Stampa
Categoria: Didattica Fisica
Visite: 7242

Cosa c'entra la luce con la misura del battito cardiaco?

Come misurare ora il nostro battito cardiaco?

L'attività che vi presento può essere facilmente riprodotta in classe con zero spese e si inserisce nel percorso Luce e colori.

Andiamo con ordine.

Ogni volta che il cuore pompa sangue nelle vene, i nostri sottili capillari, poco sotto la pelle, si espandono.

Se illuminiamo il nostro dito con un fascio lumino, allora la luce retro diffusa cambia di intensità in relazione all'espansione dei capillari.

E' con questo meccanismo, ovvero sulla variazione del cambio di colore a causa del diverso flusso sanguigno, che ha la stessa frequenza del nostro battito , che possiamo misurare con uno smartphone il nostro battito cardiaco.

L'app che vi consiglio, progettata all'interno del progetto Photonics explorer e patrocinata dall'AIF, di cui faccio parte (Associazione Insegnamento Fisica) è la seguente.

https://play.google.com/store/apps/details?id=eu.gophoton.heartrate

o un'altra disponibile per Android e Ios

https://play.google.com/store/apps/details?id=si.modula.android.instantheartrate&hl=en

Potete divertirvi a giocare con i vostri studenti, al gioco della verità, in quanto il battiuto cardiaco varia quando e se mentiamo o subiamo forti emozioni.

Oppure potete parlare di luce e colori e trasformata di Fourier (l'operazione matematica su cui si basa l'App e la decodifica del segnale luminoso).

 

 Per le altre lezioni visita la pagina dedicata: Didattica Fisica