Stampa
Categoria: Didattica Letteratura Italiana per obiettivi minimi
Visite: 3141

Pirandello

Nato ad Agrigento nel 1867, da una ricca famiglia borghese, e morto a Roma nel 1936, pur avendo scritto centinaia di novelle è ricordato principalmente per i lavori teatrali, che lo resero uno dei maggiori drammaturghi del XX secolo.

Appassionatosi alla letteratura in giovane età, frequentò le università di Palermo, Roma e Bonn; la malattia mentale della moglie, già fragile ed aggravatasi dopo il fallimento dell'azienda mineraria familiare, lo avvicinò agli studi di psicologia, compresi quelli di Freud...

Iscriviti alla nostra Fan page

Interventista nella prima guerra mondiale, fu successivamente ostile al socialismo; convinto della necessità di una riorganizzazione radicale della società italiana, fu favorevole al fascismo, addirittura subito dopo l'assassinio di Matteotti.

Ciononostante si dichiarò spesso apolitico; del resto nei suoi lavori non c'è traccia della mentalità dei fascisti, e questi non ne apprezzarono l'acutissima critica delle ipocrisie sociali.

 

 

Per la lezione completa in PDF: Pirandello

Leggi le trame di:

 Il fu Mattia Pascal

 Il treno ha fischiato

 romanzi e lavori teatrali vari

 

 

Scopri la sezione di didattica della Letteratura italiana per obiettivi minimi