Sparta

 

1) Sparta fu, con Atene, una delle principali città elleniche, situata in Laconia, area pianeggiante del Peloponneso meridionale percorsa dal fiume Eurota, originario della catena montuosa del Taigeto – che separava l'area dalla Messenia – ed attraversante la città.

Iscriviti alla nostra Fan page

2) Per quanto i suoi abitanti ne rivendicassero l'origine achea, "attestata" dai poemi omerici – Elena era moglie del suo re Menelao, figlio di quello di Micene (Atreo) – la sua fondazione vera e propria risale al X secolo, ed è dunque successiva all'invasione dei Dori e ad essi attribuibile, e consistita essenzialmente nell'unione ("sinecismo") di quattro villaggi precedentemente indipendenti, ovvero Limne, Pitane, Mesoa e Cinosura.

3) Ne derivò uno Stato "cantonale" al cui vertice si collocavano gli "spartiati", ovvero i maschi adulti discendenti dei conquistatori, unici titolari di cariche politiche e militari, nonché proprietari delle terre coltivate ed amministrate dagli "iloti", servi rurali tenuti a corrispondere loro una quantità fissa di prodotti.

4) Tale gruppo sociale discendeva da coloro che, "secondo la versione dell'invasione dorica fornita dallo storico Eforo di Cuma [400-330 a. C.], riferita da Strabone [60 a.C.-21/24 d. C.]", avendovi resistito, erano stati privati di ogni diritto; la loro identità etnica era tuttavia brutalmente riconosciuta dalle annuali dichiarazioni di guerra, non sempre soltanto formale, ed esercitata in maniera unilaterale e pressoché privata allo scopo di neutralizzarne gli elementi considerati più pericolosi

 

Per la lezione completa in PDF: Formazione e configurazione del regime militare spartano

 

Per qualsiasi dubbio, suggerimento, proposta: Contattami 

 Guarda anche le altre lezioni o vai all'indice: