Stampa
Categoria: Concorsi, FIT
Visite: 5166

concorsoSecondo il segretario Domenico Pantaleo della FLC-CGIL, incombe una nube pesantissima sul cielo del Ministero dell'Istruzione a causa dei bandi di concorso per l'assunzione di 63.700 docenti in tre anni, previsti per il primo dicembre ma slittati a questo punto a  data da destinarsi, nonostante il ritardo di qualche giorno anticipato dalla Giannini.

Il Ministero sembra essere in difficoltà causa la forma legislativa scelta, il Decreto del Presidente della Repubblica per il varo delle nuove classi di concorso impone una serie di passaggi istituzionali obbligati, dai pareri del Consiglio di Stato a quelli delle Commissioni parlamentari competenti e infine al via libera del Consiglio dei ministri, che sottoporrà il testo definitivo alla firma del presidente Mattarella per poi giungere in   Gazzetta Ufficiale.

Iscriviti alla nostra Fan page

Altri intoppi potrebbero  arrivare anche dal vaglio possibile del decreto da parte della Corte dei Conti, si tratterebbe di una dilatazione dei tempi non indifferente, che potrebbe spostare i bandi secondo Pantaleo  addirittura, nella peggiore delle ipotesi, a dopo le festività natalizie, più di un mese dopo le promesse dello stesso Ministero. Le nuove classi di concorso impongono la riscrittura dei programmi di insegnamento sui quali verteranno, appunto, le prove concorsuali.

Pantaleo precisa che questi ritardi potrebbero sembrare di natura solo burocratica, ma in realtà sono di natura politica, nati dalla fretta tutta propagandistica, con la quale è stata gestita prima la legge 107, poi le diverse fasi della stabilizzazione dei docenti ed ora   la vicenda dei bandi.

Sarebbe stato meglio, come anticipato mesi fa da PSN, rallentare i tempi di questa legge che continua ad illudere e far sognare tanti, per poi scoprire che può diventare un vero incubo, spaccando ulteriormente una categoria a causa di errori e ingiustizie, come quelli che si prospettano all'orizzonte, con la  prossima mobilità.

Segnaliamo il gruppo di studio creato da PSN per il prossimo concorso Link

Inoltre, ricordiamo che PSN ha siglato un accordo di partnership con Il GRUPPO EDITORIALE SIMONE, dedicando un intero store con un  catalogo che comprende più di 1000 volumi e prodotti software, tra cui tanti volumi per il nuovo concorso a cattedra 

Visita lo STORE

Articoli correlati:

Concorso Docenti 2015: Avvertenze generali. Non se ne parla più?

Concorso a cattedre: Rinvio pubblicazione del bando?

Concorso Docenti 2015: la prova Computer Based prevede quesiti a risposta multipla e quesiti a risposta aperta

Incontro MIUR: concorso docenti preselettiva per infanzia e primaria, nuovo ciclo TFA

Concorso Docenti 2015: Faraone da i numeri sulle prossime immissioni in ruolo

Concorso Docenti entro dicembre. Scompare la prova preselettiva?