Stampa
Categoria: Contratto e Retribuzione
Visite: 2236

Viste le varie segnalazioni giunte in redazione, ci teniamo a precisare che nulla è cambiato in merito alla questione delle ferie non godute dei precari. Chi vanta di aver ricevuto dei pagamenti sono sempre nella misura data dai giorni maturati detratti quelli di sospensione delle lezioni comprese nel contratto.

 Iscriviti alla nostra Fan page

Da parte del Miur e Mef non si è avuto nessun dietro front o concessione, anzi ribadiamo che il sistema applicato doveva essere utilizzato dal 1 settembre 2013 ovvero per l'anno scolastico 2013/14 e non già dal 1 gennaio 2013 come sostenuto dal MEF nella nota n.72696 del 4 settembre 2013 che ha reso retroattiva la norma anche in caso di contratti scaduti o terminati

Il mancato pagamento delle ferie non godute per l'a.s. 2012-2013 (periodo precedente alla data del 1/9/2013) si configura, quindi come un’ulteriore beffa, che si sta perpetrando sulla pelle dei lavoratori precari della scuola, l’ennesimo schiaffo per una categoria che negli ultimi anni ha subito, più di molte altre, restrizioni e tagli e che sempre con maggiore evidenza è considerata dal proprio “datore di lavoro”, lo Stato, priva di dignità e indegna di considerazione.

Quindi per l'ennesima volta dovranno essere i Tribunali a riconoscere un diritto dei precari, che ultimamente sono bistrattati in tutti i modi, basti vedere l'alone di mistero che circonda anche la ripartizione per le  immissioni in ruolo sul sostegno.