Stampa
Categoria: Controcorrente
Visite: 17525

NAPOLI 4 AGOSTO

Stanno circolando le voci più disparate su quanto accaduto ieri, primo agosto 2016 a Napoli. Professionisti Scuola c’era ed ha provato a raccontarvelo con i video presenti sulla nostra FAN PAGE Facebook. E c’ero anche io (ValeriaF.) presente sia nella delegazione con la Franzese, che in quella costituitasi poi con il vice-prefetto Del Prete.

A quanto pare i video non sono bastati a bloccare un fantasioso “telefono senza filo” creatosi sui social alimentato un po’ dalle speranze dei docenti ed un po’ da qualche “interessato poco sincero”.

SINTETIZZO QUI COSA è SUCCESSO e cosa faremo nella manifestazione di giovedì 4 agosto p.v.

 

 

1 agosto 2016 Ore 8:00-17:00

UAT NAPOLI

La dott.ssa Franzese ci dice:

A questo punto la sindacalista C.M. ci propone di andare a portare un’istanza al PREFETTO per chiedere la trasparenza dei trasferimenti pubblicati, prefetto in quanto unico intermediario tra cittadini e ministero.


PREFETTURA

Si va in Prefettura a Piazza del Plebiscito. Un primo gruppo in auto, un altro a piedi.

Il primo gruppo giunto (sindacato free dove c’ero anche io) chiede quale sia la procedura per fissare un incontro col Prefetto. Quindi compiliamo una richiesta semplice in cui chiediamo di rivedere nell’ottica della trasparenza le graduatorie della scuola primaria.
L'appuntamento sarebbe stato fissato per il giorno seguente. Arriva il secondo gruppo salgo in piedi su un Leone-Lampione della piazza e condivido quanto scritto. Sale anche la sindacalista ed aggiunge di chiedere al Prefetto un DECRETO LEGGE DI' URGENZA PER PERMETTERE A TUTTI I DOCENTI DI' RESTARE NELLA LORO PROVINCIA DI' RESIDENZA . La folla si è divisa in due: una maggioranza di esultanti in delirio ed una minoranza di increduli tra cui io e di sicuro anche il leone-lampione che mi è parso cedere... Chiedo se la proposta preveda che in ogni classe ci siano 8 maestri in compresenza… in pratica come si attua “un tutti a casa”? La sindacalista risponde che “se vogliono possono” si danno tutti i posti in organico di fatto (superando anche la percentuale dell’80% dell’organico di sostegno???) e si raddoppia il potenziamento sulla comune (populismo puro).

Arriva un gentilissimo poliziotto che ci aveva accolti e ci dice che siamo in tanti per cui il Vice-Prefetto Del Prete accetta di vederci in delegazione in quel momento. Saliamo senza richiesta e con il “decreto volemose-bene” , ma l'occasione è irripetibile, andiamo.

Il vice prefetto del Prete ci accoglie (nessuno ha mai visto il Prefetto ieri), ascolta le nostre istanze, anche i racconti di molti colleghi. Io gli chiedo che il MIUR renda noto il codice sotteso “all’infallibile algoritmo” e lui si riserva di consegnare il nostro scritto giovedì mattina al Prefetto.

Pertanto: ci consiglia che se vogliamo manifestare sarebbe opportuno farlo quel giorno cioè giov. 4 p.v., poiché l’essere in tanti avvalorerebbe le nostre richieste; ci accordiamo con la DIGOS ed accettiamo.

Ci chiede in via ufficiosa (ormai raccontata ovunque) se abbiamo previsto di chiedere al TAR una sospensiva . Lo Snals si attiva in tal senso, probabilmente seguiti dalle altre sigle, ma può essere una lama a doppio taglio... se poi dicessero restate tutti dove siete, i posti potrebbero già essere stati occupati dai precedenti trasferimenti, si potrebbero bloccare anche le assegnazioni...

COMUNQUE BASTA!

Il resto è fantasia!

PSN è ACCANTO AI DOCENTI NELLA PROTESTA perché PSN è i docenti , noi siamo docenti, io sono docente.

PSN è per la trasparenza delle graduatorie relative ai movimenti per la revisione delle stesse e per la lotta contro un MIUR che ancora oggi nonostante gli errori macroscopici, la Giannini sostiene che non ve ne siano

PSN NON CREDE AL "DECRETO LEGGE TUTTI A CASA "

Non vi prendiamo in giro: stare tutti a casa, sarebbe favoloso ma non è praticabile, non è possibile e non ha alcun fondamento giuridico !

I docenti se devono partire, devono essere quantomeno sicuri di occupare il posto che gli spetta! 

Vi aspettiamo tutti il 4 agosto a Napoli, Piazza del Plebiscito alle 9:00. 

IL MIUR NON PUO' NEGARCI IL NOSTRO DIRITTO ALLA TRASPARENZA!!!

 

Valeria Famà