Stampa
Visite: 1045

MiurE' stata siglata al Ministero dell’Istruzione tra i sindacati e l’Amministrazione, nel pomeriggio del 12 settembre 2019, una specifica Intesa sulle indicazioni da dare agli Uffici Scolastici Regionali (USR) al fine di ovviare alla carenza di Direttori dei servizi generali e amministrativi (DSGA) per assicurare il funzionamento delle istituzioni scolastiche.

L’incontro, richiesto dalle organizzazioni sindacali, si è reso necessario dal momento che le misure che stavano adottando i vari USR risultavano le più varie e rischiavano di creare disparità di trattamento e inevitabile accensione di contenzioso.

L'intesa sottoscritta prevede, una volta esperita la procedura prevista dal Contratto integrativo nazionale della scuola del 12 giugno 2019 all’articolo 14, in presenza di ulteriori posti disponibili e previa pubblicazione di avviso di disponibilità sul sito degli USR, la possibilità di conferire l’incarico da parte degli USR agli assistenti amministrativi (AA) disponibili da fuori provincia e poi fuori regione, la reggenza a DSGA di ruolo disponibili anche in scuole normo-dimensionate, e a seguire l’incarico: agli assistenti amministrativi disponibili immessi in ruolo nel 2019/2020, agli assistenti amministrativi titolari di supplenza disponibili, agli assistenti amministrativi inseriti in graduatoria di istituto; in questi ultimi due casi a condizione che gli interessati siano in possesso del titolo di studio previsto dal CCNL Istruzione e Ricerca per coprire il ruolo di DSGA. 

L’intesa prevede inoltre che questa materia rientri nell’ambito delle relazioni sindacali a livello regionale.

Di seguito un estratto dell'intesa (scaricabile da qui) in cui si concorda quanto segue:

A. Fermo restando la preventiva applicazione degli istituti previsti dell'articolo 14, del CCNI del 12 giugno 2019 concernente le utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie del personale docente educativo ed A.T.A. per gli anni scolastici 2019/20, 2020/21 e 2021/22, qualora, all'esito delle procedure attivate permanga l'accertata impossibilità a soddisfare le esigenze connesse all'organizzazione scola ti , continuino a residuare posti. disponibili, in via eccezionale ed esclusivamente per l'anno scolastico 2019/20 gli Uffici scolastici regionali, previo confronto con le Organizzazioni sindacali a livello regionale e secondo le modalità organizzative che si riterranno più opportune se non successivamente specificate, possono procedere alla copertura dei posti restanti con le seguenti procedure straordinarie indicate in ordine di priorità, previa pubblicazione di avviso di disponibilità sul sito deIl'USR:

  1. In base ai criteri e alla procedura di cui all'art. 14, del CCNI del 12.6.2019, mediante provvedimento di utilizzazione di personale appartenente al profilo professionale di assistente amministrativo di altra provincia dello stesso USR o, in subordine, di altro USR;
  2. Mediante affidamento in reggenza di posti di DSGA di istituzioni scolastiche a DSGA di ruolo in servizio nelle scuole viciniori, secondo la normativa vigente;
  3. Mediante conferimento di incarico ad assistenti amministrativi immessi in ruolo a decorrere dall'a.s. 2019-20 che dichiarino la disponibilità ad accettare l'incarico di DSGA su uno dei posti disponibili, il cui servizio è valido ai fini del periodo di prova qualora non già terminato;
  4. Mediante conferimento di incarico ad assistenti amministrativi non di ruolo che, già nominati o chiamati in ordine di graduatoria per il conferimento di una supplenza relativa al profilo di appartenenza e a condizione che siano in possesso del titolo di studio previsto dalla Tabella B allegata al CCNL comparto scuola del 29.11.2007 (laurea specialistica in giurisprudenza; in scienze politiche sociali e amministrative; in economia e commercio o titoli equipollenti), dichiarino la disponibilità ad accettare l'incarico di DSGA su uno dei posti disponibili;
  5. Mediante conferimento di incarico con contratto a tempo determinato di DSGA ai candidati inseriti nelle graduatorie di istituto del profilo di assistente amministrativo, nel rispetto della posizione occupata dai medesimi all'interno delle stesse e a condizione che siano in possesso del titolo di studio previsto dalla Tabella B allegata al CCNL comparto scuola del 29.11.2007 (laurea specialistica in giurisprudenza; in scienze politiche sociali e amministrative; in economia e commercio o titoli equipollenti), che si siano dichiarati disponibili.

B. Le parti si danno atto di procedere alla verifica dell'applicazione della presente intesa entro la fine del mese di ottobre pv.

La scuola riparte: mancano all'appello più di 120 mila insegnanti, 20 mila ATA, 2 mila DSGA