Stampa
Categoria: Didattica Storia
Visite: 1278

Atene di Pericle

1) Quando, al termine delle guerre persiane, Atene provvide alla propria ricostruzione, quella delle sue mura perimetrali suscitò il malumore degli spartani, formalmente motivato dal timore che, per la sua conseguente inespugnabilità, la città avrebbe potuto essere utilizzata come testa di ponte da parte di eventuali invasori che fossero riusciti a conquistarla.

Iscriviti alla nostra Fan page

2) La preoccupazione di Sparta, che peraltro già ne aveva determinato la condotta talvolta ambigua nel corso del conflitto appena concluso, era in realtà espressione dell'evolvere verso la contrapposizione aperta della rivalità dovuta al rafforzamento ed alle conseguenti ambizioni egemoniche della sua problematica alleata: non a caso, del resto, completate le suddette mura, "per scongiurare ulteriormente la possibilità di un assedio gli ateniesi […] assoggettarono la Beozia in modo che, essendo la polis di Mègara già loro alleata, ogni accesso all'Attica era sotto il controllo di alleati"; inoltre, su impulso di Aristide, stipularono un'alleanza con numerose città marittime ed isole dell'Attica, della Ionia (tra cui Mileto ed Efeso), dell'Egeo e della Tracia (in corso di liberazione dai persiani), con le quali costituirono una flotta per mezzo della fornitura di navi ed equipaggiamenti o di un contributo ad una cassa comune ("tesoro") raccolto e custodito da dieci magistrati ateniesi ("ellenòtami") nel santuario di Apollo nell'isola di Delo, al centro dell'Egeo, dove si teneva un'assemblea annuale.

 

3) Tuttavia, per quanto l' "Anfizionia di Delo" (o "delio-attica", 477 a. C.) fosse nata come una confederazione dalle finalità difensive anti-persiane, i cui contraenti si trovavano in posizione di parità e mantenevano la propria autonomia nonostante in caso di guerra il comando spettasse ad Atene, ben presto uno dei leader del "partito" aristocratico di questa, Cimone, il figlio di Milziade sostenuto dal vecchio Aristide, cercò di renderla strumento di una vera e propria politica "imperialista" che col tempo avrebbe assoggettato gli alleati fondando colonie nei loro territori

 

 

Per la lezione completa in PDF: Imperialismo, democrazia e sviluppo economico dell'Atene periclea

Per qualsiasi dubbio, suggerimento, proposta: Contattami 

 

Guarda anche le altre lezioni o vai all'indice: