli esami di qualifica e di Stato – e la conclusione dell’anno scolastico, il Comitato è convocato dal dirigente scolastico per procedere all’espressione del parere sul superamento del periodo di formazione e di prova.

In pratica è il dirigente scolastico che convoca il CDV.

"

 

Ricordiamo che  PSN ha creato il gruppo di studio Formazione Docenti 2015/16  per essere d'aiuto e supporto a tutti i docenti neoimmessi e diventato riferimento anche per i docenti-tutor.

Se vuoi sostenere anche tu l'associazione PSN ecco il link per associarti 
Qui la guida disponibile supiattaforma INDIRE sulle indicazioni per la compilazione dell'attività didattica

Articoli correlati
Neoimmessi: Piattaforma INDIRE, guida passo passo per documentare l'attività didattica del peer to peer 
Piattaforma INDIRE neoassunti - istruzioni per accesso con user e pw, inserimento nominativo tutor
Piattaforma INDIRE: Peer to Peer, come realizzare e documentare la formazione tra pari (parte 2 - documentazione e riflessione) 
Piattaforma INDIRE: Peer to Peer, come realizzare e documentare la formazione tra pari (parte 1 - Progettare)
Neoimmessi: Piattaforma INDIRE, come stendere il curriculum formativo
Aperta la Piattaforma INDIRE per i docenti neoassunti 2015/16. Guida alla registrazione e faq utili
Neoimmessi: Peer To Peer, ecco come va svolta la formazione tra pari
Docenti neoimmessi: Disponibile il modello aggiornato di bilancio iniziale delle competenze con domande guida
Docenti neoimmessi: Piattaforma INDIRE, ecco come costruire il portfolio
Neoimmessi: Bilancio delle competenze, raccolta esempi di compilazione e materiali utili su piattaforma PSN
Neoimmessi: il ruolo e le funzioni del tutor nell'anno di prova 2015/16
Docenti neoimmessi: Criteri e valutazione del personale docente ed educativo in periodo di formazione e prova
Anno di prova neoimmessi: Bozza Bilancio Competenze e Piattaforma online da fine gennaio 2016
Anno di Prova: Attività da svolgere in presenza presso le scuole polo
Anno di prova: valido anche periodo prima di assunzione, in arrivo deroghe sui 120 giorni