Graduatorie e Organici

PASL'USR Campania pubblica l'elenco completo dei docenti che hanno conseguito l'abilitazione attraverso i percorsi abilitanti speciali PAS, suddivisi per classi di concorso.

Pubblichiamo una tabella di riepilogo aggiornata con indicazione degli ultimi nominati per la provincia di Napoli immessi in ruolo 2014-15 da Graduatorie ad esaurimento e dal concorso del 1990 (che era a carattere provinciale e quindi gestito dagli ambiti territoriali). Di seguito la tabella aggiornata al 13-11-2014 pubblicata dall'AT di Napoli e allegata anche in pdf scaricabile qui.

Nuova puntata della saga "bonus 6 punti" riguardante il riconoscimento del punteggio aggiuntivo ai docenti abilitati tramite procedura ssis, Sfp o assimilata. Punteggio che in vista delle eventuali 150 mila immissioni promesse dal governo Renzi potrebbe essere determinante per rientrare nel contingente della propria provincia o regione, senza essere costretti a emigrare forzatamente in altra regione o immessi sull'organico funzionale a disposizione di una rete di scuole. In attesa del pronunciamento del TAR sul ricorso per l'estensione del bonusprevisto per inizio dicembre, PSN è venuto a conoscenza di un documento  dell'AT di Milano, qui mostrato in esclusiva, contenente un provvedimento di ottemperanza per il riconoscimento del bonus ssis che ha dell'incredibile. L'AT di Milano ha infatti notificato un provvedimento allo studio legale De Santis, studio capofila incaricato dall'associazione PSN di seguire il ricorso per l'attribuzione del bonus ssis di 6 punti, in cui ha riconosciuto a diversi ricorrenti il bonus ma per il solo biennio 2009-11. Nel provvedimento, a firma del dott. Marco Bussetti dirigente dell'AT, a giustificare la legittimità dell'attribuzione solo parziale, si fa riferimento ad una nota miur la n. 8926 del 8-09-2014.

Pubblichiamo avviso AT Roma circa la pubblicazione delle Graduatorie d’Istituto definitive di I, II e III fascia del personale  docente e educativo

Il contingente di posti per la scuola Primaria e Infanzia assegnati alla provincia di Roma per l’anno scolastico 2014/2015 per i contratti a tempo indeterminato da stipulare con i candidati iscritti nelle graduatorie di merito e di sostegno dei concorsi ordinari e con gli aspiranti inseriti nelle graduatorie ad esaurimento è rideterminato secondo il prospetti sotto indicati:

L'Ambito Territoriale di Roma accertato, che per effetto dell’inesistenza o esaurimento di alcune graduatorie del concorso per soli titoli o per successiva indisponibilità della vacanza posti, sono residuati dopo la prima tornata di nomina n. 170 posti, con esclusione, al momento, dei posti per il sostegno di I e II grado ha provveduto a ripartire, ai sensi del punto A.3 dell’allegato A della nota del MIUR prot. n° 7955 del 7 agosto 2014, i suddetti 170 posti fra le restanti classi di concorso in modo proporzionale alla disponibilità dei posti ancora vacanti dopo la mobilità del personale docente per l’a.s. 2014/15.

Il contingente di posti di insegnante di scuola statale secondaria di primo e secondo grado assegnato alla provincia di Roma per l’a.s. 2014/15 per la stipula dei contratti a tempo indeterminato con i candidati iscritti nelle GM e GAE è rideterminato secondo la seguente tabella:

Uno studio dettagliato condotto dal Coordinamento ITP della Gilda Insegnanti appena pubblicato mette in evidenza come siano stati completamente dimenticati nella riforma del Governo Renzi la "Buona scuola" i docenti di laboratorio che a parole promette una didattica inoovativa laboratoriale ma che nei fatti non ripristina i tagli falcidianti della riforma gelmini che ha generato tra i docenti di ruolo un esercito di ITP in esubero, destinato ad un calvario annuale denominato “Mobilità”, per conoscere quale sarà la sede di servizio ad ogni nuovo anno scolastico, togliendo ogni speranza di essere riassorbiti, essendo generalmente docenti giovani, non in età di pensionamento. Questo folto gruppo di docenti vive uno stato di precarietà perenne, viene utilizzato nelle scuole per le attività più disparate, anche con cattedre a 0 ore, completamente a disposizione per le supplenze per l’intero anno scolastico. Non hanno la possibilità di portare avanti progetti ed attività, non insegnando nelle classi e non avendo la continuità di servizio in uno stesso istituto.  Di seguito lo studio pubblicato dalla Gilda Insegnanti:

Una faq appena emessa dal Miur, la n. 26, chiarisce come inserire a sistema la corretta valutazione di servizi contemporanei  per i docenti che abbiano prestato servizio su due o più classi in periodi temporali sovrapposti. 
La faq si è resa necessaria a seguito delle numerose segnalazioni di mancato riconoscimento nelle graduatorie di III fascia dei docenti dei servizi contemporanei, a causa di una errata funzionalità dell'applicazione messa a disposizione delle scuole. I sindacati però avevano sollecitato il Ministero affinché correggesse la procedura informatica che non permetteva tale valutazione.

Infatti, il sistema applica anche alla terza fascia i vincoli sulla contemporaneità dei servizi adottata per la seconda (e per le GAE) impedendone l'inserimento. In terza fascia, invece, come da tempo chiarito da PSNil vincolo sulla contemporaneità opera su ogni singolo insegnamento e non sull'intera graduatoria.