Stampa
Categoria: Mobilità
Visite: 7656

Chi aveva pronosticato che oggi si sarebbe chiusa la partita ha evidentemente cantato vittoria troppo presto”. A pronunciare queste parole,il coordinatore nazionale della Federazione Gilda-Unams, Rino di Meglio.

Purtroppo anche questa mattina l'incontro tra sindacati e tecnici del ministero, sull'avvio delle operazioni di mobilità di tutto il personale della scuola per il prossimo anno scolastico 2017-2018, si è concluso con un ennesimo nulla di fatto e toccherà attendere la prossima settimana, quando si svolgerà un ulteriore confronto, per arrivare forse al termine della trattativa.

Ad oggi – comunica la Flc Cgil in una nota- non ci sono ancora notizie sui tempi per la certificazione da parte di Funzione Pubblica sulla pre-intesa della mobilità del 31 gennaio scorso e, quindi, non è possibile fare previsioni sulle date per la presentazione delle domande. Non è stato invece affrontato il secondo punto all’ordine del giorno, ovvero la prosecuzione del confronto sulle modalità e procedure per il conferimento degli incarichi triennali da ambito a scuola, confronto che è stato rinviato al prossimo martedì 14 marzo 2017. Si ricorda, così come previsto sia nell’accordo politico del 29 dicembre 2016, che nella dichiarazione congiunta allegata alla pre-intesa riguardante il Ccni sulla mobilità del 31 gennaio 2017, tale accordo dovrà essere sottoscritto contestualmente alla sottoscrizione definitiva della pre-intesa.

A questo punto “il forse è d’obbligo - commenta Gilda degli Insegnanti- proprio perché a viale Trastevere non è ancora giunta la certificazione dell’ipotesi di contratto da parte della Funzione Pubblica e del Mef.

E oggi, nonostante fosse all’ordine del giorno, il nodo della chiamata diretta non è stato affrontato. Più si allungano i tempi per la chiusura del contratto più si fa concreto il rischio che le operazioni della mobilità partano in forte ritardo, con tutte le conseguenti ripercussioni negative che subirà l’avvio del prossimo anno scolastico”.

Il confronto per la regolamentazione del passaggio del personale docente da ambito a scuola e' slittato. Riprenderà la prossima settimana - si legge nella nota diramata dal sindacato Uil -Scuola-
Si tratta di un rinvio per permettere una verifica politica che consenta la chiusura dell'accordo.
Proseguita, invece, l'informativa da parte del Miur sul testo dell'ordinanza ministeriale che definisce le modalità applicative del contratto e le relative scadenze.
L'ipotesi di contratto sulla mobilità, siglato tra le parti, e' ancora all'esame degli organi competenti, pertanto, alla data odierna, non è possibile ipotizzare alcuna tempistica.
La stipula definitiva del CCNI sulla mobilità, e' subordinata all'accordo sul passaggio da ambito a scuola. Il personale ha diritto di conoscere con certezza il quadro entro cui saranno definiti e garantiti i percorsi per acquisire una sede di servizio, a seguito di procedure chiare e trasparenti nei trasferimenti e nei passaggi di ruolo e di cattedra.

"Non è più possibile continuare con questi incontri inconcludenti e inutili"  commenta il segretario nazionale di Uil-Scuola Pino Turi.

"Considerato che continuare a discutere con i tecnici del Ministero non produce risultati apprezzabili, ho già assunto l'iniziativa di chiedere che la trattativa si sposti a livello politico".


Per loSNALS-CONFSAL,occorre un confronto a livello politico per dare una corretta interpretazione dell’Accordo politico del 29/12 u.s.; va sicuramente valorizzato, come previsto in tale accordo, il ruolo del collegio dei docenti che deve deliberare nella scelta dei requisiti richiesti al personale docente ai fini della individuazione per competenze.La delibera del collegio dei docenti è irrinunciabile, anche in considerazione del fatto che si devono individuare professionalità coerenti con il PTOF deliberato dallo stesso collegio. Esaminate anche le schede proposte dall’Amministrazione, nelle quali le OO.SS. hanno verificato la rispondenza al dettato contrattuale e alla bozza di O.M.Il sindacato ha vivacemente protestato per la lungaggine delle procedure di verifica anche interne al MIUR, con particolare riguardo all’Ufficio Centrale del Bilancio e ha invitato l’Amministrazione a riflettere sul grave allungamento della tempistica, invitandola a fare tutto quello che è nelle sue possibilità per garantire al personale certezza sulle date di presentazione delle domande e agli alunni garanzie di un regolare avvio dell’a.s. che, continuando di questo passo sembra essere ormai in forse.

Da quanto si apprende la Ministra Fedeli si è detta disponibile ad incontrare i sindacati al più presto.

Articoli correlati:

Mobilità: per le organizzazioni sindacali l'accordo è ancora in salita

Deleghe 107: la “Rete dei 65 Movimenti” in manifestazione davanti Montecitorio ne chiede il ritiro

Linee programmatiche dicastero: seconda audizione della Ministra Valeria Fedeli

Deleghe 107/2015: Flc Cgil, Anief, Cobas, Unicobas, FederAta ed USB pronti alla mobilitazione

Mobilità 2017: Chiamata diretta, trattativa impantanata. Per le OO.SS la proposta di accordo illustrata è inaccettabile

Siglato contratto Mobilità 2017: i commenti a caldo delle OO.SS

Mobilità 2017: trattativa in stallo.Gilda non firma l'intesa, la legge 107 va cambiata

Mobilità scuola 2017/2018: ancora aperte numerose questioni. Il resoconto della giornata

Nuove classi di concorso: il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione auspica la tutela dei diritti acquisiti per tutti i docenti

Mobilità 2017: Domande nella seconda metà di marzo. Esiti entro il 15 giugno per i docenti. Tutte le scadenze ipotizzate

Mobilità Professionale: Contratto 2017, Calcola on line il tuo punteggio con il servizio di PSN
Mobilità Territoriale: Contratto 2017, Calcola on line il tuo punteggio con il servizo PSN
Mobilità 2017: precedenza per coniuge militare. Requisiti e condizioni
Mobilità 2017: operazioni propedeutiche, docenti assegnati a nuove cdc e graduatoria interna unica 
Mobilità 2017: 104 e precedenza per assistenza, per quali familiari può essere usufruita ?
Mobilità 2017: Tabelle requisiti precedenza per 104, assistenza ai disabili, trasferiti d'ufficio, coniuge militare
Mobilità'17: IL TESTO INTEGRALE del documento siglato il 31/01/17 al MIUR