PSN diventa Associazione Professionale     

iscriviti ora

 

PSN ricerca collaboratori per la redazione

PSN ricerca collaboratori per la redazione

PSN, il sito di informazione scolastica lanciato il 21 agosto 2013 per iniziativa di alcuni docenti di Napoli, ha dato vita prima ad un un network e poi all'associazione professionale...

Mobilità 2017: continua il dialogo su deroga a vincolo triennale e titolarità proviciale

Mobilità 2017: continua il dialogo su deroga a vincolo triennale e titolarità proviciale

Dopo l'incontro sindacale del 7 dicembre 2016 sembra esserci disponibilità  da parte dell'amministrazione affinché la contrattazione possa anche quest´anno lasciare la preferenza per la scelta...

Referendum Costituzionale: Cosa succederà alla scuola dopo le dimissioni di Renzi?

Referendum Costituzionale: Cosa succederà alla scuola dopo le dimissioni di Renzi?

Dopo le recenti dimissioni di Renzi in seguito al referendum si sono fatte mille ipotesi sul futuro del nostro Paese e sulle conseguenze che ci saranno sul mondo della scuola. Cosa accadrà?Che...

Neoimmessi 2016/17: Bilancio iniziale delle competenze, in esclusiva PSN il modello editabile

Neoimmessi 2016/17: Bilancio iniziale delle competenze, in esclusiva PSN il modello editabile

Il Bilancio iniziale delle competenze è una classificazione dell’insieme delle competenze che concorrono a definire la professionalità docente, così come sono state individuate e categorizzate dal...

Neoimmessi 2016/17: Anno di prova, apre la piattaforma indire per la formazione online

Neoimmessi 2016/17: Anno di prova, apre la piattaforma indire per la formazione online

Finalmente parte la formazione online per i docenti nell'anno di formazione e prova. Con l'apertura il 5 dicembre dell'ambiente progettato e realizzato dall’Indire in collaborazione con la...

  • PSN ricerca collaboratori per la redazione

    PSN ricerca collaboratori per la redazione

  • Mobilità 2017: continua il dialogo su deroga a vincolo triennale e titolarità proviciale

    Mobilità 2017: continua il dialogo su deroga a vincolo triennale e titolarità proviciale

  • Referendum Costituzionale: Cosa succederà alla scuola dopo le dimissioni di Renzi?

    Referendum Costituzionale: Cosa succederà alla scuola dopo le dimissioni di Renzi?

  • Neoimmessi 2016/17: Bilancio iniziale delle competenze, in esclusiva PSN il modello editabile

    Neoimmessi 2016/17: Bilancio iniziale delle competenze, in esclusiva PSN il modello editabile

  • Neoimmessi 2016/17: Anno di prova, apre la piattaforma indire per la formazione online

    Neoimmessi 2016/17: Anno di prova, apre la piattaforma indire per la formazione online

Beh a volte mi capita di fare così, di impazzire e di andare controcorrente.

Entro in classe, raccolgo i miei studenti intorno ad uno dei banchi, prendo undici penne e le dispongo così, in fila, una dietro l’altra. E dico – “Ci sono undici penne sul banco. Io ne prendo due e chi mi sfida potrà prenderne 1, 2 o 3 prima che ricominci io. Continueremo finché non restano più oggetti sul tavolo. Il giocatore costretto a raccogliere l’ultimo oggetto perde”.

Inutile dire che per un’ora intera ho sempre vinto.

Negli ultimi cinque minuti di lezione ho sfidato i miei ragazzi a scoprire il trucco che mi consentiva di vincere ogni partita e di farne un algoritmo da implementare sul nostro amatissimo Micro:bit.

È lì che mi piace mettermi in disparte, spostarmi dal centro dell’attenzione e vedere come la classe diventa un laboratorio di menti che friggono e partoriscono idee, che provano le stesse, che si sfidano, che annotano gli errori, che individuano i punti critici dell’algoritmo e che ne elaborano la soluzione, esatta, incredibilmente esatta.

 

bbc micro bit stopwatch 3 101 computing

“PROFESSORE CI SIAMO – hanno detto festanti – IL GIOCATORE A RACCOGLIE 2 OGGETTI. IL GIOCATORE B RACCOGLIE K OGGETTI CON K≤ 3 ED IL GIOCATORE A RACCOGLIE SEMPRE 4–K OGGETTI” (oddio, non lo hanno detto proprio così, ma è così che alla fine, insieme lo abbiamo formalizzato).

Ma la sfida è solo iniziata. Insieme abbiamo aperto il block editor di Micro:bit e, dal fianco della montagna è stata lanciata la prima palla di neve – PROFESSORE PRIMA DI FARE TUTTO INIZIALIZZIAMO LE VARIABILI – e la valanga è venuta da sé.

Il gioco lo hanno fatto iniziare agitando micro:bit col tasto ‘Shake’. Hanno inizializzato ad undici la variabile che hanno chiamato ‘palline’ e a zero le variabili ‘player’ e ‘micro’ che rappresentano le quantità di volta in volta prese dai giocatori. Dopo di che micro:bit inizia a giocare.

 

SHAKE

 

Il bottone ‘B’ rappresenta la quantità presa dal giocatore. Sono riusciti anche a prevenire le possibilità di ‘imbroglio’ del giocatore bloccando il contatore a 3 se si preme più di tre volte.

 

Button B

 

L’opzione ‘A+B’ consente di fare i conti e verificare quante palline sono rimaste in gioco.

 

Button AB

 

Il bottone ‘A’, invece, consente a micro:bit di operare le sue scelte fino alla vittoria finale.

 

Button A

 

Ho fatto una domanda ai ragazzi. – PERCHÉ NON AVETE INSERITO IL MESSAGGIO EVENTUALE DI VITTORIA PER IL GIOCATORE? – e loro ridendo – PROFESSORE, NON CI DELUDETE, CON QUESTO PROGRAMMA MICRO:BIT NON PUÒ PERDERE MAI.

Beh ragazzi, bravi tutti, ma la sfida ve la lancio qui. E se programassimo altri due giochi?

IL GIOCO DEL PARI.

Gli oggetti sono, questa volta, 27. Ogni giocatore può prenderne da 1 a 4. Quando non c'è più nessun oggetto vince chi ne ha in mano un numero pari.

IL GIOCO DEL 100.

Ogni giocatore dice alternativamente un numero da 1 a 10 sommando la sua cifra a quella del giocatore precedente. Vince il primo che riesce a dire 100.

Ovviamente deve sempre vincere micro:bit.

Fabio Cialdini, Andrea Ferrentino, Mario Maiorino, Marco Rispoli, Martina Rispoli, Adriana Amato, Anna Rita Arancio, Maria Grazia Arancio, Anna Bartiromo, Claudia D’Angelo, Fernanda Della Mura, Piergiorgio Fariello, Carla Panariti, Carolina Peluso, Annachiara Sgambato, Camilla Splendore, Simona Tortora, alfonso Tortora, Alessandro Trotta, Alessio Trozzo, Francesco Cammarota, Francesco Cirillo, Giovanni Cirillo, David De Pascale, Francesco Di Mauro, Mario Gambardella, Cristian Maiorino, Samuel Veneziano, Annamaria Venneria, Raffaele Petrosino.