Stampa
Categoria: Sostegno
Visite: 2516

Ancora nessun chiarimento dal Miur circa la possibilità dei diplomati magistrali di poter accedere alle selezioni per i corsi di specializzazione sul sostegno. Ricordiamo che la questione è legata al riconoscimento del valore abilitante del diploma magistrale essendo previsto, quale requisito per l'accesso al corso, il possesso di abilitazione.
Il Miur dunque continua a non dare indicazioni chiare alle Università sulla possibilità di accettare domande di partecipazione alle selezioni da parte dei diplomati magistrali.

A mettere in imbarazzo il Miur molto probabilemente, da una parte le forti pressioni dei diplomati magistrali, che ritengono di essere in possesso di un titolo abilitante all'insegnamento, e dall'altra le due recenti sentenze del Tar che ne disconoscono il valore abilitante e confermano i percorsi abilitanti previsti dal DM 249/10 (PAS). Sentenza, la prima, che viene emessa ad ottobre 2013, con udienza del 5 luglio 2013 e che non ha accettato la tesi dei ricorrenti che chiedevano il riconoscimento del valore abilitante anche invocando la Direttiva Europea n. 2005/36/CE. A tutto ciò va aggiunta la recente modifica normativa introdotta dal Decreto Istruzione, salutata da qualcuno come risolutiva della questione, ma che riguarda invece soltanto il mantenimento del riconoscimento delle scuole paritarie anche in presenza di personale non abilitato.
Professionisti Scuola, ritiene utile un chiarimento del Miur, essendo la questione non più rinviabile visto la scadenza dei bandi e le imminenti prove selettive di ammissione.


SPECIALIZZAZIONE SOSTEGNO: ANCORA INCERTEZZE SUL DIPLOMA MAGISTRALE

Le segreterie universitarie non sanno come gestire le domande e chiedono al Miur di rispondere in tempi brevi. Intanto prosegue la pubblicazione da parte degli Atenei di informazioni aggiuntive circa i calendari delle attività formative
Nei giorni scorsi l’Università della Calabria ha comunicato che i controlli sulla validità delle autocertificazioni rese, e in particolare relativamente alla validità abilitante del Diploma magistrale o Diploma di Liceo Socio-Psico-Pedagogico conseguiti entro l'a.s. 2001/2002, saranno demandati ai competenti uffici MIUR.
Questo perché continua il clima di incertezza relativo alla possibilità, per i candidati in possesso dei suddetti diplomi, di partecipare alla selezione, tanto che diverse Università, tra le quali quella di Firenze, hanno sollecitato il Miur ad esprimersi in tempi brevi. Finora, però, dal Ministero non è ancora arrivata nessuna risposta e questo sta causando non pochi disagi alle segreterie universitarie che non sanno come gestire le domande presentate anche dai diplomati magistrali. La questione, quindi, è ancora aperta.
Ma passiamo alle altre novità.
L’Università di Padova ha pubblicato il calendario delle attività formative:
a) Durata del Corso: 60 CFU da realizzarsi in non meno di 8 mesi e con conclusione prevista entro maggio/giugno 2015.
b) Offerta Formativa: è strutturata in moduli didattici composti da unità di Insegnamento, di Laboratorio, di Tirocinio (diretto, indiretto e TIC). In particolare:
1. Ciascuna attività di insegnamento (7,5 ore d'aula per CFU) verrà erogata in lezioni comuni e diversificate secondo aggregazioni per ordine e grado scolastico. Le unità di Laboratorio (20 ore d'aula per CFU) saranno erogate in modo diversificato per grado di scuola, in riferimento al numero degli iscritti. Le attività di Tirocinio (25 ore per CFU) potranno essere erogate in modi e forme differenti.
2. L'inizio delle attività didattiche è previsto per fine Marzo/Aprile 2014. Eventuali variazioni saranno tempestivamente comunicate agli iscritti.
3. Le attività dei moduli didattici verranno di norma erogate settimanalmente in due pomeriggi da definirsi e nella giornata del sabato (mattina e pomeriggio). Sono previste settimane intensive di attività didattica nei periodi non impegnati nelle lezioni scolastiche.
4. All'impegno didattico previsto nella sede di Padova si aggiunge l'impegno orario previsto per le attività connesse al Tirocinio presso le istituzioni scolastiche.
5. Alla fine di ciascun modulo didattico si dovranno sostenere esami di profitto relativi agli insegnamenti impartiti nel modulo.
Anche l’Università Milano Bicocca ha pubblicato il calendario dei corsi: il corso inizierà una volta espletate tutte le procedure di selezione, entro Marzo 2014. La frequenza è obbligatoria. Le assenze sono accettate, nella percentuale del 10%, esclusivamente per le lezioni degli insegnamenti disciplinari. Per il tirocinio e i laboratori vige l’OBBLIGO INTEGRALE di frequenza delle attività previste. Il calendario con indicazione delle attività didattiche e delle sedi verrà pubblicato entro Febbraio 2014. Le lezioni si terranno il Martedì e il Giovedì pomeriggio presso il campus dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca I laboratori e il tirocinio indiretto si terranno l’intera giornata del Sabato presso la sede Villa di Breme Forno - via Martinelli, 23 ingresso da via Diaz - Cinisello Balsamo (Mi).
La Luspio di Roma ha comunicato gli indirizzi delle sedi presso le quali si svolgerà la prova del test preliminare. I candidati dovranno trovarsi presso le sedi alle ore 14.00, muniti di un documento di identità in corso di validità e della ricevuta di pagamento per coloro che hanno regolarizzato il versamento con ritardo. Dovranno inoltre produrre certificazione di eventuali stati di particolari necessità (legge 104, certificati medici, altro).
L’Università Roma Tre ha, invece, pubblicato la guida su come presentare domanda di ammissione ai SOS e stampare il bollettino.

di Lara La Gatta
http://www.tecnicadellascuola.it/index.php?id=50495&action=view