Stampa
Categoria: Didattica Speciale
Visite: 26039

inclusioneProponiamo utile lavoro svolto  presso la facoltà di Scienze della Formazione dell'Università di Salerno sull'inclusione scolastica degli alunni con disabilità che ha conosciuto fasi importanti nella storia della scuola e degli ordinamenti in Italia: dalla situazione originaria di esclusione da qualsiasi intervento educativo, alla separazione in scuole speciali, all'inserimento e all'integrazione nella scuola di tutti, fino alla nuova prospettiva di inclusione nella scuola per tutti, secondo approcci progressivamente più aperti alla cura educativa di bisogni differenti, alle "integrazioni", al plurale, di tutte le diversità.

 Iscriviti alla nostra Fan page

Nella prima parte del lavoro si ripercorrono i momenti più significativi e le caratteristiche più importanti dell'approccio alla diversità nella storia dell'integrazione, offrendo un quadro di sintesi chiaro e completo che dà unitarietà all'intera trattazione. Nella seconda parte si sviluppano le principali dimensioni dell'intervento educativo in presenza di alunni con disabilità: la dimensione sociologica e i principali contesti di socializzazione educativi; la dimensione pedagogica ed il prezioso riferimento ai padri della pedagogia speciale; la dimensione psicologica e la sintesi dei principali approcci teorici fino alle ultime ricerche sulla motivazione e delle principali tipologie di disabilità riprese dalla letteratura di riferimento; la dimensione didattica e organizzativa e le principali metodologie inclusive. Le parti successive entrano concretamente nei processi offrendo anche esempi di modelli sperimentati nella scuola. Nella terza parte sono analizzati i principali soggetti coinvolti nell'intervento di integrazione/inclusione: gli alunni, i docenti, il docente di sostegno, le famiglie, le altre risorse interne alla scuola (gli organi collegiali, i gruppi di lavoro, i collaboratori scolastici) ed esterne (la Asl, l'Ente locale, l'Ambito Territoriale provinciale, l'Ufficio Scolastico Regionale) nella prospettiva del sistema educativo integrato. La quarta parte esamina i momenti principali del percorso di integrazione scolastica: l'analisi dei bisogni, il Progetto di inclusione nel POF , la programmazione educativa individualizzata, la scelta di metodologie didattiche inclusive e di mediatori didattici efficaci, la verifica del processo di insegnamento-apprendimento come momento formativo ed orientante, fino alla valutazione dell'alunno ed alla certificazione delle competenze, alla valutazione del Progetto di inclusione di Istituto e della sua qualità, alla documentazione delle attività e delle best practices. L'ultima parte descrive i principali strumenti per l'integrazione: la certificazione e la diagnosi funzionale secondo ICF, il Profilo dinamico funzionale, il Piano Educativo Individualizzato, i Gruppi di Lavoro per l'Handicap, il Centro Territoriale di Supporto, le intese di programma, gli accordi interistituzionali e la rete.

Inclusione scolastica degli alunni   con disabilità