Stampa
Categoria: Concorsi, FIT
Visite: 20306

Terminata l'attesa per la pubblicazione degli esiti della prova preselettiva del concorso a Dirigenti Scolastici tenutosi ieri. Il Miur ha diramato l'elenco dei candidati ammessi alla prova scritta successiva avendo superato la prova preselettiva. Alla prova hanno partecipato 24.082 candidati effettivi sui 34.580 iscritti: 17.279 donne e 6.803 uomini. Gli ammessi allo scritto sono 8.736: gli 8.700 previsti da bando, più 36 candidati che risultano a pari merito con un  punteggio di 71,7.

Superavano la prova e sono ammessi direttamente alla prova scritta soltanto i primi 8.700 candidati graduati con i punteggi più elevati.

Se all’ultima posizione utile per essere ammessi (al posto 8.700) vengono a trovarsi più candidati con lo stesso punteggio, sono ammessi tutti i pari merito. I candidati ammessi sono pertanto 8736.

Qui l'elenco degli ammessi alla prova preselttiva
Ricordiamo che per ogni risposta esatta ai 100 quesiti era attribuito 1 punto; per nessuna risposta, 0 punti; per risposta errata vengono detratti 0,3 punti (nel precedente concorso DS non era prevista alcuna detrazione per risposta sbagliata).
Nella tabella sopra invece i candidati partecipanti per ciascuna regione.

La prossima prova scritta che si terrà molto probabilmente ad ottobre prevede:
-    cinque domande a risposta aperta su: normativa del settore istruzione, organizzazione del lavoro e gestione del personale, programmazione, gestione e valutazione presso le scuole, ambienti di apprendimento, diritto civile e amministrativo, contabilità di Stato, sistemi educativi europei.

-    due domande a risposta chiusa in lingua straniera (livello B2) su: organizzazione degli ambienti di apprendimento, sistemi educativi europei.

Le candidate e i candidati che otterranno il punteggio minimo di 70 punti potranno accedere all’orale che mira ad accertare la preparazione professionale delle e degli aspiranti dirigenti anche attraverso la risoluzione di un caso pratico. Saranno testate anche le conoscenze informatiche e di lingua straniera. Entrambe le fasi sono uniche a livello nazionale.

Le candidate e i candidati che supereranno le prove scritta e orale saranno ammessi, sulla base di una graduatoria che tiene conto anche dei titoli, al corso di formazione dirigenziale e di tirocinio selettivo, finalizzato all’arricchimento delle competenze professionali delle candidate e dei candidati.

Due i mesi di lezione in aula previsti e quattro quelli di tirocinio a scuola, che potranno essere integrati anche da sessioni di formazione a distanza. Al termine le candidate e i candidati dovranno affrontare una valutazione scritta e un colloquio orale. Saranno dichiarati vincitori del corso-concorso le candidate e i candidati che saranno collocati in posizione utile in graduatoria generale di merito.

Tanti sono stati i docenti che per la preparazione hanno utilizzato il simulatore dedicato di PSN visibile la seguente link