Mobilità

convocazione docenti

L'Ufficio Scolastico di Napoli ha pubblicato una circolare per l'assegnazione della sede provvisoria rivolta a tutti i docenti immessi in ruolo con la legge 107/15 assunti nella stessa provincia di Napoli e che per diversi motivi hanno differito la presa di servizio. La circolare da indicazioni alle scuole di mantenere in servizio fino al 31/08 i docenti che abbiano già un incarico a tempo determinato nella provincia di Napoli.
Chi è invece in servizio su grado diverso o su altra provincia ma immesso in ruolo a Napoli o ha differito per  incarico su paritaria o altra amministrazione pubblica dovrà comunque presentarsi alle convocazioni per l'assegnazione della sede secondo il calendario riportato nella circolare.
Ovviamente la sede per i docenti di fase B e C sarà solo provvisoria e comunque fino al 01/09/2016 in attesa degli esiti della mobilità a cui obbligatoriamente dovranno partecipare su tutto il territorio nazionale per l'attribuzione dell'ambito di titolarità e la successiva individuazione dei Dirigenti Scolastici per la sottoscrizione dell'incarico triennale.
Ricordiamo che la circolare non riguarda assolutamente i docenti in servizio con incarico a tempo determinato in provincia di Napoli che siano stati immessi in ruolo su altra provincia o fuori regione in fase B o C e che quindi salvo diversa indicazione del Miur dovranno recarsi il 1 luglio nella sede loro assegnata dagli uffici scolastici provinciali per la presa di servizio.
Riportiamo di seguito il testo della circolare pubblicata dall'UAT Napoli:

Modulistica neoimmessiI docenti neoimmessi, da questo mese, oltre alle incombenze per l'anno di prova e formazione, si trovano per la prima volta anche alle prese con una procedura, quella della mobilità, per loro del tutto nuova.
Tra le maggiori preoccupazioni ci sono, oltre alla compilazione della domanda, sicuramente gli allegati che vanno presentanti insieme alla domanda. In questa utile guida di PSN indicheremo q
uali sono i documenti che il neoimmesso in ruolo deve aggiungere alla domanda di mobilità compilata su Istanze online. Di seguito riportiamo i documenti che vanno allegati e le modalità di compilazione e invio.

mobilità buonascuolaSembra ancora lontana l'apertura della fase C della mobilità riservata ai neoassunti in fase B e C da GAE, ma tra i docenti è già alle stelle l'ansia per quella fase della mobilità che li vedrà interessati e in cui dovranno necessariamente concorrere su tutte le province nazionali per ottenere la titolarità su ambito territoriale.

A prevederlo la stessa legge 107-2015, come da sempre anticipato da PSN, ma anche l'O.M. 241-2016 seguita alla firma del ccni di mobilità che al comma 10 dell’articolo 9, così recita:

Nella fase C e D le preferenze sono espresse solo per ambiti o per province: è possibile esprimere sino a 100 preferenze per gli ambiti territoriali e sino a 100 per le province. Il personale immesso in ruolo ai sensi del comma 98 dell’art 1 della legge 107/15 lettera b) dovrà indicare tutti gli ambiti nazionali, utilizzando sino a 100 preferenze per gli ambiti territoriali e, per i restanti, i codici sintetici delle province, all'interno delle quali l’ordine degli ambiti seguirà la catena di prossimità definita dai competenti Uffici scolastici regionali.”

Ma cosa prevede esattamente l'ordinanza ? Proviamo a chiarirlo.

Lcontratto firmaa fase A della mobilità è la fase provinciale, a cui possono partecipare tutti in docenti assunti prima del 2015/2016 che intendono chiedere trasferimento e passaggio di cattedra nello stesso comune e i docenti assunti in fase 0 e A nell’A.S: 2015/2016.

Tali docenti avranno pochi giorni di tempo per compilare la domanda su istanze online, ossia dal 11 al 23 aprile.

Per cercare di chiarire i numerosi dubbi posti alla redazione da parte degli interessati, PSN pubblica una raccolta di faq relative alla scelta delle preferenze da indicare nella domanda di mobilita per la fase A.

mobilità valigia

Gli assunti entro l'anno 2014/2015 potranno fare domanda di trasferimento per un'altra provincia rispetto a quella di titolarità anche in deroga al vincolo triennale, partecipando alla fase B della mobilità 2016. Sarà possibile presentare domanda dal 12/05 al 2/06.

La prima novità rispetto agli anni precedenti è che nella domanda di mobilità interprovinciale non si possono indicare le sedi scolastiche, ma solo gli Ambiti Territoriali.

Le province infatti in seguito alla legge 107 sono state suddivise in più ambiti territoriali.

Si potranno indicare sino a 100 preferenze per gli ambiti territoriali e sino a 100 preferenze per le province.

workflowSaranno circa 250 mila i docenti alle prese con la domanda di mobilità 2016 e che da qui ai prossimi mesi vivranno un'estate caldissima in attesa di conoscere gli esiti della procedura. Sul portale di Istanze On Line c'è però una funzione che consentirà di conoscere lo stato della propria domanda fin dall'inoltro e man mano che sarà elaborata dagli uffici competenti. In questo articolo vi illustriamo come sarà possibile quindi monitorare l'iter della domanda fino al completamento con la visualizzazione dell'esito definitivo. Su IOL infatti è disponibile una funzione detta "Workflow" che consente di verificare lo stato della domanda di mobilità dopo l’invio all'Ufficio competente. La funzione si trova una volta entrati in istanze online nella voce “Altri servizi” cliccando poi su Mobilità in organico di diritto.

Mobilità MiurDopo la firma del contratto integrativo sulla mobilità, pubblichiamo l'ordinanza per la presentazione delle domande ricordando che le operazioni di mobilità per l'anno 2016/17, dopo la definizione del Contratto Integrativo con i principali Sindacati del comparto scuola, prevedono due fasi distinte.
Nella prima fase (A dell'art 6 del CCNI) si effettueranno i trasferimenti dei docenti all'interno delle singole provincie, con la consueta mobilità da scuola a scuola.
Nella seconda fase (B, C e D dell'art. 6 del CCNI) si effettueranno i movimenti dei docenti tra provincie, con trasferimenti tra ambiti territoriali. Sarà questa la fase straordinaria di mobilità prevista dalla legge 107/15 su tutti i posti vacanti e disponibili e su tutto il territorio nazionale.
Il personale educativo ed A.T.A. effettuerà invece la mobilità secondo le regole consuete. 

Le date per la presentazione saranno le seguenti:

Fase A  dal 11/4 al 23/4 

Fase B, C e D dal 9/5 al 30/5 

Personale Educativo  dal 11/4 al 25/4

Personale A.T.A dal 26/4 al 16/5

Tabella mobilità 8 fasi PSN

Giunge all'ultima puntata la telenovela Mobilità docenti. Dopo le indiscrezioni dei giorni scorsi, su possibili rilievi e perplessità da parte del Ministero della Funzione Pubblica (le deroghe alla 107 sembravano troppe e in contrasto con lo spirito della legge), ufficialmente oggi è stato sottoscritto in via definitiva il CCNI sulla mobilità di tutto il personale della scuola per il 2016/17.