Democrazia ateniese1) L'Atticapenisola della Grecia centro-orientale bagnata dal Mar Egeo e collocata tra il Peloponneso e l'Eubea – fu abitata sin dal III millennio a. C., ovvero da ben prima dell'arrivo degli indoeuropei e perciò, nell'ottica dei Greci, praticamente da sempre: non a caso le leggende, anche in polemica con gli spartani discendenti da "invasori", narravano che il suo primo re, Cecrope (che pure è collocabile appena nel XVI secolo), fosse nato dalla terra, come indicava la forma serpentina della metà inferiore del suo corpo.

2) La dozzina di insediamenti la cui fondazione gli fu attribuita è invece di probabile origine micenea; la loro unificazione politica ("sinecismo"), "dovuta" all'altrettanto mitologico re Teseo (XIII secolo), eroe equivalente al dorico Eracle, fu determinata dall'affermazione nella regione del villaggio di Atene, che comunque mantenne a lungo un rilievo soltanto locale, come attestato dalla sostanziale irrilevanza, nell'Iliade, della figura del successore di Teseo, Menesteo.

 

Iscriviti alla nostra Fan page

3) Come ovunque in Grecia, anche nell'area ateniese nel medioevo ellenico (dal XII al VIII secolo) si indebolì il potere dei capi locali di istituzione micenea, la progressiva riduzione delle cui funzioni andò di pari passo con l'affermazione di un'aristocrazia militare di ricchi proprietari terrieri "divisi in consorterie gentilizie (ghene) che si vantavano di discendere in linea maschile da un unico antenato" e perciò "migliori" in quanto di nobile origine ("eupatridi")

 

 

Per la lezione completa in PDF: Conflittualità sociale e sviluppo della democrazia ad Atene

 

Per qualsiasi dubbio, suggerimento, proposta: Contattami 

 Guarda anche le altre lezioni o vai all'indice: