Formazione, TFA e PAS

logo tfaNel corso di una conferenza stampa tenutasi alla Camera, il Coordinamento Universitario "Link" ha presentato una sua proposta sull’accesso all’insegnamento, nata dalle decine di assemblee studentesche che si sono svolte nelle Università, nel corso dell’autunno appena passato. Nelle linee guida della Buona Scuola si propone l’attivazione di lauree magistrali abilitanti dal 2016, non prevedendo forme di transizione per chi attualmente è iscritto già alla magistrale o è in prossimità di finire il percorso triennale.
La proposta del Coordinamento Universitario prevede l’attivazione, nel 2017, di un terzo ciclo di Tirocinio Formativo Attivo con alcune modifiche rispetto ai precedenti: progressività e rateizzazione della tassazione, accesso ai servizi del Diritto allo Studio, un’offerta didattica reale con l’implementazione di materie pedagogiche, regolamentazione di consigli di tirocinio, allargamento delle classi di laurea attualmente escluse.

logo tfaIn data 29/12/2014 il Miur con nota n.0020175  chiarisce alcuni punti in merito alla procedura del TFA, riportiamo il testo della nota:

Con la presente nota si intende dare risposta ai numerosi quesiti pervenuti a questo Ufficio in merito alle procedure inerenti il II ciclo dei percorsi di TFA. Si rappresenta innanzitutto, come già più volte sottolineato, l’esigenza di raccordarsi fattivamente con le Istituzioni accademiche, al fine di condividere la soluzione più idonea alle diverse tematiche esposte.

concorsoIl futuro prossimo del reclutamento, dopo che sarebbero effettuate le 150 mila immissioni promesse dal Governo Renzi, potrebbe prevedere un sistema per le successive immissioni in ruolo, con assunzioni solo da concorsocome peraltro indicato nel testo delle linee guida per la riforma "La Buona scuola", in cui però siano assunti il 50% dai partecipanti inseriti nella II fascia delle GI e un altro 50% da coloro che partecipino con i soli titoliE' questa la soluzione che lascia intravvedere il direttore del Miur Chiappetta, in un colloquio con rappresentanti del sindacato Conitp che in un incontro chiedevano la tutela dei docenti della II fascia delle Graduatorie di Istituto, secondo cui gran parte dei docenti ivi inclusi, sarebbero in possesso dei requisiti per ricorrere per la stabilizzazioneinvocando la sentenza della Corte di Giustizia Europea avendo più di 3 annualità di servizi statali.

graduatorie

Respinto il ricorso di docenti Diplomati Magistrali che mirava al riconoscimento del diritto all'inserimento in Graduatoria ad Esaurimento degli iscritti in II fascia delle GI.

Alla sentenza, la n. 12888/14, erano interessati centinaia di docenti che speravano di ottenere l'ingresso in GAE dopo che la sentenza del Consiglio di Stato, aveva loro riconosciuto il valore abilitante del diploma magistrale a cui il Miur aveva dato ottemperanza consentendo l'iscrizione nella II fascia delle graduatorie di IstitutoOra i ricorrenti chiedevano al TAR la possibilità di inserirsi in Graduatoria ad Esaurimento e poter così accedere alle immissioni in ruolo promesse dal piano della "Buona Scuola"
Con il presente ricorso gli interessati, tutti docenti in possesso del diploma di istituto magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/2002, impugnavano il decreto ministeriale con il quale il MIUR ha disposto l’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento per il personale docente ed educativo della scuola per il triennio 2014 - 2017 senza che tuttavia possano esservi inseriti i docenti muniti del diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/2002, né nella III fascia, né in una fascia aggiuntiva appositamente costituita.

graduatorieRespinto il ricorso di docenti abilitati tramite TFA che mirava al riconocimento dell'equivalenza con abilitazione conseguita tramite SSIS quale prova selettiva di tipo concorsuale e ad ottenere l'iscrizione, già dall’a.s. 2013/2014, nelle graduatorie ad esaurimento.

Alla sentenza, la n. 12474/14, erano interessati centinaia di docenti abilitati con il primo ciclo TFA, che avevano chiesto al TAR, tramite il legale Sirio Solidoro, di vedere riconosciuto il diritto all'inserimento in graduatoria ad esaurimento essendo stato invece reso riconoscibile, in ragione della loro posizione, solo la iscrizione nella II fascia delle graduatorie di Istituto ovvero la possibilità di essere ammessi a partecipare ai concorsi per titoli ed esami.

Abilitazione spagnolaIn data 25 novembre con nota n.7277, il MIUR  a seguito di numerose richieste pubblica un chiarimento in merito al  riconoscimento della formazione professionale di docente "Master de Profesorado" acquisita in Spagna.

tfa sostegnoBANDI UNIVERSITA’ TFA II CICLO  SOSTEGNO  2014/15

   Sezione in aggiornamento continuo                      (agg. 10/07/2015)

 

 

 

  • Università di L’Aquila - Iscrizione entro 15/07/15, Prova preselettiva da 27/07/2015, Costo selezioni 100€, Corso 2.700€ - Bando
  • Università della Basilicata - Iscrizione entro 30/06/15, Prova preselettiva da 14/07/2015, Costo selezioni 100€, Corso 2.800€ - Bando

  • Università del Salento - Iscrizione entro 29/06/15, Prova preselettiva da 07/07/2015, Costo selezioni 100€, Corso 2.500€ - Bando
  • Università di Messina - Iscrizione entro 27/06, Prova preselettiva da definire, Costo selezioni 151€, Corso 3.702€ - Bando
  • Università di Urbino - Iscrizione entro 17/06, Prova preselettiva da definire, Costo selezioni 200€, Corso 2.800€ -Bando
  • Università di Catania - Iscrizione entro 10/06/15, Prova preselettiva da definire, Costo selezioni 150€, Corso 3.700€Bando
  • Università Fisciano (Sa) -  Iscrizione entro 20/05,  Costo selezioni 100€, Corso 3.200€ -  Bando
  • Università Palermo -  Iscrizione entro 15/05,  Costo selezioni 150€, Corso 3.700€ -  Bando

 

  • Università Enna -  Iscrizione entro 18/05,  Costo selezioni 200€, Corso 3.700€ -  Bando

 

  • Università Milano -  Iscrizione entro 08/05,  Costo selezioni 100€, Corso 3.000€ -  Bando
  • Università Perugia - Iscrizione entro 19/03,  Costo selezioni 100€, Corso 3.000€ -  Bando
  • Università Suor Orsola Benincasa Napoli - Iscrizione entro 20/03,  Costo selezioni 150€, Corso 3.200€ - Bando 
  • Università Padova  - Iscrizione entro 20/03,  Costo selezioni 100€, Corso 3.146,50€ -  Bando
  • Università Bari - Iscrizione entro 18/03,  Costo selezioni 100€, Corso 2500€ -          Bando
  • Università Udine  - Iscrizione entro 15/03,  Costo selezioni 120€, Corso 3.000 € -     Bando
  • Università Bologna - Iscrizione entro 09/03,  Costo selezioni 130€, Corso 3.000€ -  Bando
  • Università di Foggia  - Iscrizione entro 03/03,  Costo selezioni 52€, Corso 2500€ - Bando
  • Università della Calabria  - Iscrizione entro 16/02, Prova preselettiva da 26/02/15, Costo selezioni 110€, Corso 2.700€ - Bando
  • Università di Torino  - Iscrizione entro 23/02, Prova preselettiva 04/03/15, Costo selezioni 100€, Corso 3.171€ -Bando
  • Università Cassino Roma  - Prova preselettiva  tra il 30 marzo e il 03 aprile
  • Università Foro Italico Roma  -  Iscrizione entro 23/2/15, Prova preselettiva tra il 23 e il 28 marzo, Costo selezioni 150€, Corso 3.000€ - Bando
  • Università UNINT Roma  -  Iscrizione entro 23/2/15, Prova preselettiva 04/03, Costo selezioni 150€, Corso 3.000€ - Bando
  • Università LUMSA Roma - Iscrizione entro 20/2/15. Costo selezioni 150€ Prova preselettiva tra il 24 e il 28 febbraio- Bando 
  • Università Europea di Roma  - Iscrizione entro 23/2/15, Prova preselettiva 16-21/03, Costo selezioni 150€, Corso 3.000€ - Bando
  • Università della Calabria  Annullato il 27 nov. – Iscrizione entro 19/12/2014.Costo selezione 110€ - Pagina
  • Università di Siena – Iscrizione entro 19/12/2014. Costo selezione 100€ -  Pagina
  • Università di Firenze – Iscrizione entro il 12/12/2014. Costo selezione 100€ - Pagina
  • Università di Udine – Bando Entro novembre - Pagina
  • Università di Pisa – Iscrizione entro 1/12, Prova preselettiva gennaio 2014, Costo selezioni 100€, Corso 2.500€ -Bando
  • Università di Genova – Iscrizione entro 14/11, Prova preselettiva 22/11, Costo selezioni 90€, Corso 2.400€ -Bando

A pochi giorni di scadenza dalle consultazioni che stanno avvenendo sulla "Buona scuola" che promette di risolvere il problema del precariato con la stabilizzazione di circa 150 mila docenti precari (a quale prezzo non è ancora dato sapere) è utile ripercorrere gli ultimi 40 anni in materia di reclutamento dei docenti che hanno visto susseguirsi continue promesse tra concorsi, graduatorie e sanatorie facendo un excursus a partire dai primi anni settanta quando i docenti con contratti a tempo determinato diventarono il 50% del totale dando la spinta per le prime leggi ad hoc per riassorbire il precariato. Da allora non si è più riusciti a tornare indietro con scelte sbagliate che hanno condizionato la vita di migliaia di docenti e milioni di studenti.
In principio fu il "doppio canale", poi vennero le "graduatorie permanenti" e quelle "a esaurimento". Se si volesse cercare un punto di partenza per parlare del moderno precariato nella scuola si dovrebbe partire dal 1989.