Formazione, TFA e PAS

 I punti salienti del decreto che il Ministero che il Ministero ha firmato venerdì 22 novembre e si appresta a pubblicare per garantire l’avvio dei Percorsi speciali abilitanti (PAS) dall’a.a. 2013/14

Giungono in redazione anticipazioni importanti circa la possibilità di attivare i PAS per infanzia e primaria. Secondo le informazioni di Professionisti Scuola, la CRUI (Conferenza dei Rettori delle università Italiane) si sarebbe espressa in maniera molto contraria ai PAS per infanzia e primaria. Dalle notizie ufficiose che arrivano in redazione, siamo in grado di anticiparvi uno stralcio del verbale con le motivazioni circa il rifiuto ad organizzare i percorsi abilitativi riservati ai docenti in possesso di diploma magistrale.

Una nota appena pubblicata dall' USR Campania, la N. 9042/U del 15/11/2013 relativa ai corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, destinati al personale docente appartenente alle classi di concorso in esubero per l'a.s. 2013/14 da l'esatta dimensione del fenomeno dei docenti in esubero che il MIUR intende riconvertire sul sostegno. 

Una nuova sentenza del TAR, la n. 9735/2013 appena depositata, stabiliste che il diploma magistrale non ha valore abilitante e da ragione al Miur confermando le disposizioni dell'art.15, comma 16, del D.M. 249/10 che istituisce "percorsi formativi finalizzati esclusivamente al conseguimento dell’abilitazione per la scuola dell’infanzia e per la scuola primaria” riservati ai possessori di diploma di maturità magistrale (in sostanza si tratta dei PAS per infanzia e primaria). 
La sentenza, che sicuramente interesserà tanti diplomati magistrali, giunge a seguito di ricorso intentato da diversi diplomati che chiedevano il riconoscimento del valore abilitante del diploma magistrale e l'annullamento  dell'articolo 15 comma 16 del Dlgs 249/10.

Ormai siamo agli ultimi dettagli. Queste le novità anticipate ai sindacati: al via pure i corsi per discipline con pochi iscritti, con ricorso ad accorpamenti ed e-learning; le attività formative dureranno 900 ore (un terzo in presenza), pari a 36 CFU; rimangono incertezze per infanzia e primaria; per quanto riguarda i permessi studio sono in arrivo le deroghe; forse si sblocca pure la questione degli AFAM. 

Il Miur continua a fornire indicazioni sul prossimo avvio dei Percorsi abilitanti speciali, cui sono interessati circa 65mila candidati all’abilitazione: nel corso dell’ultima riunione con i sindacati, svolta al Miur il 13 novembre, l’amministrazione ha fatto sapere che i corsi prenderanno il via entro un mese (metà dicembre) e dovranno necessariamente terminare entro giugno 2014. Fermo restando, che le attività formative si svolgeranno secondo il calendario che verrà fissato da ogni ateneo organizzatore.

PAS ex TFA speciali: le università non avvieranno i corsi di infanzia e primaria

Primaria ed infanzia: le università non intendono avviare i corsi PAS ex TFA speciali per infanzia e primaria

Proprio così, una doccia d'acqua fredda per gli aspiranti docenti iscritti a frequentare i PAS ex TFA speciali di infanzia e primaria.

La notizia viene dalla Cisl scuola di Bergamo che ha pubblicato la newsletter dichiarando che nessuna università in ogni Regione d'Italia intende avviare i corsi PAS ex TFA speciali. Dalla newsletter il sindacato fa capire in un certo punto che si tratta di una situazione riguardante la Regione Lombardia anche se questo non è molto chiaro nello stesso comunicato. Infatti nel comunicato c'è scritto "riguardo Infanzia e Primaria ancora oggi nessuna università su tutto il territorio nazionale è intenzionata ad organizzare i PAS ex TFA speciali" ma si prosegue dicendo che tutte le università della Lombardia sono intenzionate ad avviare i PAS ex TFA speciali per le classi di concorso della secondaria, quindi escluse le altre.

Gli USR formulano precise indicazioni per gli aventi diritto al corso di formazione per la specializzazione su sostegno destinati al personale docente di ruolo in esubero per l'a.s. 2013/14.  

I docenti non inseriti negli elenchi provvisori possono inoltrare all'USR di competenza la copia della mail di presentazione della domanda inviata lo scorso anno
Arriva dal Miur un chiarimento circa i corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno destinati al personale docente in esubero. Facendo seguito nota prot. n. 11235 del 22/10/2013 il Ministero precisa con una nuova nota (prot. n. 11476 del 29/10/2013) che i docenti non inseritinegli elenchi provvisori, allegati alla nota stessa, possono inoltrare all'Ufficio Scolastico Regionale competente copia della mail di presentazione della domanda inviata lo scorso anno. L'Ufficio Scolastico Regionale
provvederà, verificata la correttezza della richiesta, ad aggiornare gli elenchi inserendo i docenti che hanno presentato istanza.