PSN diventa Associazione Professionale     

iscriviti ora

 

Riforma sostegno: INVALSI definirà indicatori per qualità inclusione. Enti locali assicureranno personale per assistenza

Riforma sostegno: INVALSI definirà indicatori per qualità inclusione. Enti locali assicureranno personale per assistenza

Non più di 22 alunni per classe in presenza di diversamente abili e ruolo determinante dell’INVALSI nell’individuare gli indicatori per la valutazione della qualità del delicato processo relativo...

Mobilità, reclutamento,sostegno, decreti legislativi ed Esame di Stato: il pensiero e le proposte di Pittoni

Mobilità, reclutamento,sostegno, decreti legislativi ed Esame di Stato: il pensiero e le proposte di Pittoni

Mario Pittoni, responsabile federale Istruzione della Lega Nord, scende in campo dichiarando il suo fermo Stop alle deleghe sulla Buona scuola. A occuparsene dovrà essere un Governo espressione...

Diritto di sciopero nella scuola: prosegue il confronto con la Commissione di Garanzia

Diritto di sciopero nella scuola: prosegue il confronto con la Commissione di Garanzia

Si è svolto la settimana scorsa un ulteriore incontro tra la Commissione di Garanzia, le OO.SS del comparto Scuola, l' ARAN ed il MIUR riguardante il codice di autoregolamentazione del...

Concorso e contratto triennale di formazione e tirocinio. Ecco il percorso per i futuri insegnanti della scuola secondaria.

Concorso e contratto triennale di formazione e tirocinio. Ecco il percorso per i futuri insegnanti della scuola secondaria.

Continua l'esame delle leggi delega che saranno sottoposte dal Governo al parlamento per completare il percorso previsto dalla Buona Scuola. DI particolare interesse è il percorso che dovranno...

Nuovi insegnanti: posti riservati per i docenti abilitati nel futuro percorso di formazione e tirocinio

Nuovi insegnanti: posti riservati per i docenti abilitati nel futuro percorso di formazione e tirocinio

Le disposizioni relative al percorso Triennale di formazione e tirocinio per i nuovi insegnanti di scuola secondaria entreranno in vigore nell’anno scolastico 2020/2021. Nelle more dell’entrata in...

  • Riforma sostegno: INVALSI definirà indicatori per qualità inclusione. Enti locali assicureranno personale per assistenza

    Riforma sostegno: INVALSI definirà indicatori per qualità inclusione. Enti locali assicureranno...

  • Mobilità, reclutamento,sostegno, decreti legislativi ed Esame di Stato: il pensiero e le proposte di Pittoni

    Mobilità, reclutamento,sostegno, decreti legislativi ed Esame di Stato: il pensiero e le proposte...

  • Diritto di sciopero nella scuola: prosegue il confronto con la Commissione di Garanzia

    Diritto di sciopero nella scuola: prosegue il confronto con la Commissione di Garanzia

  • Concorso e contratto triennale di formazione e tirocinio. Ecco il percorso per i futuri insegnanti della scuola secondaria.

    Concorso e contratto triennale di formazione e tirocinio. Ecco il percorso per i futuri insegnanti...

  • Nuovi insegnanti: posti riservati per i docenti abilitati nel futuro percorso di formazione e tirocinio

    Nuovi insegnanti: posti riservati per i docenti abilitati nel futuro percorso di formazione e...

Insegnare in maniera semplice ed efficace la programmazione informatica, in particolare (ma non solo) agli alunni della scuola primaria: è questo l’obiettivo dell'iniziativa "Programma il futuro" lanciata dal Miur grazie alla collaborazione col CINI (Consorzio Interuniversitario Nazionale per l'Informatica). Sul sito www.programmailfuturo.it lezioni e materiali on line per i docenti.
Partendo da un'esperienza di successo che ha visto negli USA lo scorso anno la partecipazione di circa 40 milioni di studenti e insegnanti di tutto il mondo, l'Italia sarà uno dei primi Paesi al mondo a sperimentare l'introduzione strutturale nelle scuole dei concetti di base dell'informatica attraverso la programmazione (coding).
L’iniziativa è presentata con nota 23 settembre 2014 prot. n. 2937: saranno rese disponibili alle scuole lezioni interattive e non, utilizzabili da parte di insegnanti di qualunque materia. Non è necessaria alcuna particolare abilità tecnica né alcuna preparazione scientifica. Il materiale didattico può essere fruito con successo da tutti i livelli di scuole. Ciò nonostante, è rilevante che siano proprio le scuole primarie ad avvicinarsi quanto prima allo sviluppo del pensiero computazionale. Esistono due differenti livelli di attività: un livello di base e un livello avanzato.

Iscriviti alla nostra Fan page 
L'inizativa era stata preannunciata nella presentazione del piano di riforme La Buona Scuola in cui si legge che "a partire dall'autunno, dopo Stati Uniti e Inghilterra, lanceremo in Italia l'iniziativa Code.org aggregando associazioni, università e imprese in una grande mobilitazione per portare l'esperienza nel maggior numero di scuole possibili". Ma cos'è Code.org? Si tratta di una piattaforma internazionale che, tramite tutorial e corsi online di facile comprensione, spesso divertenti e ludici, insegna a muovere i primi passi nel mondo della programmazione con "L'Ora del Codice". Una modalità di partecipazione più avanzata, un corso introduttivo, garantirà ulteriori dieci lezioni che potranno essere svolte nel corso dell’anno scolastico. In tutti e due i casi le lezioni si possono fruire sia on line che off line. I corsi della piattaforma sono di diverso genere. Per chi vuole spingersi oltre, tra i corsi in inglese ce n'è anche uno che spiega come creare una app!

Per la partecipazione all'iniziativa in ogni scuola dovrà essere individuato un docente referente per le attività che avrà il compito di sensibilizzare e individuare tutti i colleghi interessati allo svolgimento delle attività previste. Il docente dovrà iscriversi sul sito www.programmailfuturo.it. Successivamente sarà individuato un docente per ciascuna delle classi impegnate nel progetto.

Nella settimana dall'8 al 14 dicembre si celebra a livello mondiale l'Ora del Codice. Si suggerisce, quindi, che l'avvio delle attività da parte delle scuole italiane avvenga proprio in quella settimana.

Tutti gli istituti che hanno già aderito negli anni scorsi alle iniziative del Piano della Scuola Digitale del MIUR (Scuole 2.0 e Classi 2.0) saranno inoltre invitati a partecipare da subito ad una sperimentazione di messa a punto del progetto. La partecipazione a questa sperimentazione è ovviamente aperta a tutti gli istituti scolastici interessati. Sarà però necessario candidarsi indicando durante l'iscrizione su questo sito (www.programmailfuturo.it) la propria disponibilità a partecipare. Informazioni più dettagliate verranno inviate direttamente a tutti coloro che si saranno candidati entro il 10 ottobre.

La sperimentazione infatti avverrà in concomitanza con la Settimana Europea del Codice, che si svolgerà dall'11 al 17 ottobre, durante il semestre di presidenza italiana del Consiglio dell'Unione Europea, e offrirà una ricchissima agenda di eventi a carattere locale, nazionale ed internazionale direttamente fruibili dalle scuole e dai ragazzi.