Formazione, TFA e PAS

Il Miur con una nota n. 475 del 21 gennaio 2014 inviata agli Uffici Scolastici Regionali ha chiarito quali sono i requisiti di accesso e gli ambiti disciplinari per i PAS.

Il testo della nota:

Riapertura termini presentazione domanda di partecipazione concorso di ammissione al Corso di formazione per il conseguimento della Specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità, Anno Accademico 2013-2014.

Inizia a concretizzarsi l'iniziativa lanciata dai parlamentari del M5S appartenenti alla Commissione Istruzione di Camera e Senato. In un comunicato, precedentemente pubblicato, i componenti della Commissione ringraziavano quanti hanno inviato la loro disponibilità a partecipare al tavolo di confronto su reclutamento e abilitazione. Il termine ultimo per la presentazione della domanda di partecipazione è infatti scaduto il 15 Gennaio.
Nel comunicato si evidenziava un'altissima partecipazione all'evento: sono pervenute ben 187 richieste, sarà pertanto necessario procedere ad un loro raggruppamento in modo tale da dare completa rappresentatività alle parti interessate.
Al tavolo di confronto saranno invitati a partecipare anche i rappresentanti del governo, delle sigle sindacali e dei gruppi già auditi dai parlamentari M5S dall'inizio della legislatura.
Ora in un nuovo post, pubblicato sulla pagina ufficiale dei componenti della commissione Istruzione del M5S, si danno le cifre impressionanti del precariato denunciando il meccanismo perverso del sistema del reclutamento dei docenti degli ultimi trent'anni. 

Un comunicato ufficiale del miur annuncia lo sblocco della vicenda dei TFA con l'avvio entro febbraio del bando del II ciclo. Il provvedimento interesserà molti docenti non abilitati per un totale ricordiamo di 29.000 posti messi a bando. Cambia il sistema delle graduatorie di ammissioni con graduatoria unica nazionale come per le selezioni della facoltà di medicina.
Priorità nelle supplenze per gli abilitati TFA nelle graduatorie di istituto senza aspettare l'aggiornamento triennale. 

Nel comunicato si legge infatti:

Aggiornamento

Alcuni siti specializzati, hanno indicato l'emanazione di tale nota Miur come risolutiva della questione PAS per scuola primaria e infanzia. Ricordiamo che le università si erano espresse, in un documento della CRUI (Conferenza dei Rettori delle università Italiane), in maniera molto contraria ai PAS per infanzia e primaria con il rifiuto ad organizzare i percorsi abilitativi riservati ai docenti in possesso di diploma magistrale ed esprimendo invece la disponibilità, da parte delle Università italiane, di elaborare un corso di laurea di Scienze della Formazione adeguatamente abbreviato e strutturato al fine di far acquisire ai docenti diplomati quella che è a tutti gli effetti una Laurea che tiene conto dell’esperienza maturata nel campo.

Dopo la pubblicazione degli elenchi ammessi ai corsi PAS in Campania stanno giungendo in redazione segnalazioni che hanno del paradossale: docenti hanno ricevuto il decreto di esclusione dai corsi ma nello stesso tempo risultano inseriti negli elenchi degli ammessi pubblicati sul sito dell'USR.

I decreti di esclusione visionati hanno data antecedente a quella della pubblicazione degli elenchi avvenuta in data 30/12/2013. I candidati trovandosi in questa assurda duplice posizione hanno contatto gli uffici di riferimento che hanno gestito le domande per avere chiarimenti in merito, ottenendo come risposta che deve essere ritenuto valido il decreto di esclusione notificato anche se avente data antecedente, quindi non fanno fede gli elenchi pubblicati successivamente.

Dopo l'articolo sulla notifica dei decreti inviati dall' USR Campania, stanno giungendo alcune domande in redazione sui motivi di esclusione, per dare chiarezza riproponiamo alcune  faq  significative del MIUR:

CHI PUO’ PARTECIPARE AI PERCORSI FORMATIVI ABILITANTI SPECIALI?
I docenti non di ruolo, compresi gli insegnanti tecnico pratici, in possesso dei titoli di studio previsti dal D.M. n.39/1998 e dal D.M. n.22/2005 che abbiano maturato, a decorrere dall’anno scolastico 1999/2000 fino all’anno scolastico 2011/2012 incluso, almeno tre anni di servizio in scuole statali, paritarie ovvero nei centri di formazione professionale, limitatamente ai corsi accreditati per l’assolvimento dell’obbligo scolastico.

USR Campania sta notificando a mezzo raccomandata,i decreti di esclusione alla partecipazione ai corsi PAS istituiti con DM 58/2013.

PSN mostra in anteprima una copia di un decreto di esclusione inviatoci da un utente, causa mancanza dei requisiti ai sensi dell'art. 1 comma 1 DM 58/2013, che prevedeva 3 anni di servizio dall'anno scolastico 1999/2000 e fino all'anno 2012/2013 ed almeno 180 giorni di servizio specifico per la classe di concorso per la quale si richiedeva l'abilitazione.