Carl Schmitt

1) Giurista tedesco, nato a Plettenberg (Westfalia) nel 1888, ed ivi spentosi nel 1985, la sua riflessione si colloca a ridosso delle due guerre mondiali, in un periodo in cui è ormai conclusa la da lui definita "epoca interstatale del diritto internazionale" ("jus publicum europaeum"), compresa tra il XVI secolo e la fine del XIX, e contrassegnata dal superamento delle guerre civili di religione del periodo immediatamente precedente e dalla conseguente trasformazione della guerra in "guerra tra Stati sovrani europei […] statalmente autorizzata e statalmente autorganizzata": il che significa che, in quel contesto storico la guerra, proprio come un "duello tra gentiluomini", non veniva considerata un'aggressione o un crimine, ma un legittimo confronto fra entità reciprocamente riconoscentisi come Stati sovrani, aventi cioè la potestà di decidere "intorno all'amicizia, ostilità, o neutralità reciproca".

Iscriviti alla nostra Fan page

2) Proprio il riconoscimento di tale sovranità, "il riconoscimento come Stato […] contiene già il riconoscimento del diritto alla guerra, e quindi il riconoscimento come nemico legittimo", che dunque non si intende annientare, alla stregua di un criminale, ma con il quale il conflitto "può essere limitato e circoscritto con misure di diritto internazionale", e col quale, infine, è possibile trattare la pace al momento della vittoria.

3) Tale limitazione della guerra costituì una realizzazione preziosa, che non può essere apprezzata a dovere se non avendo ben presente ciò a cui essa mise fine, e cioè le guerre di religione che insanguinarono l'Europa del Cinque-Seicento, nelle quali il nemico era colui che abbracciava una fede diversa, al quale non si riconosceva il diritto all'esistenza e con il quale, dunque, non erano possibili compromessi come delimitazioni di sfere d'influenza o confini reciprocamente riconosciuti, ma solo una guerra di annientamento – la sola evitabile secondo Schmitt, scettico sulla possibilità di un'estinzione totale dei conflitti e, da giurista, interessato alla concreta situazione della contrapposizione fra gli Stati...

 

Per la lezione completa in PDF: Carl Schmitt

Per qualsiasi  dubbio, suggerimento, proposta scrivete a:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Guarda le altre lezioni o vai all'indice:

Allegati:
Scarica questo file (Carl Schmitt.pdf)Carl Schmitt.pdf[ ]