Stampa
Categoria: Sostegno
Visite: 5698

Come avevamo anticipato in diversi articoli di Professionisti Scuola i numeri dei posti su sostegno che il Miur assegnerà a ruolo nei prossimi due anni del previsto piano triennale varieranno notevolemente rispetto alle prime tabelle circolate sempre in bozza.
La conoscenza della ripartizione tra regioni dei futuri ruoli sul sostegno è fondamentale per chi sia intenzionato a cambiare regione nell'imminente aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento per capire quante chance avrà di entrare in ruolo nel prossimo triennio 2014-17.
Con decreto del 1 aprile 2014, il Miur ha appena comunicato la nuova ripartizione definitiva dopo aver dato tre diverse ipotesi di ripartizione dei posti per regione.

Iscriviti alla nostra Fan page
La nuova ripartizione dei posti vede una forte decurtazione per molte regioni del sud e anche per qualche regione del nord con una ridistribuzione dei posti in organico di diritto nel triennio.
Nella tabella allegata al decreto, frutto di contrattazione coi sindacati, il Miur ha fatto la ripartizione nel triennio dei posti di sostegno assegnati alle varie Regioni con una notevole decurtazione, rispetto alle ipotesi iniziali, a danno delle Regioni dove il rapporto alunni disabili/docenti di sostegno è attualmnete inferiore a 2.
Qui la sintesi della tabella appena comunicata dal Miur

REGIONE

Organico di diritto 2013/14 70% dei posti

Incremento del 5% Relativo all'OD 2013/2014 (4.447 posti)

Nuovo organico a regime 2015/16

Incremento 00 2015/16 su attuale OD 2013/14

quota 2014/15 (0.6)

quota 2015/16 (0.4)

incremento complessivo nel triennio

differenza complessiva nel triennio rispetto alla prma ipotesi di settembre 2013

                 

ABRUZZO

1.639

69

2314

606

364

242

675

264

BASILICATA

869

15

909

25

15

10

40

-48

CALABRIA

2.865

138

3392

389

233

156

527

-299

CAMPANIA

10.597

219

11724

908

545

363

1127

-190

EMILIA ROMAGNA

3.224

446

5408

1738

1043

695

2184

-492

FRIULI VENEZIA GIULIA

903

65

1231

263

158

105

328

-62

LAZIO

6.245

430

10339

3664

2199

1465

4094

1512

LIGURIA

1.479

107

2048

462

277

185

569

-72

LOMBARDIA

6.578

830

12402

4994

2996

1998

5824

845

MARCHE

1279

168

2305

858

515

343

1026

19

MOLISE

358

17

636

261

156

105

278

173

PIEMONTE

3.886

367

5777

1524

914

610

1891

-309

PUGLIA

6.069

237

7548

1242

745

497

1479

54

SARDEGNA

2.162

45

2519

312

187

125

357

88

SICILIA

8247

528

10020

1245

747

498

1773

-1394

TOSCANA

2.857

299

4456

1300

780

520

1599

-198

UMBRIA

713

47

1167

407

244

163

454

172

VENETO

3378

420

5839

2041

1224

817

2461

-61

Totale

63.348

4447

90034

22239

13342

8897

26686

 

Di seguito riportiamo la tabella con i nuovi incrementi dell'organico di diritto nel triennio per ciascuna regione:

Regione

Incremento complessivo nel triennio

LOMBARDIA

4994

LAZIO

3664

VENETO

2041

EMILIA ROMAGNA

1738

PIEMONTE

1524

TOSCANA

1300

SICILIA

1245

PUGLIA

1242

CAMPANIA

908

MARCHE

858

ABRUZZO

606

LIGURIA

462

UMBRIA

407

CALABRIA

389

SARDEGNA

312

FRIULI VENEZIA GIULIA

263

MOLISE

261

BASILICATA

25

Qui invece si riportano le differenze nel triennio rispetto ai ruoli inizialmente previsti nel settembre 2013 quando fu annunciato il decreto istruzione:

 

REGIONE

differenza complessiva nel triennio rispetto alla prima ipotesi di settembre 2013

SICILIA

-1394

EMILIA ROMAGNA

-492

PIEMONTE

-309

CALABRIA

-299

TOSCANA

-198

CAMPANIA

-190

LIGURIA

-72

FRIULI VENEZIA GIULIA

-62

VENETO

-61

BASILICATA

-48

MARCHE

19

PUGLIA

54

SARDEGNA

88

UMBRIA

172

MOLISE

173

ABRUZZO

264

LOMBARDIA

845

LAZIO

1512