Mobilità

PSN Mobilità 2017 guida preferenze

 

Lo Staff di PSN ha provato a compilare la domanda di mobilità su istanze on line disponibile da poche ore verificando che la procedura è stata semplificata rispetto allo scorso anno. Ci sono voluti meno di 5 minuti, avendo già tutti pronti gli allegati da caricare (che vanno prodotti nuovamente) e avendo chiare le informazioni da inserire. Di seguito, augurando ai nostri utenti buona mobilità a tutti e in bocca al lupo da tutto lo Staff di PSN, abbiamo allegato le guide alla compilazione per ciascun ordine di scuola e chiariamo alcuni aspetti riferiti alle preferenze e all'ordine esprimibile e sfatiamo miti ed errate informazioni che stanno circolando su alcuni siti: 

mobilita logo2017

Pubblicata l'Ordinanza Ministeriale e il Contratto Collettivo Nazionale Integrativo sottoscritto l'11 aprile 2017. Ricordiamo le date per la presentazione delle istanze dal 13 aprile 2017 al 6 maggio 2017, precisamente:

Scuola dell’Infanzia

Presentazione domande: 13 aprile – 6 maggio

Pubblicazione dei movimenti: 19 giugno 2017

Scuola primaria

Presentazione domande: 13 aprile – 6 maggio

Pubblicazione dei movimenti: 9 giugno 2017

Secondaria I grado

Presentazione domande: 13 aprile – 6 maggio

Pubblicazione movimenti 4 luglio 2017

Secondaria II grado

Presentazione domande: 13 aprile – 6 maggio

Pubblicazione movimenti 20 luglio 2017

Mobilità professionale verso discipline specifiche Licei musicali

Presentazione domande: 13 aprile – 6 maggio

 Pubblicazione movimenti: 7 giugno ai sensi del comma 9 articolo 4 del CCNI, 12 giugno 2017 ai sensi del comma 10

Personale educativo

Presentazione delle domande: 13 aprile – 3 maggio

Pubblicazione movimenti: 30 giugno

Insegnanti religione cattolica

Presentazione delle domande: 13 aprile – 16 maggio

Personale ATA

Presentazione domande: 4 maggio-24 maggio

Pubblicazione movimenti: 24 luglio.

mobilità valigia

La partita sulla mobilità che tanto sta a cuore alla maggior parte di noi docenti, si è conclusa nella tarda notte di ieri al MinisteroLe domande si potranno (finalmente) fare domanda da domani, 13 aprile, fino al 6 maggio attraverso la piattaforma dedicata (SIDI). Per il personale Ata (Ausiliario, tecnico e amministrativo) la domanda potrà essere presentata dal 4 al 24 maggio prossimi.Sempre ieri è stato siglato, in via preliminare, l’accordo sulle modalità di individuazione per competenze delle e dei docenti. Si tratta della nuova procedura di assegnazione alle scuole del personale per la copertura dei posti vacanti prevista dalla Buona Scuola. Questo è il secondo anno di attuazione. L’individuazione per competenze prevede che le e gli insegnanti di ruolo non siano più attribuiti alle scuole esclusivamente sulla base di anzianità e punteggi, come avveniva in passato.

Mobilità stazione centrale PSN#mobilità2017
Appena conclusa la trattativa sulla mobilità ! 
Firmato il contratto sulla mobilità congiuntamente al passaggio da ambito a scuola.
Gilda non ha firmato ribadendo il suo no ad ambiti e chiamata diretta !
Nessuna decisione in merito alla trasformazione dei 25 mila posti (tanti se ne potrebbero trasformare con 400 milioni di euro) da OF a OD. Discussione che non è stata neppure all'ordine del giorno. La partita si giocherà sugli organici e va ancora superata la resistenza del MEF che acconsentirebbe solo alla trasformazione di 8-10 mila posti. Sparisce la fase comunale, per cui la mobilità prevederà solo la fase provinciale e interprovinciale;

mobilità 2017 img

La lunga attesa dell’ordinanza relativa alla mobilità dei docenti che vogliono cambiare sede o ordine di scuola o classe di concorso per il prossimo anno scolastico si protrae ben oltre le aspettative iniziali.

La firma precoce dell’ipotesi di contratto alla fine dello scorso gennaio aveva lasciato aperta la speranza di una rapida pubblicazione della relativa ordinanza, con conseguente possibilità di fare domanda presto e di ricevere (che è poi la cosa importante) altrettanto presto l’esito, così da poter nuovamente organizzare la vita di migliaia di docenti. Molti di essi infatti vivono sempre sulle spine o con le valige pronte, spesso vittime di sistemi apparentemente “alieni” nel senso di lontanissimi da una dimensione quotidiana fatta di famiglia, di aspettative di una carriera dignitosa, di una posizione che permetta di dare il meglio nelle classi, un “meglio” che è fatto anche di continuità oltre che di formazione ed aggiornamento.
Oggi dovrebbe essere il giorno della pubblicazione dell'ordinanza, ci auguriamo però che tra i tanti nodi al pettine ancora da chiarire siano ben definite anche procedure legate al meccanismo delle preferenze che, se non ben compreso, potrebbe portare ad esiti inattesi e poco piacevoli specie per chi dovrà esprimere con unica domanda mobilità sia provinciale che interprovinciale.

 mobilità

La decisione di chiudere l'accordo sulla chiamata diretta è solo politica. In sostanza le deroghe potrebbero essere messe in sicurezza prima che i tempi diventino maturi per eventuali sentenze (e ricordiamo che tra quelle che stanno più a cuore ai docenti ci sono quelle contenute nell'ipotesi di contratto sulla mobilità ancora in stand by).

Mobilità stazione centrale PSNSi dilatano ancora i tempi per l'emanazione dell'ordinanza sulla mobilità attesa con ansia da tantissimi docenti. Eppure sembrava intenzione del Miur chiudere la partita in tempi rapidi, in un primo momento addirittura per metà febbraio, ma invece ad oggi la mobilità è in stand by, ferma ai box, in uno stallo da cui sembra sia difficile uscire se non per metà aprile. Ma a preoccupare di più ancora, al di la della trattativa su chiamata diretta, non ancora conclusa, sono aspetti fondamentali dei meccanismi che regoleranno la prossima mobilità. Aspetti che, come sveleremo in un articolo in preparazione dalla redazione di PSN, sono stati completamente ignorati nelle diverse occasioni di incontri con le OO.SS. e che potrebbero portare di nuovo caos nell'algoritmo che sarà approntato, se non tenuti in considerazione, trasformando in un nuovo incubo la prossima estate dei docenti in cerca dell'agognato trasferimento vicino ai propri affetti. Ci auguriamo quindi che al di la della partita politica sulla chiamata diretta siano affrontate anche le questioni tecniche che PSN evidenzierà scongiurando quindi nuovi errori nell'algoritmo della mobilità che getterebbero nello sconforto migliaia di docenti. Anche perchè leggendo i resoconti sindacali, anche dopo l'incontro svoltosi lo scorso 28 marzo al MIUR, sembra che non siano state assolutamente considerate tali questioni tecniche. La sensazione è che Ministero e governo si stiano incartando su chiamata diretta e contesa tra MEF e Miur sui 25 mila posti aggiuntivi promessi da Renzi e annunciati dalla Giannini prima del referendum con la trasformazione dell'organico di fatto in diritto nel terrore di perdere ulteriori consensi in vista dei prossimi appuntamenti elettorali. Resoconti che, come riportiamo di seguito, raccontano parzialmente gli aspetti appena descritti:

mobilità buonascuola

Il Tar Lazio con la sentenza 3769 depositata lo scorso 22 marzo 2017, dà ragione a Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola e Snals Confsal che insieme avevano presentato ricorso contro il Miur per non aver fornito gli atti da cui poter desumere la procedura (l’algoritmo) in base alla quale sono state effettuate le operazioni di mobilità dei docenti per l’a.s. 2016/17.